Home Sesso e Musica Maurizia Paradiso - Tira (2009 - singolo digitale)

Maurizia Paradiso – Tira (2009 – singolo digitale)

L'impegno sociale dell'ex pornodiva tra doppi sensi dozzinali e musica truzza

-

Maurizia Paradiso TiraMaurizia “de las noches” Paradiso di tanto in tanto si diletta con la musica che per lei fa rima con equivocità, come d’altra parte per il suo personaggio.

Sin dal debutto con l’LP Agitare prima dell’uso la nostra ha sempre giocato/sfruttato i doppi sensi, mai particolarmente velati, apparente topos per tutte le pornodive che decidono di dedicarsi al bel canto.

Un altro prodotto sonoro della transessuale più nota in Italia è il singolo digitale Tira che non sposta di un millimetro la sua poetica che potremmo avvicinare ai vecchi stornellacci da osteria di gente come Occhio Fino, Culattini Fiorello o del Franco Trincale più triviale, imbanditi su una tavola di becera musica electro-dance da due soldi.

Più audace dei mai dimenticati Art Of Love, meno scandalosa del porno-pop di Cicciolina, più intonata di Moana Pozzi, meno frivola di Eva Henger, Maurizia Paradiso riesce a ritagliarsi una propria bolla vitale nell’affollato mondo delle pornostar al microfono unendo la magneticità del personaggio con ritornelli spiccioli che entrano in testa dopo qualche secondo e con la stessa facilità vengono dimenticati.

Questo nuovo immancabile appuntamento per tutti gli appassionati di sonorità “dure” per le orecchie è sapientemente mischiato con un messaggio a sfondo sociale che non fa mai male anzi… In questo caso una campagna anti fumo, con tanto di copertina che richiama una ben nota marca di “bionde”, con la dicitura «Il fumo uccide. Il sesso no».

Il tutto per fortuna si ferma qui, perché Tira è tutto fuorché una noiosa predica di qualche star con la sindrome di Bono Vox. Per la gioia di grandi e piccini il brano è marchiato a fuoco da vera e propria “mauriziaparadisite” cronica. A prova di questo il testo che un’accozzaglia di slogan e frasi dai palesi doppi sensi, soprattutto se messi in bocca (…ehm…) all’eroina della notte: «Hop hop… su bel duro!», , «Dalla bocca è risucchiato, il fumo è dentro nel palato», «Dentro dentro dentro tutto, perché fuori sembra brutto» e il martellante «Tira, tira, tira e si ritira» sono fulgidi esempi che riportano alla mente il già noto «Dai dai dai, tu non vieni mai» di una quindicina d’anni prima.

Se come dice Maurizia «la scoreggia è una legittima difesa», questa come minimo è un’arma di distruzione di massa.

I più letti di oggi

4 COMMENTI

  1. "Agitare prima dell'uso"?Cos'è? Una cover di Ivan Cattaneo o ne ha semplicemente copiato il titolo?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI