Lea Di Leo Lo sento dentro

Lea Di Leo, l’ex regina dei servizi telefonici per adulti ci canta Lo sento dentro

Lea Di Leo Lo sento dentroDopo una gavetta come ballerina di lap dance e attricetta hard, Lea Di Leo raggiunse la fama nei primi anni 2000 con i servizi telefonici per adulti a pagamento, i famigerati 899 di cui per anni è stata la regina incontrastata, pubblicizzandoli in televisione durante i suoi spettacoli notturni bollenti, tra pose ginecologiche e immagini esplicite. Tutto questo finí bruscamente quando quegli impiccioni di Striscia la notizia non le fecero chiudere baracca e burattini dopo un loro servizio sulle truffe telefoniche.

Terminato bruscamente questo capitolo della sua vita, la nostra ha cercato di reinventarsi come ballerina, attrice (hard e non solo) e cantante sulla scia delle più famose pornodive come Ilona Staller, Moana Pozzi, Traci Lords o piú recentemente Clara Morgane. Proprio come queste ultime, Lea gioca la carta dell’intrattenimento facile per piste da ballo, sfruttando la carta del sesso semi-esplicito, del detto-non detto e dei doppi sensi non troppo raffinati.

Se il tutto vi suona familiare avete fiutato bene. Questa Lo sento dentro è un becero copia-incolla di quanto fatto dagli indimenticati Art Of Love molto tempo addietro con “pezzacci” come Duro o Tromba: cassa dritta e tamarra e testo recitato buono (forse) per far arrapare i quattordicenni («Lo sento dentro, lo sento lento … Che viene e che va»).

Canzone letteralmente da encefalogramma piatto: un suono uguale a un milione di altre canzoni dance a caso, troppo puritana per essere notata dal pubblico delle discoteche (suvvia, i fan di Leo Di Leo si sarebbero aspettati qualcosa di un po’ piú spinto) e senza appeal commerciale per le radio. La cosa più deludente è però l’interpretazione da pesce morto di Lea Di Leo che sembra leggere la lista della spesa piuttosto che cercare di eccitare l’ascoltatore. Dalla regina delle hot line era lecito aspettarsi decisamente di più!

La nostra toernerá a cantare (piú o meno) nel 20156 in un featuring con i Didols che le dedicheranno la canzone Lea. Chi cerca qualcosa di stuzzicante passino oltre.

Lo Sento Dentro
(T. Prioli, F. Schiaretti, C. Oliva)

Lo sento dentro
Lo sento lento
Lo sento dentro
Lo sento lento

Lo sento dentro
Che viene e che va
Mi fa volare
È come un dono
Che viene e che va
Mi fa vibrare

È come il mare
Che viene e che va
È come il mare
Che viene e che va
È come un treno
Che viene e che va
Che viene e che va
Che viene e che va

È un suono cosmico
A volte orgasmico
Mi fa volare

Lo sento dentro