Home Illustri Sconosciuti Master - Da Da Da Mundial '82 (1982 - 7")

Master – Da Da Da Mundial ’82 (1982 – 7″)

-

Da Da Da Mundial '82Forse non nel 1934 e nel 1938, ma a noi italiani vincere i mondiali di calcio fa molto male.

Se nel 2006 abbiamo scioccamente preteso indietro la gioconda usando come emissario un fastidioso ometto della pubblicità e abbiamo fatto nostra una discreta canzone rock trasformandone il titolo in “po-popo-po-po-po”, nel 1982 ci siamo sentiti in diritto di prendere quel piccolo capolavoro di pop surreale che è “Da Da Da” dei tedeschi Trio, hit sui generis dei primi mesi di quell’anno, per farne una pedissequa cover e infine trasformarla in “Da Da Da Mundial ’82”, vale a dire questa cosa qua:

Una versione da bar dove la formazione dei campioni viene declamata in uno spagnolo maccheronico sfociando poi in un insensato bridge che recita “son tutti figli di Bearzot” e in un ritornello che fonde mirabilmente spagnolo stentato e dialetto veneto.

A firmare il pezzo i fantomatici Master, trio meteora di goleador formato da Paolo Paltrinieri (ora rinomato produttore di musiche per cinema e TV nonché di diverse hit dello Zecchino d’Oro), Lorenzo Canovi e Romeo Corpetti (che leggenda vuole voce della sigla di Lamù). In panchina Salvatore De Pasquale detto Depsa (storico e bravissimo autore di Peppino Di Capri con nove telegatti nel suo palmares, nonché autore, tra le altre mille, di “Ping Pong” di Plastic Bertrand e “Iammamare” dei Trettrè) che con catenaccio e sciovinismo porta a casa un discreto successo per i colori sociali della Durium.

Non c’è 4 a 3 che tenga per giustificare tale scempio verso il popolo tedesco e il mondo della musica, così in un trionfo di rime baciate in “or” e di cori da stadio sfiatati si arriva esausti alla fine desiderosi di non veder mai più vincere la nostra nazionale.

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Carmen Russo – Nuda (1985 – 7″)

Il 1985 di Carmen Russo sembra scandito dal ricordo di spiagge esotiche come la tastierina nell’intro del pezzo ci suggerisce; un’atmosfera frizzantina e leggera....

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

Roby Facchinetti – Dea (Inno Ufficiale Atalanta B.C.) (2007)

Se la cosa, per i più, fosse passata inosservata, sono certo che rivelando che Roby Facchinetti abbia scritto e cantato l'inno dell'Atalanta Bergamasca Calcio...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...