Home Cinema e TV AA.VV. - Getting Off! The Seductive Sounds Of 70's Adult Cinema (2006...

AA.VV. – Getting Off! The Seductive Sounds Of 70’s Adult Cinema (2006 – CD)

Musica ipnotica e coinvolgente simbolo di un'epoca unica e meravigliosa

-

Getting Off The Seductive Sounds Of 70's Adult CinemaAndando a rintracciare la propria etimologia nello slang afroamericano degli anni ’50 il termine funk indicava letteralmente il sudore che veniva emesso in fase di eccitamento, dando così idea di una musica particolarmente coinvolgente, grezza e soprattutto molto sensuale.

Non c’è quindi da stupirsi se moltissimi film della cosiddetta “età d’oro del porno”, da localizzarsi pressappoco tra il 1973 e il 1983, avessero delle colonne sonore proprio di questo genere musicale, perlopiù curatissime e di pregevole produzione e eccellenza tecnica.

E non era cosa nuova per questo genere di film (anche nel periodo di maggior popolarità nel mainstream per il porno-chic) che tra gli autori delle colonne sonore, spesso nascosti dietro pseudonimi o non facendosi proprio accreditare rimanendo nell’anonimato, si nascondessero veri e propri giganti della musica di ogni tempo.

In particolare questa compilation pubblicata nel 2006, dal kilometrico titolo Getting Off! The Seductive Sounds of 70’s Adult Cinema, presenta un distillato di purissimo funk al 100%, direttamente preso dalle colonne sonore di film a luci rosse così come dai vasti repertori di diversi autori di Library Music come Ray Davies o Brian Bennett, i cui brani più graffianti potevano tranquillamente finire in qualche film per adulti a basso budget o in qualche loop in 8mm semi-clandestino.

Getting Off The Seductive Sounds Of 70's Adult Cinema
La locandina di “Inside Seka”

Tra i vari autori di Library presenti nella compilation troviamo anche i prolificissimi Alan Tew e Roger Webb (il quale comparve anche nelle compilation spy-jazz dedicate a Bettie Page) che scrissero jingles televisivi e musiche per serie TV assai popolari, così come Les Hurdle che fu bassista di Donna Summer e di Umberto Tozzi. In altri casi i brani rimangono totalmente misteriosi tacendo su autori ed esecutori.

Abbiamo in ogni caso delle grandi composizioni create per agire da puro sottofondo con quanto avviene sullo schermo ma decisamente perfetti nel ricreare quell’atmosfera, sempre in bilico tra l’estetica e la moda musicale del proprio tempo, l’erotismo tipico del funk e un vago senso di compiaciuta auto-ironia.

Jam psichedeliche piene di chitarre distorte (Fernando’s Blues, tema principale dell’esilarante Come Under My Spell) e ondate onnipresenti di bassi persistenti (Power Play su tutte), synth sognanti e percussioni frastornanti (Carl’s Cabana e Bang ‘Em Hard, entrambi brani tratti dal super classico Inside Seka, uno degli ultimi grandi capolavori della Golden Age of Porn). Insomma, tutto ciò che di meglio si potrebbe chiedere da una perfetta compilation di colonne sonore di film per adulti d’annata, musica ipnotica e coinvolgente simbolo di un’epoca unica e meravigliosa.

Tracklist:
01. L. Hurdle & F. Ricotti – Move On (1978)
02. Anton Scott (Sound Experience) – J. P. Walk (da “Boogie Nights” 1978)
03. Alan Tew – Gentle in the Night (da “The Hanged Man” 1976)
04. Ray Davies – Power Play (1977)
05. sconosciuto- Nude Interlude #1 (da “Kinky Ladies of Bourbon Street” 1976)
06. Alan Hawkshaw – Hawkwind and Fire (da “Never So Deep” 1981)
07. Brian Bennett – Disco Fever (1978)
08. Roger Webb & Keith Grant – The Bends (1974)
09. Alan Tew – The Heist (da “A Hanged Man” 1976)
10. sconosciuto – Nude Interlude #2 (da “Downstairs, Upstairs” 1980)
11. sconosciuto – Carl’s Cabana (da “Inside Seka” 1980)
12. sconosciuto – Fernando’s Blues (da “Come Under My Spell” 1981)
13. sconosciuto – Nude Interlude #3 (da “Do You Wanna Be Loved?” 1978)
14. sconosciuto – Bang ‘Em Hard (da “Inside Seka” 1980)

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Carmen Russo – Nuda (1985 – 7″)

Il 1985 di Carmen Russo sembra scandito dal ricordo di spiagge esotiche come la tastierina nell’intro del pezzo ci suggerisce; un’atmosfera frizzantina e leggera....

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

Bomfunk MC’s – Freestyler (1999 – CD singolo)

I Bomfunk MC's hanno solo due ragioni per venire ricordati ancora oggi: il fatto di essere stati l'unico gruppo hip hop finlandese ad avere...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...

SPKX feat. Rino Gattuso – Every Day Malakia (2014)

La popolarità internazionale del calcio e la globalizzazione hanno fatto sì che, sempre più spesso, allenatori di fama si trasferiscano in paesi lontani per...