Home Sesso e Musica Rammstein - Pussy (2009 - singolo)

Rammstein – Pussy (2009 – singolo)

-

Rammstein PussyDopo ben tre lunghi anni di attesa è arrivato finalmente il nuovo singolo dei Rammstein. Personalmente l’attesa è stata tanta, soprattutto per capire quali sarebbero state le coordinate che i sei folli tedeschi avrebbero intrapreso dopo due dischi discreti e niente più.

I rumorosissimi berlinesi sembrano aver messo da parte per sempre ogni velleità artistica “alta” preferendo divertirsi, giocando a fare se stessi nel vero senso della parola. Il nuovo singolo “Pussy” riparte dalla stupida follia di “Te Quiero Puta” dell’ultimo album “Rosenrot”, ed il messaggio è forte e chiaro già dalla copertina dove la band appare ritratta senza veli in sembianze femminili.

Il brano è una canzoncina musicalmente facile facile ed ampiamente sotto gli standard del gruppo che si ripresenta sì con le solite chitarrone, le solite tastiere gotiche, la solita sezione ritmica secca e marziale e la solita interpretazione teatrale di Till Lindemann, ma anche con un testo che sembra scritto dalla versione etero di Brüno:

You’ve got a pussy,
I have a dick,
So what’s the problem?
Let’s do it quick.

So take me now before it’s too late
Life’s too short, so I can’t wait.
Take me now, oh don’t you see,
I can’t get laid in Germany.

Tutto voluto e studiato a tavolino, ma anche tutto dimenticabilissimo. Tutt’altro discorso invece per il videoclip che passerà alla storia come il primo video musicale pornografico (ATTENZIONE: il seguente link conduce ad un sito contenente materiale pornografico riservato ad un pubblico adulto, al fine di fornire accesso all’opera integrale così come originariamente concepita dagli artisti. Qualora tu non sia maggiorenne sei invitato a non cliccare il link. Il video censurato è incluso nel corpo dell’articolo). In un’era di decadenza di questo formato promozionale ancora una volta la band tedesca è tra i pochi artisti che riesce a coniugare creatività, fantasia e senso dell’umorismo in un semplice videoclip. Dopo aver visto i vari musicisti impegnati nelle situazione più strane questa volta sono alle prese con procaci fanciulle interpretando sei scene stereotipate di film a luci rosse senza lasciare nulla alla fantasia.

Attenzione però, se guardate con attenzione vedrete che il rapido montaggio non riesce a nascondere come nelle scene più esplicite i Rammstein siano stati sostituiti da degli attori proffessionisti, ma questo, in fondo, non cambia di una virgola la sostanza: “Pussy” ha fuso il videoclip musicale e la pornografia, andando ben oltre quanto fatto dai nostrani Elio e le Storie Tese che presero parte ad un (brutto) film di Rocco Siffredi, ma solo come spettatori-musicisti di un’orgia.

Che vi piaccia o meno la canzone perché disperarsi? «You’ve got a pussy, I have a dick. So what’s the problem?»

I più letti

15 COMMENTI

  1. Ho pensato (e detto agli amici) la stessa cosa dopo aver visto il video: "è il primo video musicale veramente porno: non andrà certamente su MTV o sui canali a diffusione consueta, ma farà parlare di sè".In quanto al brano, beh…anche qui hai ragione: la canzone è piuttosto scialba, innocua.Nulla a che vedere con "Du Hast", ad esempio (ma è anche vero che, allora, l'album "Herzeleid" rappresentava un mix di cose "nuove", per di più cantate in tedesco – non a caso ebbero un certo successo anche in USA).>FrankDee<

  2. Certo, JJ John, il montaggio, soprattutto quello…:-PHo sbagliato: l'album al quale facevo riferimento era "Sehnsucht", ossia quello che me li ha fatti conoscere.Anche quello citato, comunque, insieme a "Reise Reise" sono i tre capisaldi del Rammstein-(fu?)pensiero.Quando arrivarono a Milano li andai a vedere, e fecero un concertone: non sono fan del metal, ma dire che questa è una band metal è riduttivo.>FrankDee<

  3. Hai ragione.Oggi va così.Concentrazione: 1) Herzelheid2) Sehnsucht3) Mutter4) Reise, ReiseHai ragione. Intendevo i primi tre.Ma anche il 4 non è male.Secondo molti, la curva discendente è iniziata con "Rosenrot". Dove per esempio c'è la canzone cantata con Sharleen Spiteri che non c'azzecca una cippa.>FrankDee<

  4. Come questo video penso non ce ne siano altri al momento, però mi vengono in mente alcuni video di brani dance che erano sulla buona strada (però c'era anche una versione "censurata" per rendere il video un po' più accessibile)… Penso ai video di "Who's your daddy" di Benassi o "How do you do" di Cascada, quest'ultim incentrato su un simulatore di rodeo e di cui esiste una versione chiamata "supremos porn edit" (che poi è la versione non censurata).Comunque niente a che vedere col video dei Rammstein…

  5. Non è corretto definire PUSSY il primo video musicale porno della storia. Non dimentichiamoci di PROTEGE MOI dei Placebo diretto da Gasper Noé! UnTillDiPassaggio

  6. La differenza con il videoclip dei Placebo è che questo non è stato concepito come un pornografico, infatti a parte un paio di scene (tra l'altro non in primo piano) non possiamo efinirlo pornografico, inotre i Placebo si guardano bene dal prenderci parte, mentre per "Pussy" la pornografia (streotipata) è voluta ed inoltre i nostri ci menttono la faccia (ed anche qualcos'altro)

  7. A me i primi 2 album dei Rammstein non entusiasmano invece tranne i singoli, io li ho scoperti con Mutter e per me rimane il migliore e poi viene Reise Reise. I gusti son gusti, è inutile fare classifiche!

  8. Pussy é ironicamente un pezzo geniale e gioca proprio sugli stereotipi del porno anni 80 90. Il testo é volutamente banale perché rispolvera quell´immaginario erotico rappesentato dalla pornografia classica in cui il sesso era piú facile e veloce che bere un bicchiere d´acqua. Questo brano con il realativo video (che non poteva che essere tale) ci riporta alla mente un periodo in cui la pornografia faceva immaginare allo spettatore medio (spesso sessualmente represso) un mondo fantastico e straordinario fatto di splendide donne affamate di membro, un mondo a misura maschile, senza corteggiamenti lunghi e noiosi, senza preliminari amorosi… un mondo fatto di pura carnalitá. Stiamo parlando di anni in cui la realtá era ben diversa e dove per ottenere sesso da una donna si dovevano fare autentici salti mortali e spesso in modo "canonico". Film pornografici con una trama ridicola e se vogliamo offensiva per un qualsiasi individuo dotato di un minimo di intelligenza. I Rammstein hanno voluto proprio ironizzare su questo, su come eravamo sciocchi ad eccitarci di fronte a simile scenette di una banalitá disarmante, elevando nel contempo le pornostar dell´epoca ad icone dell´erotismo (vedi Cicciolina, Moana Pozzi ecc); simili scenette che viste oggi, dove il sesso é ben piú facile da ottenere rispetto a 20, 30 anni fa, ci fanno solo ridere.

  9. Concordo con diamond grandi rammstein. l'album e peso bello diretto avvolge perfettamente tutti gli album mi piace piu di rosenrot.Ps:cè un pò di bigotti in questi commenti eh.

  10. Amo moltissimo i Rammstein e questo video l'ho adorato fin da subito. Ha centrato esattamente dove voleva centrare, sollevando un polverone e facendo subito ottima pubblicità al disco in uscita!Finalmente un video con le palle (in tutti i sensi) e bigottismo al rogo!Rock on ,,/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti