Home Film, TV e Colonne Sonore Margaret Lee - Crash-Sci-Sci-Patapum (1967)

Margaret Lee – Crash-Sci-Sci-Patapum (1967)

-

Margaret Lee Crash-Sci-Sci-PatapumSe siete degli appassionati e incalliti lettori del celebre giallo a fumetti Diabolik come lo sono io, allora questo è il momento di tralasciare qualsiasi altra attività e soffermarvi qualche minuto sulla lettura delle righe che seguono, anche se avete le lasagne al forno fumanti in tavola o l’ennesimo bucato da passare in lavatrice.

Molti di voi staranno già pensando a chissà quale tema musicale dedicato al celebre criminale di Clerville che ha mantenuto tutti col fiato sospeso grazie anche alla trasposizione cinematografica a cura di Mario Bava, ma in realtà non ho alcuna intenzione di dilungarmi sulla colonna sonora del film Danger: Diabolik (1968) realizzata dall’immortale Ennio Morricone. Voglio invece parlarvi del film-parodia a firma di Steno Arriva Dorellik del 1967 che ne fu anticipatore e probabilmente anche l’ispiratore, interpretato da uno sfavillante Johnny Dorelli assieme all’affascinante e bellissima Margaret Lee e di un pezzo lounge niente male regalatoci dall’inglesina originaria di Wolverhampton, perfetta (o quasi) sosia di Marilyn Monroe che ha impazzato nel corso degli anni ’60 e ’70 nella televisione e nel cinema italiano.

Margaret Lee Crash-Sci-Sci-Patapum

La nostra biondissima attrice dal fisico bambolesco e due labbra mica da ridere avrà tantissima notorietà in Italia durante gli anni del boom grazie alle sue numerose apparizioni televisive come spalla fissa di Johnny Dorelli, ma sopratutto per aver avuto ruoli di rilievo in film assieme a nomi del calibro di Totò, Marcello Mastroianni, Gianni Morandi e anche il grande Klaus Kinski, oltre che per tutta la sconfinata serie dei B-movies in cui è apparsa collaborando attivamente con gli indimenticabili Franco e Ciccio, Riccardo Garrone, Liana e Moira Orfei e perfino con Tomas Milian.

Ciò di cui ci preme parlarvi però di questa bellissima e poliedrica attrice è il suo lato canoro che, a dispetto di tante altre sue colleghe dell’epoca, ma anche degli anni che seguiranno, è una delle poche eccezioni che realizzano il perfetto connubio tra bellezza fisica e sapiente uso delle corde vocali. A dimostrazione di ciò purtroppo non furono però mai realizzati dei supporti vinilici, nemmeno uno sparuto 45 giri, lasciandoci altresì corpose testimonianze all’interno delle diverse pellicole nelle quali la nostra bella Margaret è apparsa sempre come co-protagonista.

Una delle più famose dimostrazioni di quanto sosteniamo è inserita nel già citato Arriva Dorellik che venne realizzato prendendo spunto dagli sketch apparsi all’interno del programma Sabato Sera in onda sul primo canale, dove appunto il nostro Dorelli in calzamaglia parodiava il ben più celebre Diabolik assumendo il nome di Dorellik. All’interno della pellicola troviamo la nostra Margaret Lee nel ruolo di Baby Eva (controparte di Eva Kant del celebre fumetto noir) e il brano che ha catturato la nostra attenzione viene elargito durante la famosa scena del night club, dove la bionda protagonista, in uno sciccoso tailleur nero super strassato, intona la psycho-beat “Crash-Sci-Sci-Patapum” dal titolo terribilmente onomatopeico.

Ne viene fuori così un trascinante italo-beat dalle sonorità lounge a firma Franco Pisano e Audrey Nohra Stainton, già autori assieme agli inseparabili Castellano e Pipolo del pezzo dorelliano “Arriva La Bomba”, guarda caso sigla iniziale dello stesso film, che non manca di darci una versione canterina dell’affascinate Baby Eva dove, alla stregua delle sonorità già sentite con protagonisti del beat italiano come Rocky Roberts, una storia d’amore andata male viene vivacemente edulcorata tra un bicchiere di scotch e una spallina che cade.

Per i più esigenti e appassionati collezionisti segnaliamo che esistono ben due versioni di questo pezzo: oltre che la versione italiana ne esiste una in inglese che fu realizzata per l’edizione estera del film dal titolo How To Kill 400 Duponts.

Margaret Lee Crash-Sci-Sci-Patapum
Johnny Direlli e Margaret Lee in una scena di Arriva Dorellik

Tra le tante curiosità che maggiormente riguardano il brano in questione c’è da segnalare che il gruppo che accompagna la bella Margaret è l’apparentemente anonimo The G & M band (come si evince dalla scritta sula cassa della batteria); in realtà il gruppo è ben più famoso di quanto si pensi, essendo formato da dei giovanissimi Guido e Maurizio De Angelis, quando ancora non erano conosciuti come gli Oliver Onions, proprio agli esordi della loro carriera musicale che da lì a poco li vedrà realizzare successi dopo successi.

Per aggiungere una nota rosa che farà piacere anche a tutto l’universo femminile, a fronte del successo del film verrà fatta anche la parodia nella parodia, inscenando così le vicende di Margaretlik, una sorta di rivincita in calzamaglia sul main character Dorellik e lo stradominante share a carattere prevalentemente maschile che di lì a poco sarebbe stato ampiamente contestato dalle lotte femministe degli anni ’70.

Un piccolo ma doveroso omaggio alla nostra biondissima Margaret Lee che finiti gli anni ’70 non ha più dato notizie di sé, lasciando un vuoto (e che vuoto!) nei cuori di tutti noi accaniti amanti dei musicarelli e dei filmetti anni ’60 all’italiana; gli stessi interpretati dai “soliti” Gianni Morandi, Bobby Solo, Little Tony e Rita Pavone grazie ai quali immancabilmente costringevamo poi i nostri genitori a comprarci le relative uscite discografiche, anche se fosse stato solo per ammirare estasiati i nostri beniamini su quelle belle cover patinate formato 31×31 o più solitamente 18×18.

Alex

Crash-Sci-Sci-Patapum

Crash-Sci-Sci-Patapum!
Me ne innamorai di te
Perdutamente sai, per non lasciarti mai… stupido!Crash-Sci-Sci-Patapum!
Tu sei stato un fulmine… che m’ha scolpito sai,
come nessuno mai, mai, mai, mai!
Per un uomo ho pianto, tanto, tanto… mo’ non piango più!

Crash-Sci-Sci-Patapum!
M’è passato il fulmine
L’amore se ne va e cosa lascerà… nuvole!

Crash-Sci-Sci-Patapum!
Non esisti più per me
Il male che mi fai, io non lo sento sai, sai, sai, sai!
Se ti amavo all’ora, ora, ora… non ti amo più!

Crash-Sci-Sci-Patapum!
Like a flash it came to me
We don’t see other ways
We better say good-bye, bye, bye, bye!

Loving you was crazy, crazy, crazy… I’m in love no more!
No no no no more!
I don’t want to see you anymore!

Crash-Sci-Sci-Patapum!

I più letti di oggi

4 COMMENTI

  1. Grazie Vikk, x aver attirato l'attenzione su questo bell'indiavolato beat italiano e su questa bellissima pupa, mamma che sventola… con una bocca molto espressiva!

  2. Grazie per avermi fatto scoprire questa perla.
    Credo ci sia un errore nel testo, dove dice “we don’t see other ways” mi sembra che dica “we don’t see eye to eye”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI