Home Film, TV e Colonne Sonore Eleonora Giorgi - Magic (1980)

Eleonora Giorgi – Magic (1980)

-

Eleonora Giorgi MagicAbbiamo già avuto modo di conoscere il debutto discografico di Eleonora Giorgi, la biondina “acqua e sapone” che negli anni ’80 ha tappezzato letteralmente le riviste patinate di “nicchia” tanto care ai maschietti dell’italico suolo (e non solo), confermandosi icona sexy di tanti adolescenti e appassionati del settore.

Non tutti sanno però che la nostra eterea ninfa scolpita nel pongo ebbe il battesimo del pentagramma già nel 1980, realizzando il brano “Magic” che farà parte della colonna sonora della commedia cinematografica Mia Moglie è Una Strega in cui la nostra bella Eleonora interpreta la strega Finnicella, al fianco di Renato Pozzetto (il marito Emilio) e Helmut Berger (il demone Asmodeo), per la regia di Castellano e Pipolo.

L’idea nacque al buon Detto Mariano, ex tastierista ed arrangiatore del Clan di Adriano Celentano e ormai celebre produttore discografico, che durante le fasi finali della realizzazione del film tentò di convincere una riluttante Eleonora, fino ad allora fermamente convinta (e con tutte le ragioni!) di essere “stonata”, a incidere la sigla di coda in mancanza di altre interpreti o stagiste disposte a prestarsi a tale “impresa”.

Venne così alla luce “Magic”, leggera ballata dalle preziose atmosfere flautate sapientemente mescolate con la esile vocina della novella “virtuosa del soffio” che ben si adatta alla trama del film.

Seppure costellato dalla costante afonia della nostra bella Eleonora il risultato finale piacque così tanto alla produzione che nonostante le rimostranze iniziali da parte della nostra Finnicella verrà comunque utilizzato a chiusura di pellicola. Tuttavia, nonostante la buona riuscita del brano e le idee iniziali di pubblicarlo per la Ricordi, non ne verrà mai tratto un 45 giri restando così inedito fino ai giorni nostri.

Come è andata poi lo sappiamo tutti: dopo il coinvolgimento del paroliere d’Italia Cristiano Malgioglio e la pubblicazione dell’unico 45 giri “Quale appuntamento… / Messaggio personale” del 1981, viste le esigue capacità vocali a fronte di una ben più prorompente fisicità e una silhouette da infarto, Eleonora abbandonerà definitivamente la scena musicale per dedicarsi al cinema e alla televisione.

Eleonora Giorgi Magic
Eleonora Giorgi in una scena del film

Indubbiamente non siamo ai livelli indiscussi di afonia artistica caratteristici di Viola Valentino o nell’ambito delle linee melodiche ipouditive di Romina Power, ma anche la nostra Eleonora sa difendersi, riservandosi di diritto un posto ad hoc fra le cosiddette “dive del sussurro”.

Consigliato a tutti gli estimatori del canto a ultrasuoni e a tutta la fauna capace di apprezzare tali melodiosità.

Alex e Vittorio “Vikk” Papa

Magic
(Giorgi, Mariano, Castellano, Pipolo)

Magic
Possiamo fare un patto fra di noi
(lascia stare, non lo dire, pensa a te…)

Magic
che tu sicuramente lo gradirai

così ho deciso che lancerò un malocchio
coda di ranocchio… per chi vorrebbe te
perchè devi stare con me…
(con me… con me…)

magic
sarò la dolce strega che tu vuoi
(lascia stare, non lo dire, pensa a te…)

magic
oppure la tua fata se lo vorrai

I più letti di oggi

5 COMMENTI

  1. "canto ad ultrasuoni" è una definizione SPLENDIDA. fotografa gli indefinibili momenti (intensità massima) della gloriosa schiera d'interpreti che potremmo chiamare le SFIATATE.

  2. In definitiva si tratta di un piccolo gioiellino del microsolco che chiude definitivamente (ahinoi!) la troppo esigua discografia della nostra bellissima Eleonora, che si contraddistingue anche nel suo esordio discografico per la sua tipica "cantata-parlata" che da li a poco aprirà la strada alle regine del Sottovocalizzo come Carmen Russo e Alba Parietti, per poi spalancare definitivamente le porte negli anni successivi ad altre Maria Callas dell'ultrasuono come Eva Henger, Brigitte Nielsen e Flavia Vento.Per gli appassionati e per tutti gli aficionados ecco elargita la stupenda discografia completa:Eleonora Giorgi – Discografia Completa1980 – Magic (inedito)1981 – Quale Appuntamento…/Messaggio Personale (7" – Ricordi)@ Vikk: C'è ancora da dire che il testo della canzone, così come viene riportato, è incompleto. Lo segnalo affinchè venga corretto nel post e rimedio subito trascrivendo la versione integrale:Magic(Giorgi, Mariano, Castellano, Pipolo)MagicConosco mille trucchi che non sai(Lascia stare, non lo dire, pensa a te…)MagicChe io potrei insegnarti se tu lo vuoiMagicPossiamo fare un patto fra di noi(lascia stare, non lo dire, pensa a te…)MagicChe tu sicuramente lo gradiraiCosì ho deciso che lancerò un malocchioCoda di ranocchio… per chi vorrebbe tePerchè devi stare con me…(Con me… Con me…)MagicSarò la dolce strega che tu vuoi(Lascia stare, non lo dire, pensa a te…)MagicOppure la tua fata se lo vorraiSito Ufficiale: https://www.eleonoragiorgi.it/Eleonora Giorgi su Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Eleonora_GiorgiQuale Appuntamento…/Messaggio Personale (1981): https://discografia.dds.it/scheda_titolo.php?idt=4067

  3. Ad accomunare queste “cantanti ad ultrasuoni" c'è sempre la doppia pista vocale, vecchio trucco dell'era analogica: se in un punto A di una pista c'è una stonatura, nello stesso punto dell'altra pista la voce si presume sarà intonata e “coprirà" l'errore. Oggi si usano tonnellate di autotune: non saprei quale dei due trucchi è il meno elegante.Paolo

  4. Signori, nonostante tutto… il tema del film e' molto simpatico. Ricordo ancora con piacere la versione anche pseudo punk/hard rock… 😛

  5. Non metto in dubbio quanto scritto nell’articolo… ma trovo comunque difficile pensare che Mariano si fosse rivolto direttamente alla Giorgi, come extrema ratio, per mancanza di più “professionali” alternative. All’epoca, parliamo dei primi anni 80, Pozzetto e Giorgi erano, per diversi motivi, due degli attori più richiesti e sbanca-botteghini della penisola, e un film che li vedeva assieme era praticamente un successo assicurato -com’è stato per ‘Mia moglie è una strega’-: in tale contesto, credo che sarebbero state tante le cantanti, turniste, stagiste o chi altri, a voler prendere parte a un progetto così reclamizzato. Non so, rimango dell’idea che in realtà ci sia qualcos’altro sotto.

    La canzone in se rimane molto leggera e alla fine, abbastanza insipida, facilmente dimenticabile; Giorgi, diciamo così, si limita a non fare danni e porta a casa il compitino, aiutata da una melodia così esile ma che ben si presta al tono “magico” del film. Per fortuna non era certo questa ‘Magic’, relegata ai titoli di coda, il fulcro di ‘Mia moglie è una strega’, al contrario per me una delle migliori commedie italiane del tempo – la scena dell’auto “impazzita”, su tutte, nella sua semplicità la ritengo tra le più divertenti nella storia cinema italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI