Home Meteore Carolina Marquez - Su Di Noi (2018, singolo digitale)

Carolina Marquez – Su Di Noi (2018, singolo digitale)

Il ritorno della diva dell'italo dance con un'inaspettata (ma non troppo) cover di Pupo per un tuffo di nostalgia

-

Carolina Marquez Su Di Noi pupo coverCarolina Marquez: basta il nome per evocare nel ricordo dell’ascoltatore over 30 memorabili momenti di musica italo dance e di relativa ignoranza sociale. Erano gli anni ’90 e Milano (e l’Italia) era un’altra, come direbbe Marracash:  andavamo alle medie o alle superiori e la dance tricolore a cassa dritta e unz-unz pompati la faceva da padrone nei nostri Walkman sulle cassettine registrate dalla radio e nei nostri lettori CD portatili con le mitiche compilation DeeJay Parade, Discomania, Hits On Five e Danceteria, oltre ai primissimi file scaricati da Napster. Bei tempi vero? Roba che a raccontarli adesso sembra di parlare di un secolo fa.

Sulla fine di quel decennio tra gli svariati artisti di genere spiccava lei, la biondissima e sexissima colombiana, al secolo Rocio Carolina Mateus Alfonso. Meglio nota come Carolina Marquez. E come avrebbe potuto essere altrimenti? A una voce caratteristica dal forte e sensuale accento latino abbinata canzoni dal titolo esplicitamente provocante (Amor Erotico, S.E.X.O, Bisex Alarm), una bellezza appariscente e lunghi capelli biondo platino, che per i canoni dell’adolescente medio di quel tempo equivalevano alla materializzazione di un sogno erotico proibito. A fare da filo conduttore, ma nondimeno importante, la classica musicalità tamarra, formula che in quel periodo era viatico di immediato successo.

Sebbene la moda musicale sia cambiata e Carolina in Italia non sia più popolare come un tempo, essendo sparita dai radar di massa più o meno a metà anni 2000, la sua attività musicale è proseguita, con showcase in svariate parti del globo e produzioni continue che l’hanno consacrata come uno dei prodotti di genere più longevi. Il 2018 non si è sottratto a questo trend e la nostra produce il nuovo brano Su di noi.

Per ritornare a pompare nelle casse del Bel Paese, Carolina Marquez, in collaborazione con DJ Matrix e Matt Joe (coproduttori, tra l’altro, della serie di compilation dall’eloquente titolo Musica da giostra), sceglie di puntare su una ricetta ben collaudata, declinata in mille note, da Geordie di Gabry Ponte a Un giorno credi di Gigi d’Agostino, tanto per citarne alcune: la cover in salsa unz-unz di un pezzo del glorioso passato della musica leggera italiana. Per la cantante colombiana la scelta cade sull’immortale hit di Enzo Ghinazzi, in arte Pupo.

Come buon ricettario prevede, in questa nuova versione di Su di noi nessun ingrediente è fuori posto. Pur essendo passato un quarto di secolo, Carolina si dimostra seguace di quel fenomeno linguistico “alla Heather Parisi” che caratterizza alcuni parlanti di italiano come seconda lingua: non ha infatti perso una virgola di quell’accento che l’ha fatta entrare nei cuori di tutti gli ignoranti delle giostre d’Italia. Per stare al passo con i tempi ecco che l’autotune è utilizzato a profusione: e come potrebbe essere altrimenti in una canzone che del «na na na na» ha fatto il marchio di fabbrica? Anche synth e beat paiono usciti direttamente dalle cassettine in voga negli anni novanta. Un vero e proprio tuffo nella nostalgia del passato.

Se proprio dovessimo trovare un difetto, quello potrebbe essere il video: un cartone animato sulle tinte del rosa e del violetto, ben distante dai canoni amor-erotici cui la colombiana naturalizzata italiana ci aveva abituato, che ci privano della gioia di poter ammirare la sua bellezza, il cui fascino provocante è rimasto immutato pur con il passare degli anni. Tutto il resto, parafrasando Franco Califano, è noia.

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Carmen Russo – Nuda (1985 – 7″)

Il 1985 di Carmen Russo sembra scandito dal ricordo di spiagge esotiche come la tastierina nell’intro del pezzo ci suggerisce; un’atmosfera frizzantina e leggera....

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...

SPKX feat. Rino Gattuso – Every Day Malakia (2014)

La popolarità internazionale del calcio e la globalizzazione hanno fatto sì che, sempre più spesso, allenatori di fama si trasferiscano in paesi lontani per...