Home VIP Canterini Brian & Garrison and Rodeo Drive - Don't Break My Heart (1989...

Brian & Garrison and Rodeo Drive – Don’t Break My Heart (1989 – 12″)

-

Brian & Garrison and Rodeo Drive Don't Break My HeartDire anni ’80 a livello mediatico corrisponde a dire Stati Uniti d’America. Mai come in quel decennio l’influenza culturale a stelle e strisce fece sentire preponderante la propria forza nel panorama dei mass media italiani, complice la definitiva liberalizzazione dell’etere che diede il via al proliferare della TV commerciale, vero patrimonio nazional-popolare italiano.

Ecco dunque entrare in scena la seconda variabile impazzita dell’equazione: Silvio Berlusconi. L’approccio di marketing di Sua Emittenza doveva molto all’esperienza delle syndacation americane: un modo di fare televisione totalmente diverso dal carrozzone di Mamma Rai, più dinamico e improntato sul proporre un prodotto giovane, d’intrattenimento, dal taglio moderno e veloce. Ecco allora l’invasione delle serie televisive americane, l’entrata in palinsesto di quiz show provenienti da oltreoceano, l’arrivo degli sport a stelle e strisce commentati dalla mitica voce di Dan Peterson, from Evanston Illinois. Tutto ciò che era americano andava bene, in puro stile reaganiano.

Potevano mancare i ballerini? Certo che no. Proprio in quegli anni infatti il mitico duo Brian & Garrison, composto dai dancers Brian Bullar e Garrison Rochelle faceva il suo esordio sugli schermi italiani. I due ottimi ballerini, conosciutisi lavorando per conto del coreografo monstre Bob Fosse, diventarono una presenza fissa negli stacchetti di quel tempo. Non ci stupisce immaginarne il motivo: due ragazzotti ipervitaminici, uno biondo e l’altro permanentato, ottimi performer, di bella presenza e dall’incerta pronuncia italiana non potevano che fare breccia nei cuori di una società che mangiava pane (scusate, hamburger: vi dice qualcosa il termine paninaro?) e America, e viveva col sogno a stelle e strisce.

Come per molti VIP anche Brian & Garrison hanno avuto il loro excursus musicale: siamo nella seconda metà degli anni ’80 quando viene pubblicato il singolo “Don’t Break My Heart”, secondo tentativo (Il primo fu il singolo “Till The Morning Comes”) di trasportare il successo dei due ballerini in chiave musicale. Una canzone su cui vi è poco da dire: sonorità tipicamente disco dance anni ’80, ritmica piacevole, testo leggero e motivetto dal ritornello efficace. Un must per gli aficionados della musica di quel decennio e per le ammiratrici nostalgiche del mitico duo americano, nonché per gli amanti di Amici di Maria De Filippi, programma in cui abbiamo ritrovato Brian & Garrison questa volta nelle vesti di insegnanti di ballo e coreografi.

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

La sigla italiana di Lamù: un mistero irrisolto (forse)

Il caso della sigla italiana dell'anime Urusei Yatsura, meglio noto ai fan nostrani come Lamù, è uno dei grandi misteri della storia della musica...

Roberto Angelini – Gattomatto (2003 – singolo)

È difficile parlar male di un bravo artista, ma questa “Gattomatto” riesce a ogni ascolto a mettermi addosso una tristezza impressionante, a cominciare da un...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Le 10 migliori canzoni dei film di Bud Spencer e Terence Hill

Abbiamo perso quello forzuto, grosso e bonaccione nel 2016 mentre quello biondo, belloccio e scaltro ci ha regalato l'ennesima pellicola fatta di cavalcate in...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...