Home VIP Canterini Benedicta e Brigitta Boccoli - Stella (1989 - 7")

Benedicta e Brigitta Boccoli – Stella (1989 – 7″)

-

benedicta e brigitta boccoli stellaEbbene sì, anche al tempo, e soprattutto a quel tempo, era necessario essere i nuovi o le nuove “qualcosa” per essere qualcuno. A discapito d’identità forti, una connotazione fondamentale era essere consapevoli di essere la versione nuova di qualcosa che era già esistito. Come biasimare l’originalità dopotutto, e come non citare Picasso in questo caso: “Un bravo artista copia, un grande artista ruba”.

Eccoci qui pertanto di fronte a Benedicta e Brigitta Boccoli. Due artiste che a copiare ci hanno provato e che a rubare, eh, era troppo complicato. Rosita Celentano (n’artra, pure lei) le presenta con Danny Quinn (n’artro, pure lui) sul palco del tragico Festival di Sanremo 1989 come le nuove Gemelle Kessler, perché c’hanno le gambe e c’hanno i collant, quindi hanno tutto in regola per essere considerate due virtuose poliedriche. Per non farci mancare nulla infatti ballano, si fanno gli scherzetti, sgambettano a Domenica In, ecc.

Evidentemente avendole viste sgambettare bene in contesti di pregio che contavano, tra gli altri, con gente del calibro di Lino Banfi e Marisa Laurito, qualcuno deve aver pensato che farle cantare potesse essere cosa gradita e stupefacente. (Attenzione! Questa è una produzione Claudio Cecchetto!).

Purtroppo però i quattro secondi iniziali del loro unico pezzo sono cruciali. Le sorelle arrivano sul palco mano nella mano come due scolarette, si guardano intorno e sgranano gli occhi. Forse cercano la “Stella” di cui una mente alta come Jovanotti ha scritto nel testo. E quando “cantano” quel “Quando” iniziale è già la fine. Come lo considerereste voi un attacco del genere? Io, personalmente, un’offesa all’annesso organico che mi permette di ascoltare.

Tanto più il testo è un offesa al linguaggio tutto. Nemmeno Umberto Tozzi arrivò mai a tanto.

Quando un giorno ti svegli
e ti metti a cercare
a due passi dal cuore
brilla una luce
che rende tutto migliore.
Quella luce è una stella
è una gioia e un dolore
un successo, una festa
una promessa
è solamente l’amore.
Stella stella
che il cielo illumini
stella stella
tu-u.
Stella stella
chiamala come vuoi
tu con lei
noi con voi.
Una stella nel cielo
puoi averla davvero
basta prendere il treno
dei desideri
basta un sorriso di più.
Stella stella
che il cielo illumini
stella stella
tu-u.

C’è da essere rincuorati nel sapere che con questo pezzo B&B si sono create il buco immenso in cui sono state catapultate per poi eclissarsi. Non del tutto però, presenze a reality e in fiction a parte, Benedicta è finita a fare l’attrice di teatro, tra l’altro in modo prolifico, e si dice pure che sia “brava”, mentre Brigitta ha sposato un figlio di Moira Orfei e ora se la balla con i cavalli e gli elefanti.

Grazie “Stella”.

I più letti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Cicciolina (Ilona Staller) – Muscolo Rosso (1988, LP)

Se il primo disco di Ilona Staller, pur piacevole, era comunque in linea con il filone pop-disco anni '70, con il suo secondo ed...

3 COMMENTI

  1. Ho visto Benedicta Boccoli nel Teatro ‘Filodrammatici’ della mia città, Treviglio, che interpretava la parte di Elvira nella celebre commedia di Noel Coward ‘Spirito Allegro’; davvero brava, soprattutto a recitare vicino a due grandi come Ugo Pagliai e Paola Gassman senza essere asfaltata!

    • ha fatto ben altro domenica in dispiace che dopo quelle due e sparita dalle scene oggi fa teatro e laltra ora e nel circo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...