Home Big della Musica Andrea Mingardi Supercircus - Zabajone (1978 - LP)

Andrea Mingardi Supercircus – Zabajone (1978 – LP)

Lo zenith artistico del cantautore bolognese nonché un capolavoro dimenticato della musica italiana

-

Andrea Mingardi Supercircus ZabajoneAd un anno esatto dall’ottimo Lo sfighè, Gisto e Cesira, Delone, un marziano e altre storie… ecco che ritroviamo Andrea Mingardi Supercircus in forma più smagliante che mai con l’LP Zabajone.

Abbandonati i toni cabarettistici e (temporaneamente) il dialetto, il cantautore incanala la sua energia e creatività verso una forma canzone più tradizionale ma mai banale, che va a scavare nell’humus musicale tricolore e non solo, per riappropriarsene e rielaborare la materia in maniera personalissima con un approccio che potremmo definire quasi “zappiano” (con i dovuti distinguo).

Le danze si aprono con il pezzo più tirato del disco, la roboante Pus è un divertentissimo punk demenziale ante litteram che prende di mira i punk come nuovi personaggi metropolitani attraverso liriche volutamente improbabili («Sopra a il punk la capra cant’, sotto a il punk la capra crep’»), diventando involontariamente uno dei primissimi brani di punk rock tricolore.

Da qui in avanti il disco sarà un vero e proprio caleidescopio di generi tra la canzone d’autore (Uomo normale), divagazioni strumentali dal sapore prog-orientaleggiante (Maometto), sleaze rock à la New York Dolls (la trascinante Star del rock’n’roll),  progressive (Fantasia e la geniale Tarantola) e musica classica.

A tal proposito l’LP conserva gelosamente un capolavoro assoluto: (Romanza del) Pane maggico è un brano tanto folle quanto sapientemente confezionato, possiamo considerarla una vera e propria aria rock con un testo socio-storico “alleggerito” da un coro al limite del demenziale ed impreziosita da palesi citazioni del celebre Largo al Factotum di Gioachino Rossini.

Interamente scritto dallo stesso Andrea Mingardi, possiamo considerare Zabajone come lo zenith artistico del cantautore bolognese; un disco assolutamente da riscoprire dove i testi personalissimi si sposano meravigliosamente con composizioni mature, solide e sorprendenti; sicuramente un disco borderline, ma che proprio per questo risulta estremamente più attuale e stuzzicante di tutta la successiva e fortunata (dal punto di vista commerciale) carriera come cantautore pop.

Tracce:
A1. Pus
A2. Fantascienza
A3. Maometto (strumentale)
A4. Uomo normale
A5. Star del rock’n’roll
B1. Tarantola
B2.(Romanza del) Pane maggico
B3. Professionista
B4. Fantasia

I più letti

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Donato Mitola: l’ineffabile cantante di Mai Dire TV

Aggiornamento maggio 2018: Abbiamo avuto conferma da ex colllaboratori di Donato Mitola che purtroppo l'istrionico performer è scomparso qualche anno fa. Siamo ancora alla...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...