Home Illustri Sconosciuti Alberto Beltrami - Non Ti Drogare (1980 - 7")

Alberto Beltrami – Non Ti Drogare (1980 – 7″)

-

Alberto Beltrami ‎– Non Ti DrogareStupefacente il Festival del 1980 presentato da (ciao a tutti sono) Claudio Cecchetto. E non certo per la vittoria (finalmente!) di Toto Cutugno, per quanto anche quello non fosse un fatto propriamente normale. Stupefacente perché in gara ben due canzoni trattano molto esplicitamente il tema della droga. E se “Voglio l’Erba Voglio” di Francesco Magni ne parla in modo diretto ma scherzoso, questa “Non Ti Drogare” è un vero e proprio avvertimento che non va tanto per il sottile.

Il semi-sconosciuto Alberto Beltrami, disc jockey ed ex maestro di sci di Madonna di Campiglio scovato da Vincenzo Micocci (ex direttore artistico di RCA e Dischi Ricordi) si presenta sul palco con un look alla Reinhold Messner (come poteva essere altrimenti) e canta su una base disco-folk (scritta e prodotta insieme alla nostra vecchia conoscenza Gaio Chiocchio) il suo monito ai giovani: ragazzi, non vi drogate perché sennò morite!

Ci siam stancati
Ci siam stancati di camminare
Ci siam stancati
Ci siam stancati di camminare
Su queste sabbie
Su queste sabbie nere
Su queste sabbie
Su queste sabbie nere
Non ti drogare
Non ti drogare che fa male
Non ti drogare
Non ti drogare che fa male
E se ti droghi
E se ti droghi muori
E se ti droghi
E se ti droghi affoghi
In fondo al mare
In fondo al mare non c’è sole
In fondo al mare
In fondo al mare non andare
Ci son le barche
Ci son le vele sopra
Balene bianche
Lo spazio è il mondo nuovo
Non ti drogare
Non ti drogare
Non dormire
Non ti drogare
Non ti drogare
Non lasciare
La strada dura
Alla risposta vera
Le tue promesse
A chi ti sta vicino
Ci siam stancati
Ci siam stancati di camminare
Su queste sabbie
Su queste sabbie nere
Non ti drogare
Non ti drogare che fa male
Non ti drogare
Non ti drogare che fa male
Con te il mondo
Per te il mondo crescerà
Con te la vita

Qui l’unico che ha fatto uso di stupefacenti era proprio Beltrami, perché il testo, laddove non ripete ossessivamente la frase “non ti drogare”, sconfina nella psichedelia pura parlando di balene bianche, spazio e mondi nuovi.

Purtroppo la giuria non comprese l’importanza socialogica della canzone e la eliminò subito segnando la fine della carriera musicale del nostro che tornò al suo lavoro da DJ alla storica discoteca Stork a Madonna di Campiglio. Ci piace pensare che ogni sabato sera suonasse la sua “Non Ti Drogare” come monito ai clienti del locale.

[EDIT 2017]: come ci racconta egli stesso nei commenti a questo articolo, Alberto Beltrami è tuttora in attività: “Musiche film padiglione Vaticano expo di Milano 2015 medaglia d’oro miglior padiglione. Faccio ancora il dj e compongo musica”.

Stefano Bissoli e Barbara Ghiotti

I più letti

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Cicciolina (Ilona Staller) – Muscolo Rosso (1988, LP)

Se il primo disco di Ilona Staller, pur piacevole, era comunque in linea con il filone pop-disco anni '70, con il suo secondo ed...

7 COMMENTI

    • non ti devi drogare per non morire … può morire anche il cervello quando non si pensa ad altro.

  1. era una canzone politica…ci siamo stancati di camminare su queste sabbie nere, è un riferimento agli anni di piombo e il servizio che la droga faceva e ancora e fa (vedi i videogiochi le slot e altro) per tenere addormentate le menti dei giovani e manipolarle al consumo. Mi piace essere finito in questa categoria perché è a modo suo rivoluzionaria. Complimenti e auguri per il futuro. alberto beltrami (Musiche film padiglione Vaticano expo di Milano 2015 medaglia d’oro miglior padiglione)Faccio ancora il dj e compongo musica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...