Home VIP Canterini Rebecca Ream - Imagination (1998 - 12'')

Rebecca Ream – Imagination (1998 – 12”)

-

Rebecca Ream ImaginationSentendo il nome Rebecca Ream, sarò sincero, nell’immediato non mi è venuto in mente niente, ancora meno sentendo la sua “Imagination” del 1998.

Basta però una veloce ricerca per incappare in sue ben più conosciute performance pubblicitarie per la Lancia Ypsilon e soprattutto per il Campari Soda. Come ho potuto dimenticare quel sensualissimo «welcome to paradise»? Forse a causa del disgusto che provo per il noto marchio di aperitivi? Non lo sapremo mai.

Rebecca Ream è nata in america, ma il suo successo è tutto italiano, così coe il suo passaporto. Arriva nel Belpaese a quindici anni, con il sogno di diventare modella, e ci riesce pure, ma le sfilate forse non bastano alla giovane losangelina che proprio con “Imagination” cerca di entrare anche nel mondo della musica.

Nello stesso anno tenta di farsi notare anche in televisione, accompagnando uno splendente Walter Nudo alle prime armi nella conduzione dello storico programma di Italia 1 Colpo di fulmine. Poi sappiamo come sono andate le cose.

Il problema di “Imagination” è che si tratta di pura e semplice eurodance di fine anni ’90, quella che impazzava in tutte le discoteche d’Italia e nelle sagre di paese sparata a mille dalle casse degli autoscontri. Un brano senza troppe pretese prodotto dalla coppia Molella – Phil Jay, con una base uguale a tante altre canzoni dell’epoca, talmente uguale che i suoni sono letteralmente fotocopiati da un’altra loro creazione ben più famosa: ricordate “Surrender” dei Soundlovers? Cassa dritta, linee di basso saltellanti e come tocco di classe il suono di una fisarmonica per creare un effetto “nostalgia” e aumentare la sensualità del brano.

Rebecca Ream Imagination
Rebecca Ream

Il vero problema della canzone è proprio Rebecca che sembra essere passata in sala di registrazione per caso tra una pubblicità e una sfilata; la sua vocina un po’ nasale e alquanto incerta non fa affatto una bella figura tanto che l’impresione è quella di un “buona la prima” su un brano che potrebbe funzionare benissimo anche come pezzo solo strumentale o al limite con la parola “imagination” ripetuta qua e là.

La casa discografica (la Nitelite Records, una sottoetichetta della Do It Yourself) aveva grandi piani per la ragazza che però vennero ben presto abbandonati una volta che Colpo di fulmine venne rapidamente chiuso per i pessimi ascolti e che “Imagination” non diventò quel successo riempipista sperato; di Rebecca Ream esistono infatti un altro paio di brani (“Feels Like Gonna Rain” e “Put A Smile On Your Lips”) che potete rintracciare in un raro CD promozionale che preannunciava un intero album che, ovviamente, non vide mai la luce.

I più letti

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Donato Mitola: l’ineffabile cantante di Mai Dire TV

Aggiornamento maggio 2018: Abbiamo avuto conferma da ex colllaboratori di Donato Mitola che purtroppo l'istrionico performer è scomparso qualche anno fa. Siamo ancora alla...

Playlist – Le peggiori canzoni italiane del 2019

Tutto non scorre. Anche il 2019 ci ha presentato puntuali come negli ultimi anni un polpettone di suoni pescati dai soliti plug in di...

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...