Home Comica e Demenziale Prophilax - Discografia

Prophilax – Discografia

La saga della band romana che dai primi anni '90 ad oggi ha continuato a cantare e suonare solo ed esclusivamente ciò che le pare riuscendo comunque a crearsi un nutrito gruppo di fedeli aficionados

-

I Prophilax a dispetto del nome, dei modi e dei temi trattati sono in realtà un progetto più serio di quanto possiate immaginare.

Questa band di culto del panorama underground capitolino da ben 25 anni canta e suona solo ed esclusivamente ciò che cazzo le pare riuscendo comunque a crearsi un nutrito gruppo di fedeli aficionados. Oltre a questo i Prophilax sono un fulgido esempio della trasformazione della musica nell’era della digitalizzazione e di quella cosa chiamata internet; i nostri infatti hanno sempre messo a disposizione i loro dischi gratis sul loro sito promuovendone anzi la diffusione gratuita.

La loro musica è un rock influenzato dal metal e nei loro testi c’è una totale abbondanza di parolacce, volgarità gratuite, temi a carattere sessuale narrati nel modo più goliardico possibile, atti di accusa nei confronti della politica, della religione, del perbenismo, del diritto d’autore, della musica commerciale e della censura in generale. E proprio qui sta il lato serio del progetto.

Prophilax dal vivo
Il frontman dei Prophilax Fabio “Ceppaflex” Pinci dal vivo

I Prophilax sono riusciti a crearsi la loro grande nicchia di pubblico essendo semplicemente se stessi e senza ricorrere a nessun compromesso. E se essere se stessi vuol dire essere dei totali cazzoni (in senso buono) che costruiscono situazioni comiche parlando quasi solo di sesso in un modo non proprio accessibile a tutti… ben venga e lo direbbero loro per primi: ognuno dovrebbe essere libero di cantare ciò che gli pare. Proprio per questo motivo, come dissero in un’intervista, infarciscono volutamente i testi delle loro canzoni di tante volgarità e parolacce varie. Contro l’ipocrisia della società e in piena libertà, senza che nessuno dica loro come agire o cosa dire.

1992 – Naka-Gata (CD autoprodotto)

Pizza e Fiki Naka-Gata ProphilaxI Prophilax si formano nel 1990 e nel giro di un paio di anni registrano già un paio di demo oggi introvabilissimi e mal registrati (Voci dall’oltrechiavica del 1991 e Viaggio nella dimensione anale del 1992) necessario riscaldamento per il vero e proprio esordio discografico che arriverà solo l’anno successivo.

Nel 1992 arriva, però, una pubblicazione ancora più curiosa e, fortunatamente, di livello sonoro più godibile: Naka-Gata è l’unica testimonianza dei Pizza e Fichi, un progetto parallelo in cui militavano Enrico “Fognex” Pallazzo alle tastiere e Fabio “Ceppaflex” Pinci nel ruolo di batterista e cantante e a cui i Prophilax negli anni hanno sempre tributato coverizzando diversi brani da questo disco.

In realtà le composizioni inedite sono poche (da citare assolutamente Abbasso la sqòla) a favore di parodie di brani famosi che, a conti fatti, sono i pezzi più spassosi del lotto. Spiccano, tra le altre, Atac di merda (ovvero Sheriff degli Oliver Onions), Capitan Farlock (ovviamente la sigla dell’anime Capitan Harlock), Mì zio e Noi siamo stronzi (che pescano dal repertorio dei Queen rispettivamente con One Vision e We Are the Champions), Zompa (Jump dei Van Halen) e per finire Sweet Home San Buceto (Sweet Home Alabama dei Lynyrd Skynyrd).

Un lavoro acerbo e che non avrà mai un successore, tuttavia gradevole e curioso nel suo insieme.

SCARICA

Tracce:
01. Atac di Merda (Sheriff) (Oliver Onions cover)
02. Capitan Farlock (Capitan Harlock) (La Banda dei Bucanieri cover)
03. Bella, Maurì
04. Per Sempre Stronzo (Forever Young) (Alphaville cover)
05. Mì Zio (One Vision) Queen cover)
06. Abbasso la Sqòla
07. Zompa (Jump) (Van Halen cover)
08. Sciampedòzz
09. Condoglianze
10. Sweet Home San Buceto (Sweet Home Alabama) (Lynyrd Skynyrd cover)
11. Me Prude Er Culo
12. Sò Gay (Cocaine) (Eric Clapton cover)
13. Noi Siamo Stronzi (We Are the Champions) (Queen cover)
14. Atac di Merda (live)
15. Bella, Maurì (live)

1993 – Il signore delle fogne (CD autoprodotto)

Prophilax Il Signore delle fogneIl 1993 vede finalmente il debutto “ufficiale” dei Prophilax con il loro primo “album” Il dignore delle fogne. Metto la parola album tra virgolette per due ovvie ragioni: qualitativamente parlando ha delle sonorità pari a un demo di media-scarsa fattura e l’unica distribuzione avuta è stata con la diffusione tramite cassette pirata. Ma è da qui che parte l’avventura, il primo tassello che contribuisce a gettare le basi su ciò che sarà il modello della band: gli intermezzi comici che precedono le canzoni, la presenza in copertina della loro mascotte, il Mentulatore, personaggi protagonisti di alcuni brani che andranno a far parte della “mitologia” della band e ovviamente l’estrema goliardia.

La formazione è quella che viene considerata classica: Fabio “Ceppaflex” Pinci alla voce (e autore praticamente di tutti i brani) e Ludovico “Sbohr” Piccinini alle chitarre (fino al 2003 però conosciuto come Cloakas) sono amici dai tempi del liceo e dividono onori e oneri con Andrea “Nerkios” Romanazzo al basso, Paolo “Chiavator” Morgantini alla batteria e Enrico “Fognex” Pallazzo alle tastiere, quest’ultimo un personaggio importante per quanto riguarda il primo periodo della band sia per gag che per la musica.

Nonostante la qualità scarsa della registrazione l’esordio dei Prophilax è composto da brani che in parte sono delle vere chicche e in parte sono diventati negli anni dei classici. E’ il caso di brani come Fotturion, Nella vecchia tromberia e la combo Dora in poi e Dora daccela ancora. Oltre alla mitica Dora compaiono qua e là altri veri e propri personaggi feticcio che avranno sempre un ruolo di rilievo nell’immaginario della band tra cui Marino Sumo e Sirvano a cui vengono “dedicati” ben tre brani e numerose altre gag.

Il resto si destreggia tra altri brani validissimi da un punto di vista della scrittura (Traves, Il giorno della ceppa, Voci dall’oltrechiavica, Tronco cionco) e cover parodiate (Vaffanculo di Marco Masini diventa Vacce te, Senza una donna di Zucchero si trasforma in Senza una palla e stessa sorte la subisce Una terra promessa di Eros Ramazzotti diventando Una fica promessa). Ceppaflex è l’autore assoluto di musica e testi (anche nei dischi successivi), unica eccezione la si trova nella “ballata” per pianoforte di Pajarulo la cui musica è scritta da Fognex.

SCARICA

Tracce:
01. Il Giorno Della Ceppa
02. No Seg
03. Dora Daccela Ancora
04. Vacce Te (Vaffanculo) (Marco Masini cover)
05. Nella Vecchia Tromberia (Nella Vecchia Fattoria)
06. Traves
07. Pajarulo
08. Una Figa Promessa (Una Terra Promessa) (Eros Ramazzotti cover)
09. Fotturion
10. Tronco Cionco
11. Sirvano
12. Senza Una Palla (Senza una Donna) (Zucchero cover)
13. Voci Dall’oltrechiavica
14. Alice Nel Paese Dei Cazzi
15. A Sirvanoooo
16. Questo Piccolo Grande Bucio (Questo Piccolo Grande Amore) (Claudio Baglioni cover)
17. Dora In Poi… (Rock Version)
18. Inno A Sirvano

1994 – Under Cool (CD)

prophilax Under CoolNell’introduzione dicevamo che uno dei cavalli di battaglia della band è la loro presa di posizione contro la censura e tutto ciò che ne consegue e il 1994 è l’anno in cui viene pubblicata la prova tangibile che il connubio Prophilax-censura semplicemente non funziona.

In quell’anno infatti esce il loro vero e proprio primo disco, Under Cool presso l’etichetta Music Market. Senza mezzi termini, si tratta di un semi-disastro. Intendiamoci non c’è niente di scandalosamente brutto, repellente o imbarazzante. Semplicemente l’album è senza mordente, fatto grave per i Prophilax che avevano fatto della loro goliardia un punto di forza enorme e qua si trova pochissimo o nulla.

Per di più copertina, testi e titoli dei brani vengono decisamente stravolti: Dora daccela ancora si trasforma in Dora la divinità, Viaggio nella dimensione anale viene ribattezzato Chiavicheide mentre Analità, uno dei pezzi più celebri dei Prophilax che però era solo comparso nei primi demo del ’91 e ’92 e che quindi viene inserito su un disco ufficiale per la prima volta, non solo diventa Atilanà, ma vede parti del testo totalmente ripulite e tenute sotto controllo. Il resto, sinceramente, vale poco o nulla e brani come Naja, Marino Sumo o Teleciofeca non convincono.

Under Cool rappresenta ciò che sarebbero i Prophilax se fossero tenuti a bada e non è un caso se la band ha più volte dichiarato che questo è l’album che apprezza di meno e i suoi brani non compaiono mai nelle scalette dei loro concerti (e per fortuna aggiungiamo noi). Tuttavia, come forse avrebbero fatto altri artisti più “seri”, non è un album che è stato rinnegato o disconosciuto ma visto come monito su tutto quello che la loro musica non deve essere.

Dopo l’uscita di questo lavoro Fognex decide d’interrompere la sua avventura con la band e verrà sostituito da Luca “Obi Uan Trombòpi” Bernardini. Tuttavia, da qui in avanti, i Prophilax non avranno più una line up stabile, con Ceppaflex e Sbohr che diverranno le colonne portanti della band.

SCARICA

Tracce:
01. Fuori Dalle Palle
02. Dora la Divinità [Dora Daccela Ancora versione 1994]
03. Il Principe D.D.
04. Naja
05. Teleciofeca
06. Aiddiesse
07. Marino Sumo
08. Il Silenzio Degli Impotenti
09. Atilanà [Analità versione 1994]
10. Rotolo Di Coppa
11. Sirvano Al Pianobar
12. Chiavicheide [Viaggio Nella Dimensione Anale versione 1994]

1996 – Nerkiology (CD autoprodotto)

prophilax NerkiologyDopo due anni dal loro unico passo falso tocca a Nerkiology risollevare le quotazioni dei Prophilax e la missione viene compiuta con successo grazie a un ritorno al passato. Il nuovo lavoro è un doppio disco che ripropone (quasi tutti) i brani dei primi rarissimi demo ri-registrati.

Esattamente come il loro disco di debutto anche qua troviamo un’infinità di canzoni che per i fan sono diventate pietre miliari e la scelta è vastissima dato che stiamo parlando di ben 21 pezzi, ma non è possibile non citare veri e propri cult come Re Arcù, Pompotron, Preda del raptus anale, La megaceppa sorgerà, Ceppa secca e Dora in poi si chiaverà che rispetto alla versione contenuta ne Il signore delle fogne viene trasformata in una ballata al pianoforte, ma sempre alla Prophilax s’intende!

Il resto si mantiene degnamente all’altezza degli standard del gruppo e poi ci sono le cover e questa volta a farne le spese sono la sigla del cartone animato Candy Candy che diventa Candy il mignottone e addirittura California Girls dei Beach Boys che trasformatasi in In viaggio con Cagatone Joe aggiunge all’immaginario del gruppo un altro personaggio e addirittura gli fornisce un seguito (Cagatone Joe è tornato).

In definitiva un disco piacevole che nonostante le sonorità “povere” (ma non più grezze come nell’esordio) si fa ancora una volta apprezzare per idee, fantasia e gag. Degna conclusione della prima parte della carriera dei Prophilax fatta di dischi dai mezzi molto limitati ma grondanti d’ispirazione. Bisognerà poi attendere il 2003 prima che un nuovo capitolo della loro storia venga scritto che traghetterà il gruppo verso nuovi obiettivi e nuovi risultati.

SCARICA

Tracce:
01. Re Arcù
02. Paghi 2, Te Ne Fotti 3
03. Analità
04. Ceppa Secca
05. Te Pìo, Te Fotto
06. Dora Facce Na Sega
07. Preda Del Raptus Anale
08. In viaggio con Cagatone Joe (California Girls) (The Beach Boys cover)
09. Gibbo E L’esofago
10. La Megaceppa Sorgerà
11. Fateme Pijà ‘a Patente
12. Pompotron
13. Dateme ‘na Tazz
14. Non So Nemmanc ‘un Cazzo
15. Dora In Poi Si Chiaverà
16. Che Famija De Merda
17. Cagatone Joe è Tornato
18. Ogni Buco è Buono
19. Dammerculo
20. Sono Un Pornografo
21. Candy Il Mignottone (Candy Candy) (Rocking Horse cover)

2003 – Il quinto escremento (CD)

prophilax il quinto escrementoDopo un lunghissimo silenzio nell’anno di grazia 2003 vede la luce Il quinto escremento frutto della sinergia con Christian Ice destinato a diventare la terza colonna portante della band: musicista, produttore e YouTuber con un discreto seguito (specializzato in parodie rivolte ai cosiddetti fenomeni virali del web) è l’uomo che a tutt’oggi è ancora non solo il loro produttore ma anche i loro fonico nei live, corista, ecc..

Quello che salta all’orecchio è finalmente la buona registrazione che, per la prima volta, rivela quanta potenza sonora ci sia dietro ai Prophilax, da sempre oscurata da pessime incisioni. La formazione rimane praticamente immutata rispetto al disco precedente ma sarà anche l’ultima volta che i Prophilax saranno una band per trasformarsi piuttosto in un collettivo di vari musicisti.

Nel disco si alternano brani validissimi (Annamo ar mare, Mano, Treni del cazzo, La merda non muore mai e la saga in cinque parti di Trombopolìs) ad altri destinati a diventare dei futuri classici (Pornografia unica via, Abbasta che respireno). In particolare vanno citati Don Mignotte (altro personaggio da inserire nella lista) ma sopratutto Me prude er culo, brano in origine proveniente dal repertorio dei Pizza e Fichi e considerato da Ceppaflex, come dirà in un intervista, il suo brano preferito tra quelli scritti, quello con il “testo più inutile” da lui composto.

SCARICA

Tracce:
01. Don Mignotte
02. Pornografia Unica Via
03. Mongòlius
04. Abbasta Che Respireno
05. Mano
06. Me Prude Er Culo (Pizza e Fichi cover)
07. Annamo Ar Mare
08. Sei Glande
09. Anal Food
10. Occhio Alla Ceppa
11. Viva La Fica
12. Ospedanal
13. La Merda Non Muore Mai
14. Treni Der Cazzo
15. Trombopolis pt.1
16. Trombopolis pt.2
17. Trombopolis pt.3
18. Trombopolis pt.4
19. Trombopolis pt.5

2005 – Analive (CD)

prophilax analivePer ascoltare un nuovo lavoro bisogna attendere ben cinque anni, tuttavia l’attesa viene spezzata  nel 2005 con Analive, mastodontico doppio disco dal vivo per un totale di 29 brani più un inedito in studio.

Oltre a tutti i classici del gruppo troviamo anche un sacco di canzoni minori e qualche chicca come Atac di merda dei Pizza e Fichi e Jingle Cazz (parodia di Jingle Bells) nella versione dei San Culamo, misterioso gruppo romano con cui Ceppaflex ha collaborato “ufficialmente” diverse volte (amche se probabilmente si tratta di un suo side-project sotto mentite spoglie) e che molto spesso viene confuso proprio con i Prophilax benché nei loro testi vi sia un alto contenuto di bestemmie e posizioni anticlericali più pesanti.

Chiude il disco l’inedito Puttanic che funge a colonna sonora del filmato omonimo, ridoppiaggio del film Titanic da parte di Ceppaflex con la collaborazione di altri membri della band. Un’operazione non nuova per il cantante che già in passato si era citato in un cose simili, ovviamente, tutto condito nel loro inconfondibile stile.

SCARICA

Tracce:
01. Dora Daccela Ancora
02. Preda del Raptus Anale
03. Fateme Pijà ‘a Patente
04. Don Mignotte
05. Pornografia Unica Via
06. Alice nel Paese dei Cazzi
07. In Viaggio con Cagatone Joe (California Girls) (The Beach Boys cover)
08. Mano
09. Abbasta che respireno
10. Re Arcù
11. Jingle Cazz (Bells Bells) (San Culamo cover)
12. Atac di Merda (Sheriff) (Pizza e Fichi / Oliver Onions cover)
13. Me Prude Er Culo (Pizza e Fichi cover)
14. Ogni Buco è Buono
15. Non so Nemmanc un Cazzo
16. Fotturion
17. Tronco Cionco
18. Il Giorno della Ceppa
19. Pompotron
20. Analità
21. Dora In Poi Si Chiaverà
22. Che Famija de Merda
23. Te Pio, Te Fotto
24. Mongòlius
25. Sono un Pornografo
26. Nella Vecchia Tromberia (Nella Vecchia Fattoria)
27. Dora Facce Na Sega
28. Paghi 2, Te Ne Fotti 3
29. Ceppa Secca
30. Puttanic (inedito in studio)

2008 – Coito ergo sum (CD)

prophilax coito ergo sumUna volta diventata maggiorenne la band realizza il suo disco d’inediti migliore (il più bello in assoluto, per ora, verrà un paio d’anni dopo ma non abbiate fretta…) sia a livello di registrazione, sia di tematiche.

In Coito ergo sum per la prima volta vengono affrontati argomenti seri (alla loro maniera sia chiaro) come l’omosessualità (Vivo col gay), il ruolo della donna in TV (Silicojone), la denuncia alla società (Altri cazzi stesso culo). Non mancano neppure brani dedicati anche alle vecchie battaglie quali la pirateria musicale (Me scarico tutto), la religione (Frate ‘n Kiapetto, la cattivissima Clero …ttura de cojoni) e la censura (Mandami in radio col beep, diventato l’unico singolo della band con tanto di videoclip che vede la partecipazione di una divertita Sabina Guzzanti).

Lo spirito goliardico della band lo si riscontra in pezzi come Ti ano, Vivi e lascia chiavare e Big Bamboo uno dei quattro brani dove, per la prima volta, Sbohr firma la musica. Ma la sua presenza non si limita solo a questo: è sua infatti la voce nella maggioranza degli sketch del disco in coppia con la cantante e corista Tiziana “Tizianal” Giudici reclutata nelle file della band per l’occasione.

Per alcuni Coito ergo sum è la pietra tombale dei Prophilax vecchia maniera, per noi è l’opera più completa che Ceppaflex & co. abbiano mai portato a termine e dove potenza (e cattiveria), goliardia e temi sociali convivono felicemente in un mix sapientemente dosato.

SCARICA

Tracce:
01. Ascoltate Questo
02. Vivi e Lascia Chiavare
03. Clero…ttura De Cojoni
04. Un Colloquio Particolare
05. Silicojone
06. Scambio Di Consonante
07. Ti Ano
08. Mandami In Radio Col Beep
09. Abdul Svolta A Destra
10. Big Bamboo
11. Una Strana Confessione
12. Frate ‘N Kiappetto
13. Altri Cazzi, Stessi Culi
14. Marino Dal Giocattolaio
15. Stronzemon
16. Menu Della Casa Chiusa
17. Casa Chiusa
18. Me Scarico Tutto
19. Spot Da Bere
20. S.P.E.R.M.A.
21. Corchiamo La Vigilessa
22. Figli Di Cani
23. Vivo Col Gay
24. Una Nuova Legge Del Cazzo

2010 – Vent’anni di analità (CD)

prophilax vent'anni di analitàPrima di chiudere (per ora) c’è ancora di un album di cui parlare e, come annunciato prima, si tratta un po’ del summa dei Prophilax. Non tanto da un punto di vista strettamente musicale quanto per idea, realizzazione e originalità.

Due decenni di attività non sono pochi soprattutto per chi fa musica solo per passione. Per celebrare tale anniversario ecco questo prezioso regalo ai fan (vecchi e nuovi).

Vent’anni di analità non è solamente la classica raccolta, ma molto di più: un trionfo di amicizia e, perché no, di democrazia. Innanzitutto tutti i brani sono ri-registrati con nuovi arrangiamenti freschi e potenti con una scaletta scelta dai fan tramite un sondaggio su Facebook.

Inoltre si rimane piacevolmente sorpresi nel sapere che degli ex componenti della band hanno partecipato in qualità di musicisti, ma il vero colpo di genio di questo disco sta nelle introduzioni che precedono le 14 tracce: in ognuna di esse si sviluppa una storia in cui membri passati e presenti s’incontrano mano a mano in un pub e si mettono a discutere dei vecchi tempi e a ricordare con piacere il passato, mentre altri si prestano a dare la voce ai personaggi più famosi dell’immaginario Prophilax: Dora, Sirvano, Marino Sumo, Don Mignotte e il Mentulatore. Il tutto condito da citazioni di altre canyoni, gag ricorrenti, e sketch ripescati per l’occasione. E’ questo che lascia davvero sbalorditi perché un’operazione del genere è la palese dimostrazione di come la band romana si consideri solo un gruppo di amici cazzari che suona insieme per il puro gusto di farlo, per divertirsi e far divertire. Una cosa del genere è davvero un bell’esempio di amicizia che molto probabilmente non trova riscontro in episodi simili nella storia della nostra musica.

Che dire invece dei contenuti? Splendidi, dal primo all’ultimo. Compatti, potenti e suonati in maniera impeccabile. E se è vero che brani come Dora daccela ancora, Analità, Pompotron e Dora in poi (qua nella versione più rock come era nel primo disco) non hanno bisogno di presentazioni, fa davvero piacere riscoprire vecchi episodi come Traves, No seg, Voci dall’oltrechiavica, Pajarulo e Viaggio nella dimensione anale.

Una citazione a parte la meritano gli inediti M’arrazzo col trans, ispirata al celebre fatto di cronaca di quando l’allora presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo fu pizzicato in compagnia di un transessuale, l’autocelebrativa Stamo ancora quaCondoglianze, ennesimo episodio tratto dal catalogo dei Pizza e Fichi che la band non smette mai di omaggiare.

SCARICA

Tracce:
01. Analità
02. Traves
03. Cagatone Joe E’ Tornato
04. Pompotron
05. Voci Dall’Oltrechiavica
06. Pajarulo
07. E Stamo Ancora Qua (inedito)
08. Dora Daccela Ancora
09. Condoglianze (Pizza e Fichi cover) (inedito)
10. La Megaceppa Sorgerà
11. No Seg
12. M’Arrazzo Col Trans (inedito)
13. Dora In Poi (rock version)
14. Viaggio Nella Dimensione Anale

20?? – Pornado (CD)

Sono passati ben 6 anni dalle ultime registrazioni dei Prophilax. Da qualche tempo in varie interviste Ceppaflex assicura che attualmente sono in corso i preparativi per un nuovo lavoro intitolato Pornado che però ad oggi non ha ancora visto la luce.

Nel frattempo è uscito il primo assaggio di questo nuovo futuro lavoro, Fatti una famiglia e due sono le sorprese che subito fanno sorridere: anzitutto una line up ancora rinnovata che vede l’inserimento di Gloria Hole e Viola Milano rispettivamente ai cori e al basso e soprattutto il brano stesso, energico, potente e super orecchiabile, dove si narra di un uomo che invece di farsi una famiglia intesa come mettere la testa sulle spalle se la fa… In senso letterale! Un brano assolutamente godibile che fa ancora sperare nell’uscita di un ottimo disco …e che il Mentulatore vi protegga!

I più letti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti