Home Illustri Sconosciuti Latin Lover - Discografia

Latin Lover – Discografia

-

Latin LoverSe siete nostri lettori affezionati sapete che ci piace andare a rispolverare gli angoli più polverosi della memoria in cui si nascondono terribili capolavori e personaggi ingiustamente dimenticati.

Grazie al revival italo-disco dello scorso decennio molti sono i dischi tolti dalla naftalina e gli artisti fatti uscire dalla formalina, ma ci sono sempre nomi meno fortunati che rimangono nell’oblio e ci pare doveroso dar loro il giusto credito.

Oggi parliamo di Latin Lover, misconosciuto progetto discografico costruito a tavolino, come è tradizione nel mondo della musica da ballo, questa volta dalla provenienza straniera, probabilmente mitteleuropea. Un paio di produttori dall’occhio lungo hanno pensato bene di creare in laboratorio l’artista italo-disco definitivo: nella musica, nell’immagine e nel nome. Voilà, esce dal cilindo il nostro Latin Lover: un manzo dal fascino latino, dall’elegante mullet, canotta d’ordinanza, immancabile catenazza al collo e un bel paio di mocassini, rigorosamente senza calze.

Non finisce qui perché il singolo di lancio pubblicato nel 1985 s’intitola inequivocabilmente “Casanova Action” in cui il nostro snocciola con voce profonda tutta la sua ars amatoria su un tappeto italo-disco formalmente impeccabile, con i topoi del caso e una buona dose di stereotipi da facile riempipista.

Pur non sfondando in Italia, la canzone ha buona airplay in Germania e soprattutto negli Stati Uniti, tanto da far uscire l’anno successivo un nuovo singolo intitolato “Laser Light”, un brano ben più sobrio sulla scia dei Dead Or Alive più danzerecci, ma meno efficace del precedente anche perché mancano tutti quegli elementi distintivi che segnavano il Latin Lover sound, facendolo affondare nella mediocrità. Tra le altre cose spicca la voce squillante dell’interprete, chiaramente diversa da quella del brano precedente.

Il voltagabbana non porta molta fortuna, facendo riscuotere tiepidi consensi ovunque; inevitabile quindi il rapido dietrofront con il successivo “Dr. Love” del 1987 in cui ritroviamo tutti gli ingredienti del debutto elevati al quadrato. La voce suadente e chiaramente ammiccante (anche se non giurerei che il singer sia lo stesso di “Casanova Action”), i testi dai doppi sensi accompagnati da inequivocabili gemiti di piacere in sottofondo e arrangiamenti italo-disco un tanto al kilo.

Una discografia breve quanto superflua, ma che grazie a quell’eccessivo manierismo di genere oggi fa quasi tenerezza, soprattutto per la tamarraggine intrinseca dal personaggio Latin Lover che è da applausi a scena aperta, perché alla fine nessuno nell’italo disco ha mai osato tanto.

Vi invitiamo quindi ad alzare al massimo le casse del vostro stereo e il divertimento è assicurato.

I più letti

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Donato Mitola: l’ineffabile cantante di Mai Dire TV

Aggiornamento maggio 2018: Abbiamo avuto conferma da ex colllaboratori di Donato Mitola che purtroppo l'istrionico performer è scomparso qualche anno fa. Siamo ancora alla...

Playlist – Le peggiori canzoni italiane del 2019

Tutto non scorre. Anche il 2019 ci ha presentato puntuali come negli ultimi anni un polpettone di suoni pescati dai soliti plug in di...

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...