Home Big della Musica Halford - Halford 3: Winter Songs (2009 - CD)

Halford – Halford 3: Winter Songs (2009 – CD)

-

Halford - Halford 3: Winter Songs (2009 - CD)In occasione del suo terzo lavoro in studio come solista il (fu?) Metal God decide di abbandonarsi alle celebrazioni natalizie, non senza una certa sopresa.

Non possedendo il senso dell’autoironia dei suoi colleghi Twisted Sister il nostro decide di prendere la faccenda maledettamente sul serio partorendo un lavoro più vicino ad un concept album piuttosto che alla solita collezione di brani a tema.

I richiami diretti al Natale di questo “Halford 3: Winter Songs” sono praticamente assenti tanto nel titolo, quanto nella copertina e negli arrangiamenti che molto di rado fanno concessioni agli stereotipi del caso.

La doppietta iniziale “Get Into the Spirit” e “We Three Kings” è fuorviante: un solido heavy metal che trasuda esperienza in ogni solco, confezionato principalmente per gli amanti dei Judas Priest più roboanti e melodici dell’epoca “Painkiller” anche se la voce del caro vecchio Rob non è chiaramente più quella di una volta.

Da qui in avanti però saranno i mid tempo e le power ballad a farla da padrone con una spruzzatina di elettronica giusto per ricordarci che siamo nel 2009. Purtroppo, oltre a non sfruttare a dovere la voce del caro vecchio Rob, raramente questi episodi risultano convincenti (“Light of the World” sembra una brutta cover di Paul McCartney) tanto da concedergli più di un ascolto, tranne giusto un paio di episodi (“What Child Is This?” su tutti).

Se poi consideriamo che la versione di “O Holy Night” è una copia carbone di quella incisa dagli Weezer e che il finale da rock-opera sulle note di “Oh Come All Ye Faithful” risulta alquanto stucchevole il giudizio non può essere, per forza di cose, molto positivo.

La differenza con i dischi di genere è principalmente nel mood cupo dell’album spezzato inaspettatamente dalla più scanzonata e quasi radio-friendly “Christmas For Everyone” che suona come uno scarto dei Kiss anni ’70 con l’aggiunta di un piano in pieno honky-tonk style ed un testo al limite della decenza; in sostanza una pessima idea.

In conclusione un disco di heavy-rock senza sussulti e con la quasi totale assenza di mood natalizio, pertanto non riusciamo a giustificarne l’esistenza.

Provaci ancora Rob.

Tracklist:
01. Get Into the Spirit
02. We Three Kings
03. Oh Come O Come Emanuel
04. Winter Song
05. What Child is This?
06. Christmas For Everyone
07. I Don’t Care If it’s Christmas Night
08. Light of the World
09. Oh Holy Night
10. Come All Ye Faithful

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

Bomfunk MC’s – Freestyler (1999 – CD singolo)

I Bomfunk MC's hanno solo due ragioni per venire ricordati ancora oggi: il fatto di essere stati l'unico gruppo hip hop finlandese ad avere...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

5 COMMENTI

  1. Ennesima dimostrazione che il nostro “Metal God” al di fuori dei Judas Priest abbia saputo dare ben poco…sia i supi progetti solisti che la sua band (i “Fight”) messa in piedi durante la sua assenza dalla leggendaria band di Birmingham non hanno brillato di sicuro per originalità, nonostante si circondi di musicisti di un certo valore come il virtuoso Bobby Jarzombek (ex Riot) alla batteria…in sintesi, per fare una citazione colta: “extra Judas Priest nulla salus”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...

SPKX feat. Rino Gattuso – Every Day Malakia (2014)

La popolarità internazionale del calcio e la globalizzazione hanno fatto sì che, sempre più spesso, allenatori di fama si trasferiscano in paesi lontani per...