Home Comica e Demenziale T.Giunchi & C.Collina - Tombao Meravigliao (1988 - 12")

T.Giunchi & C.Collina – Tombao Meravigliao (1988 – 12″)

-

T.Giunchi & C.Collina - Tombao MeravigliaoPer non smentire la nostra fama di tombaroli della musica, con sprezzo della nostra salutementale siamo andati a rispolverare questo scheletro nell’armadio della tanto amata Irma Records di Bologna, che ne nel 1988 pensò bene di celebrare i successi del suo concittadino più famoso di allora con il 12” “Tombao Meravigliao” pubblicato anonimamente.

L’idea è semplice: celebrare il personaggio sportivo dell’anno con il tormentone dell’anno. Ecco quindi che “Cacao Meravigliao” serve da perfetta scusa per incensare le gesta di Alberto Tomba: come nella peggiore tradizione dei jingle pubblicitari la hit del momento viene sfruttata come canovaccio, cambiando giusto un paio di note qua e là per togliersi la vergogna di mettere i propri nomi come autori ed il gioco è fatto.

Il risultato è raggelante: arrangiamenti “made in Fininvest”, roba che la sigle de “Il Pranzo è Servito” al confronto sembra la Sonata n° 8 in La Minore di Mozart, con un testo vero monumento all’idiozia fine a se stessa e quasi fastidiosa:

Tombao meravigliao,
che campionao ‘sto Tombao meravigliao.
Tombao il bolognao,
sempre abbronzao, simpaticao, spregiudicao.
Lo sao o non lo sao,
ci fa impazzao ‘sto Tombao meravigliao.

Un disco con la stessa valenza artistica di una gondola di plastica o di un mug con la faccia di Lady Diana ma che con pochi spiccioli potrebbe improziosire la vostra collezione di abomini del pentagramma. Davvero un peccato non averla usata per i titoli di coda di “Alex l’Ariete”, avrebbe indubbiamente fornito spessore alla pellicola.

I più letti di oggi

2 COMMENTI

  1. "Alex l'Ariete" avrebbe avuto più spessore anche con una colonna sonora fatta con la registrazione dei tir incolonnati sull'Autostrada del Sole, ha pure una bella recensione su http://www.filmbrutti.com (sito consigliatissimo). Sto pezzo lo devo rimediare.

  2. Un squisito quadretto impressionista! Ci si vede tutta la decadenza delle balere romagnole di fine stagione o l'atmosfera di qualche dismessa Festa provinciale de l'Unità.Un disco che, insomma, prelude sia all'inverno atmosferico che a quello mentale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI