Having fun with Elvis on stage

Elvis Presley – Having Fun With Elvis On Stage (1974 – LP)

Having fun with Elvis on stageSpesso si dibatte su quale sia il miglior disco dal vivo di sempre, molto meno spesso, anzi mai, si discute su quale sia il peggior disco dal vivo della storia.

Se per la prima categoria la discussione è aperta e credo irrisolvibile, per la seconda la risposta è unica e semplice: “Having Fun With Elvis On Stage”.

Sì, proprio lui, The King, nel fiore dei sui peggiori anni ci ha regalato cotanta schifezza, o meglio il suo manager Colonel Tom Parker, visto che Elvis nel 1974 aveva già il cervello in pappa; un disco fuori da ogni metro di giudizio, da quanto è inutile e ripugnante.

Per capire di cosa stiamo parlando dobbiamo fare un piccolo preambolo: i diritti per i brani di Elvis Presley andavano alla casa discografica, che però non aveva controllo alcuno sulla voce del cantante. Ecco quindi che con un’abile manovra di marketing con il pelo sullo stomaco viene pubblicato questo disco dal vivo, in cui di musica non c’è traccia, ma troviamo solo Elvis che, on stage, tra un brano e l’altro parla dei suoi inizi, racconta barzellette, richiede da bere e ci mostra come si possa pronunciare “Memphis” in ben dodici modi differenti. Insomma una roba imperdibile.

Inizialmente venduto come gadget ai concerti del “Re” fu ristampato dalla RCA che forse per mettersi la coscienza a posto o più probabilmente per evitare reclami da parte di acquirenti inferociti, aggiunse in copertina la scritta “a talking album only” (un album solo parlato). Davvero un peccato che se ne siano dimenticati al momento di pubblicizzare questa mezz’oretta di chiacchere inutili che fu spacciata come un vero e proprio live album, giusto per spillare qualche verdone extra ai fans inebetiti.

Sociologicamente risulta un’operazione a suo modo interessante, riuscendo a dimostrare che di gonzi ce n’erano parecchi visto che questa indescrivibile spazzatura raggiunse la posizione 130 della classifica di Billboard e addirittura la numero 9 della Billboard Top Country Albums e come se non bastasse ne furono prodotti successivamente altri 4 (quattro!) volumi.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!