Home Comica e Demenziale Ufo Piemontesi - Buonanotte ai Suonatori (1992 - CD)

Ufo Piemontesi – Buonanotte ai Suonatori (1992 – CD)

-

Ufo Piemontesi - Buonanotte ai Suonatori

Questo piccolo “gioiello” uscito nel 1992 per la CGD vede il debutto discografico di questa strampalata band, gli ufo Piemontesi (che collaborerà anche con Francesco Baccini a più riprese) capitanata dal fantomatico Glezös (Alborganti) accompagnato da Andrea Tognoli, Lorenzo Pedron, Stefano De Carli.

La band giunse come un fulmine a ciel sereno al Festivalbar del 1992 con una versione completamente stravoltata (in chiave rock’n’roll) di “Albachiara” di Vasco Rossi con la quale riscossero un discreto successo, probabilmente per la notorietà del pezzo che per la qualità della reinterpretazione che non fa gridare al miracolo. Seguì da lì a poco l’album vero e proprio, formato principalmente da una serie di cover in chiave rock di classici della canzone pop italiana.

Se oggi l’idea è tutt’altro che originale, all’epoca le cose erano piuttosto differenti e non possiamo nascondere un genuino entusiasmo quando i nostri attaccano “Sabato Pomeriggio” sulla musica di “Ballroom Blitz” degli Sweet! Altra cover ottimamente centrata è il rock “Il Cielo In Una Stanza” arricchita dalla citazione di “My Sharona” o la versione punk rock de “Ma ‘ndo …Hawaii”; per la serie brani rivoltati come calzini trovviamo “Adesso Tu” trasformata in una marcetta e “La Donna Cannone” che diventa un rap.

Quello che non convince pienamente sono principalmente i brani originali degli Ufo che, pur piacevoli (soprattutto “Desperados” e “Italia Über Alles”), hanno un passo nettamente inferiore alle cover.

Ironia della sorte il brano forse più riuscito è “Qua Qua Quando” dell’amico Francesco Baccini, nettamente superiore alla versione originale e che Glezös & co. trasformano in un’ottima ballata pop anni ’60 made in Italy.

Il gruppo di rockettari continuò ad imperversare con altri album sulla falsariga del debutto a livello di sound, ma lasciando più spazio a composizioni proprie; i successivi “Orrendi” del 1993 (uscito come Glezös e gli Ufo), “Stereofobia” del 1995 e “Non si Può Morire Dentro” del 1999 non riuscirono a bissare nemmeno in parte il successo del debutto ed il gruppo si scolse con pochi rimpianti e qualche rammarico.

Tracklist:
01. Sabato Pomeriggio (Claudio Baglioni cover)
02. Albachiara (Vasco Rossi cover)
03. Il Cielo In Una Stanza (Gino Paoli cover)
04. Vedrai Vedrai (Luigi Tenco cover)
05. Mi Sembra Che Va Bene
06. Emozioni (Lucio Battisti cover)
07. Grazie Amici
08. Ma ‘ndo …Hawaii (Alberto Sordi cover)
09. Adesso Tu (Eros Ramazzotti cover)
10. Desperados
11. La Donna Cannone (Francesco De Gregori cover)
12. Italia Über Alles
13. Qua Qua Quando (Versilia Edition) (Francesco Baccini cover)
14. Sesso

I più letti di oggi

10 COMMENTI

  1. Uno dei migliori gruppi Italiani di sempre !!!!!
    Naturalmente per il mio modo di vedere la musica: cioè scazzo totale da gente che però sa suonare.
    Tipo “Elio e le Storie Tese”.
    Ma gli UFO se la tiravano meno.
    Grandissimi. E dal vivo erano molto divertenti.

  2. Sfortunatamente dal vivo no li ho mai gustati, alivello di tecnica non sono neanche paragonabili a quei “maci” degli Elii e comunque non mi pare se la tirno Elio, Faso & co.

  3. Trovo le loro nuove versioni davvero ben riuscite.
    Prima fra tutte “No si può morire dentro”.

    Saluti

  4. puntate sul punk e hard rock anni ’80? questo è pure e semplice rockabilly, al limite ogni tanto alcune puntate verso la dance e reggae tipo ub40 (che son la roba peggiore). Il resto è moolto divertente, ben suonato e decisamente consigliabile.Ciao

  5. Avevo il nastrino. Mi piacevano molto "Sabato pomeriggio" e "Adesso tu". "La donna cannone" mi parve uno scempio. L'idea era interessante, i risultati non sempre.

  6. Ho visto gli UFO 2 volte ed ancora li rimpiango.Una band divertentissima a mio parere, valida anche su disco, ma fatta per il palcoscenico.Glezos e Stefano…..dove siete finiti ?MAX

  7. Ho visto a Treviglio gli UFO ed è stata una notte da sballo era il 1992 credo, solo gli skiantos erano superiori a loro, ma gl'Ufo non erano meno dei mitici Skiantos.

  8. Ma se -ad esempio- qualcuno già in possesso del cd originale ne cercasse online una copia in mp3 di buona qualità, non so, per metterlo sul lettore portatile e andare a fare footing… dove dovrebbe cercare i suddetti mp3?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI