Home Meteore Meco - Music Inspired By Star Wars And Other Galactic Funk (1977,...

Meco – Music Inspired By Star Wars And Other Galactic Funk (1977, LP)

Un bislacco esperimento che unì il mondo di Star Wars con la musica disco creando un tormentone oggi dimenticato

-

Meco Music Inspired By Star Wars And Other Galactic FunkIl 1977 fu indubbiamente un anno di grandi cambiamenti: nuovi movimenti, nuove prese di coscienza e nuove mode.

Tutto il mondo rimase estasiato quando nel maggio di quell’anno uscì nelle sale Star Wars di George Lucas, film su cui i produttori e i distributori americani non avrebbero scommesso una lira e che invece si rivelò il più grande incasso della storia del cinema, divenendo un inaspettato fenomeno culturale e di marketing.

Dominick Monardo, un giovane musicista e produttore che già aveva portato al successo la hit Never Can Say Goodbye di Gloria Gaynor, ne rimase così affascinato da rivedere il film ben 5 volte in due giorni. in preda a questa euforia corse a contattare Neil Bogart della Casablanca Records per convincerlo a produrre una versione disco del tema della colonna sonora. Questi però declinò l’idea, probabilmente troppo impegnato a contare i milioni di dollari portati dai successi di Donna Summer e KISS o a preparare di lì a breve l debutto dei Village People. Quando però il successo del film e della colonna sonora esplose in tutto il mondo ci ripensò e chiamò rapidamente Dominick Monardo e i suoi soci (tra cui Tony Bongiovi, cugino della futura superstar Jon Bon Jovi) a incidere il tema di Star Wars in versione disco sotto il nome di Meco per la sottoetichetta Millennium Records.

Un vero e proprio colpo di genio che colse la palla al balzo fondendo il successo cinematografico con la nuova moda della discomusic, proprio un paio di mesi prima che questa sarebbe diventata una vera e propria mania, grazie a quel Saturday Night Fever che lasciò un’impronta enorme sulla cultura popolare dell’epoca. L’accostamento che oggi appare bizzarro nel 1977 non era del tutto fuori luogo, considerato che la discomusic era la musica non solo più popolare, ma anche la più moderna e che quindi poteva essere accostata al mondo delle battaglie intergalattiche di Guerre stellari.

Il singolo di Star Wars Theme di Meco schizzò in cima alle classifiche americane ininterrottamente per due settimane nella prima metà dell’ottobre 1977, vendendo oltre 2 milioni di copie e diventando un tormentone in tutto il mondo. Un successo strepitoso che diede vita a un intero album. Music Inspired By Star Wars And Other Galactic Funk in poco meno di mezz’ora ci regala, oltre al singolone, altre musiche del film sempre “discomusicizzate” e alcuni brani originali in due lunghi medley.

Il lato A dedicato a Star Wars ha chiaramente più appeal per i fan delle avventure create da George Lucas, con una carrellata di musiche note tratte dalla pellicola tutte mescolate insieme e che oggi suonano quasi ridicole per quall’andamento euforico, l’abbondanza di archi e gli effetti sonori spaziali presenti qua e là. Il lato B invece, seppur un palese riempitivo, è un esercizio di stile che resiste meglio al tempo, con una sezione ritmica infuocata su cui si intersecano chitarre e fiati in un groove mica da ridere.

Il progetto Meco diventerà nottetempo il marchio di fabbrica degli adattamenti disco di colonne sonore di film di sucesso con album dedicati a Incontri ravvicinati del terzo tipo (Encounters Of Every Kind), Il mago di Oz (Meco Plays The Wizard of Oz), Superman (Superman & Other Galactic Heroes), Star Trek (Music From Star Trek And The Black Hole) oltre che il folle album natalizio dedicato a Star Wars (Christmas in the Stars).

Nonostante l’enorme successo commerciale lo Star Wars Theme di Meco venne fagocitato dall’implosione di tutto il fenomeno disco da lì a qualche anno finendo mestamente dimenticato. Anche se invecchiato malissimo fu comunque un fenomeno assolutamente nuovo e innovativo quando, per un attimo, Dominick Monardo con quel suo bislacco progetto riuscì a sintetizzare lo specchio dei cambiamenti della società dell’epoca e la liberazione esasperata degli individui, un cambio e un balzo in avanti talmente stordente da ricordare quasi quello che il pubblico poteva ammirare davanti alle scene del film di George Lucas.

Domenico Francesco Cirillo e Vittorio “Vikk” Papa

Tracce:
A1.1. Title Theme
A1.2. Imperial Attack
A1.3. The Desert And The Robot Auction
A1.4. The Princess Appears
A1.5. The Land Of The Sand People
A1.6. Princess Leia’s Theme
A1.7. Cantina Band
A1.8. The Last Battle
A1.9. The Throne Room And End Title
B1.1. Other
B1.2. Galactic
B1.3. Funk

I più letti di oggi

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI