Home Comica e Demenziale Teo Mammucari - Canzoni Belle (2004 - CD)

Teo Mammucari – Canzoni Belle (2004 – CD)

-

Teo Mammucari Canzoni BelleInserire in una stessa frase il nome Teo Mammucari e la parola “bello” è cosa ardita se non impossibile; immaginare che lo pseudo presentatore / showman romano possa aver inciso un disco va oltre ogni peggiore incubo, se poi questo disco s’intitola “Canzoni Belle” non può che essere qualcosa di abominevole consigliato solo per stomaci forti.

Grazie al successo inaspettato del tormentone “Nando” (qui riproposto in ben 3 versioni!!!) Mammucari ha la possibilità di impestare i negozi musicali con un CD in veste di (co)autore (di testi e musiche) dove non può far altro che sfoggiare la sua pseudo comicità al pecorino, degna del migliore/peggiore (la differenza non si nota) Paolo Bonolis per creare un po’ di intrattenimento da villaggio turistico. Quando tenta vie alternative si annega in un pozzo nero di ovvietà e noia, canzoni che vorrebbero essere divertenti (“Azzeramola”, “A ciabatta”), ma che producono conati di vomito, puri nonsense senza capo né coda (“Il vento”, “Edoardo”) potrebbero portare l’ignaro ascoltatore sull’orlo del suicidio pur di non ascoltare tali nefandezze.

Teo Mammucari Canzoni BelleUn disco talmente brutto da non rientrare in nessuna scala di valori, pubblicato per sfruttare l’hype del momento e creato da un personaggio televisivo di dubbie qualità e con ambizioni umoristiche senza averne le capacità. Per cortesia, la canzone demenziale è tutt’altra cosa e dischi del genere non fanno altro che screditare chi davvero si impegna nel creare qualcosa di divertente.

Un disco che non merita neppure di finire nei cestoni degli Autogrill. Infimo a dir poco, ma purtroppo ne inciderà anche un secondo.

Tracklist:
01 – Nando
02 – Il ruscello
03 – Azzeramola
04 – Il vento
05 – Cosa vuoi che sia
06 – Domenica a Fiumicino
07 – A mucca
08 – Edoardo
09 – A ciabatta
10 – Nando mix
11 – Azzeramola mix
12 – Caro papà
13 – Nando karaoke
14 – Azzeramola karaoke

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Carmen Russo – Nuda (1985 – 7″)

Il 1985 di Carmen Russo sembra scandito dal ricordo di spiagge esotiche come la tastierina nell’intro del pezzo ci suggerisce; un’atmosfera frizzantina e leggera....

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

Roby Facchinetti – Dea (Inno Ufficiale Atalanta B.C.) (2007)

Se la cosa, per i più, fosse passata inosservata, sono certo che rivelando che Roby Facchinetti abbia scritto e cantato l'inno dell'Atalanta Bergamasca Calcio...

7 COMMENTI

  1. Si beh…ragione c’hai ragione. Ma io “cosa vuoi che sia” la cantavo già un’anno prima che diventasse famosa, e ridevo come un coglione ad ogni singola rima. Non dirmelo, ti faccio pena. Ok. Grazie. Ciao.

  2. Lasciai un post sulla Hunziker tempo fa…
    Il sito è ancora molto divertente, complimenti.
    Per quanto riguarda Mammuccari, effettivamente ha un po’ scassato…ha indovinato un programma qualche anno fa e si ripropone tale e quale in continuazione, e sta diventando un po’scadente, non riesce nemmeno piu a far sorridere…sembra quasi anche lui stanco del suo personaggio…certo è che un po’dovrebbe rinfrescarsi
    Blizzardbeast

  3. Mi domando a chi possa interessare roba del genere… a un masochista, o forse a uno psichiatra:-)

  4. allora semplicemente non siete veri amanti della pura demenzialità tutto qui..e forse non siete manco romani o dei dintorni..vi farebbe apprezzare questo album…bella!

  5. E' difficile trovare un personaggio televisivo più ignorante ed irritante di Mammuccari. Quando vedo il suo faccione sullo schermo, mi prudono le mani.

  6. Seguivo Libero fino a notte fonda, questo “disco” in realtà era una raccolta delle canzoncine fatte durante le puntate, comiche e divertenti soprattutto se si apprezza Teo! Ogni tanto me lo riascolto! Bravo Teo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...