Home Meteore Sugarfree - Cleptomania (2004 - CD singolo)

Sugarfree – Cleptomania (2004 – CD singolo)

-

sugarfree-cleptomaniaSi legge cleptomania ma si dice satiriasi. Facciamo prima un passo indietro.

Era il 2004 e i catanesi Sugarfree (ci sarebbe qualcosa da dire anche sul nome, ma è meglio sorvolare; ho suonato con gruppi dai nomi ben peggiori) sono uno dei tanti nuovi gruppetti un po’ pop, un po’ rock, un po’ niente che andavano di moda allora. Grazie alla massiccia spinta radiofonica garantita dalla Warner Music il singolo “Cleptomania” diventa uno dei tormentoni dell’inizio del 2005. Personalmente non la riascoltavo da allora e sinceramente non ne ricordavo più nemmeno il ritornello. L’unica cosa rimasta è una sorta di fastidio. Ma perché?

Senza pregiudizi ascolto il brano e dopo due secondi comincio a chiedermi se si tratta della canzone giusta o un brano de Le Vibrazioni. Per mia fortuna il brano continua sollevando ogni mio dubbio.

Il cantante (Matteo Amantia Scuderi) ci fa intendere che ha voglia di farsi una bella e sana scopata, “prima o dopo i pasti non importa”, l’importante è “averti mia, solamente mia”. Tutto bene, però c’è un grave problema, il Nostro non riesce a controllarsi: “sono affetto da un morbo incurabile, il mio difetto è un istinto incontrollabile, se ti vedo devo averti tra le mie mani”. Ma se anche i dottori non riescono a trovare un rimedio a questo desiderio morboso, il giovane autore un’idea ce l’avrebbe “ora che non ho più via d’uscita, ora che ogni porta è stata chiusa, apri almeno le tue gambe verso me”. Infine parte la richiesta d’aiuto “aiutami a guarire da questa mia malattia, affetto da una strana forma di cleptomania”.

E qui sorge il problema: la diagnosi è completamente sbagliata, non si tratta di cleptomania ma al massimo di satiriasi! Ovvero la ninfomania per la controparte maschile. Che poi da metà anni ’90 queste patologie non siano più riconosciute dalla medicina ufficiale poco importa.

Certo capisco che essere lanciati sul mercato discografico al grido di satiriasi non suoni così bene, ma almeno avrebbe avuto un senso logico: una strana forma di cleptomania che costringe a possedere sessualmente una donna? Speriamo almeno sia consenziente!

Cleptomania

Sono affetto da un morbo incurabile
Il mio difetto è un istinto incontrollabile
Se ti vedo devo averti tra le mie mani

Liquidato da ogni dottore -Non rimedio- queste le parole
Ma la mia cura potresti essere tu

Prima o dopo i pasti non importa
Due o tre volte al giorno sì mi bastano per sperare

Aiutami a guarire da questa mia malattia
Affetto da una strana forma di cleptomania
Voglio averti mia, solamente mia

Ora che non ho più via d’uscita
Ora che ogni porta è stata chiusa
Apri almeno le tue gambe verso me

Prima o dopo i pasti non importa
Due o tre volte al giorno sì mi bastano per volare

Aiutami a guarire da questa mia malattia
Affetto da una strana forma di cleptomania
Voglio averti mia, solamente mia

Già sto meglio se ti tengo tra le mie mani
Sto guarendo se ti tengo tra queste mani

Aiutami a guarire da questa mia malattia
Affetto da una strana forma di cleptomania
Voglio averti mia, solamente mia

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Carmen Russo – Nuda (1985 – 7″)

Il 1985 di Carmen Russo sembra scandito dal ricordo di spiagge esotiche come la tastierina nell’intro del pezzo ci suggerisce; un’atmosfera frizzantina e leggera....

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

6 COMMENTI

  1. Allora, io l’ho sempre letta così: gli Sugarfree sono siciliani (anche io) e in dialetto locale scopare si dice “fottere” (futtiri) ma, non so bene perchè”, “futtiri” ha anche il significato di “rubare”. Da qui a Cleptomania il passo è breve…è un gioco di parole dialettali. Perlomeno, da siciliana ho dato quest’interpretazione.

    • Mica solo in Sicilia, per dirne una anche Caparezza canta “perchè ti fotto il lavoro, perchè ti fotto la macchina o ti fotto la tipa sotto la luna”. Comunque sì, è l’interpretazione più plausibile.

  2. Non capisco perché le parole che ha scelto di scrivere un artista debbano essere giudicate in questo modo, è un articolo fuffariello
    Odiate di meno, sembra che odiate a gratis
    Anche se Matteo volesse scomparsi questa ragazza e dicesse apri le tue gambe verso me? È uno scandalo? Oddio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...