Home Cinema e TV Chef (Isaac Hayes) - Chocolate Salty Balls (P. S. I Love You)...

Chef (Isaac Hayes) – Chocolate Salty Balls (P. S. I Love You) (1998 – singolo)

-

South Park Chef Chocolate Salty BallsNel dicembre 1998 il cartone animato South Park aveva compiuto circa un anno, ma era già famigerato per il contrasto fra la sua apparenza finto-infantile e i contenuti capaci di demolire qualunque tabù. Tuttavia non ci si spiega come un singolo interpretato sotto pseudonimo da Isaac Hayes per la colonna sonora del cartone sia riuscito a ottenere un successo clamoroso nel Regno Unito, riuscendo a spodestare niente meno che le Spice Girls.

Ma andiamo con ordine: Isaac Hayes si è prestato di buon grado a collaborare con i creatori della serie Trey Parker e Matt Stone per dare la voce a Chef, cuoco della mensa della South Park Elementary nonché guida spirituale dei giovani protagonisti e grande erotomane. Questo gli ha permesso sia di ironizzare sul suo personaggio di “macho della musica”, sia di toccare argomenti che difficilmente avrebbe potuto affrontare in qualsiasi altro programma. La collaborazione si è concretizzata in una serie di demenziali composizioni in puro stile R&B condite di allusioni sessuali (tutte scritte da Trey Parker, la vera mente dietro il cartone), tra cui spicca “Chocolate Salty Balls” dal quasi omonimo episodio della seconda stagione.

La canzone in sé inizia con la ricetta delle “palle salate” e finisce con Chef che se la prende con una ragazza rea di avergli bruciato le suddette, con ovvi doppi sensi ovunque e una melodia funk-disco capace di entrare in testa al primo ascolto, paragonabile alle vere produzioni di Hayes dei decenni precedenti. La versione estesa della canzone venne inserita nella compilation “Chef Aid: The South Park Album” (un finto live album per di più) nel novembre 1998. Un mese dopo, “Chocolate Salty Balls (P. S. I Love You)” fu rilasciata come singolo a nome Chef e messa in rotazione sulle TV musicali grazie a un clip di montaggio di svariate scene della serie.

In modo del tutto inaspettato una canzone da osteria cantata da un personaggio animato che è anche una finta ricetta balzò al n°1 in Gran Bretagna, Scozia e Irlanda, finendo per vendere oltre 850 mila copie e diventando il 36° singolo più venduto di quella decade nel Regno Unito. Il singolo natalizio britannico più venduto di quell’anno fu “Goodbye” delle Spice Girls (già detentrici del primato anche nei due anni precedenti), ma Chef le tallonava al secondo posto e la settimana successiva avvenne il clamoroso sorpasso, anche grazie al lato B in cui altri personaggi della serie recitavano (a modo loro) alcune carole natalizie.

Come prevedibile, Hayes non pubblicò altri dischi come Chef, anche perché il cantante era autoironico finché non si toccava l’argomento fede religiosa: dopo un episodio che sfotteva brutalmente Scientology, di cui Isaac era un adepto, il cantante abbandonò lo show sbattendo la porta. Per tutta risposta, Parker e Stone eliminarono Chef dalla serie, trasformandolo in un poveretto plagiato da un club di avventurieri pedofili e facendolo morire orrendamente. Ma noi preferiamo ricordarlo come il cuoco gioviale e navigato che ci invitava a succhiare le sue palle di cioccolata.

Chocolate Salty Balls (P.S. I Love You)

Two tablespoons of cinnamon and two or three egg whites
A half a stick of butter, melted, stick it all in a bowl
Baby, stir it with a wooden spoon
Mix in a cup of flour you’ll be in heaven soon

Say everybody have you seen my balls?
They’re big and salty and brown
If you ever need a quick pick me up
Just stick my balls in your mouth

Oh, suck on my chocolate salty balls
Stick ’em in your mouth and suck ’em
Suck on my chocolate salty balls
They’re packed full of vitamins
And good for you, so suck on my balls

Pour in a cup of unsweetened chocolate
And a half a cup of brandy
Then throw in a bag or two of sugar
And just a pinch of vanilla

Grease up the cookie sheet
‘Cause I hate when my balls stick
Then preheat the oven to threefifty
And give that spoon a lick

Say everybody have you seen my balls?
They’re big and salty and brown
If you ever need a quick pick me up
Just stick my balls in your mouth

Oh, suck on my chocolate salty balls
Stick ’em in your mouth and suck ’em
Suck on my chocolate salty balls
They’re packed full of goodness
And high in fiber, so suck on my balls

Hey, wait a minute, what’s that smell?
It smells like somethings burning
Well, that don’t bother me none
As long as I get my rent paid on Friday
Baby, you better get back in the kitchen
‘Cause I got a sneak suspicion

Oh man, baby, baby, you just burnt my balls
My balls are on fire, come on
My balls are burning, gimme some water
Pour some water on ’em, o goodness
Blow on them, do something

Say everybody have you seen my balls?
They’re big and salty and brown
(They’re on fire baby)
If you ever need a quick pick me up
Just stick my balls in your mouth

Oh, suck on my chocolate salty balls
Stick ’em in your mouth and suck ’em
(Put ’em out, blow on ’em)
Suck on my balls baby

Suck on my balls, baby
Suck on my red hot salty chocolate balls
Woo, woo, suck on my balls
(Blow, blow, blow)

I più letti

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Carmen Russo – Nuda (1985 – 7″)

Il 1985 di Carmen Russo sembra scandito dal ricordo di spiagge esotiche come la tastierina nell’intro del pezzo ci suggerisce; un’atmosfera frizzantina e leggera....

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...

SPKX feat. Rino Gattuso – Every Day Malakia (2014)

La popolarità internazionale del calcio e la globalizzazione hanno fatto sì che, sempre più spesso, allenatori di fama si trasferiscano in paesi lontani per...