Skiantos pubblicità patatine PAI

Quando gli Skiantos fecero la pubblicità delle patatine Pai

Non smetteremo mai di ripeterlo: internet è un’invenzione meravigliosa. Non solo per la quantità di informazioni che vi si possono trovare ma anche e soprattutto per i collegamenti che si creano tra queste informazioni. Navigando per caso su un canale YouTube che carica vecchi spot TV abbiamo scoperto che gli Skiantos, forse la band più genuinamente punk e situazionista che sia mai esistita in Italia, hanno girato uno spot delle patatine PAI.

Era il 1981, Roberto “Freak” Antoni era uscito dal gruppo da quasi due anni, lasciando al timone Stefano “Sbarbo” Cavedoni. La nuova formazione con l’aggiunta della cantante Linda Linetti in De Lirio aveva pubblicato nel 1980 Pesissimo!, disco più scuro dei primi ma bellissimo e ampiamente sottovalutato. Di lì a poco la band si sarebbe sciolta per riformarsi nel 1984 con i soli Freak Antoni, Dandy Bestia e Sbarbo Cavedoni per pubblicare l’album Ti spalmo la crema prodotto dai fratelli La Bionda.

Questo spot è quindi una delle ultime testimonianze visive degli Skiantos “storici” e non poteva che essere un documento assurdo, avanti di anni: lo spot ritrae gli Skiantos sul palco, nel loro ambiente naturale e senza filtri, che tra attitudine rock’n’roll, salti sul palco e i loro soliti vestiti improbabili lanciano le patatine Good Pai (questo il nome del prodotto) sul pubblico in sala mentre intonano una versione di Eptadone con il testo modificato per l’occasione. Il tutto assume tinte ancora più deliranti se ricordiamo che la canzone Eptadone parla di droga.

Abbiamo contattato Sbarbo Cavedoni per chiedergli di raccontarci questa esperienza. In puro stile Skiantos, Stefano ci confessa candidamente che non ricordava assolutamente questo spot fino a quando non gliel’abbiamo mostrato noi. Stefano racconta che in quel periodo gli Skiantos frequentavano molto Milano perché era la sede della loro etichetta, la mitica Cramps Records. Proprio tramite il grandissimo Gianni Sassi, fondatore della Cramps, gli Skiantos entrano in contatto con il mondo della pubblicità milanese dei primissimi anni ’80 e viene loro proposto di girare questa pubblicità per il marchio di patatine PAI.

Cavedoni ricorda di aver modificato personalmente il testo di Eptadone per adattarlo allo spot, cercando allo stesso tempo di prendere velatamente in giro il concetto stesso di pubblicità con frasi come «credi al tuo televisore o mio dolce spettatore, ora soffri d’astinenza, di Good Pai non puoi far senza». Nonostante l’intera operazione rispecchiasse perfettamente l’animo ironicamente sovversivo della band, Sbarbo racconta che i fan più puristi degli Skiantos ovviamente s’indignarono per questo spot. 

Dello spot sono state girate due versioni caricate da due canali diversi, che però sembrano non essersi accorti che i protagonisti del video erano proprio gli Skiantos da poco orfani di Freak Antoni. Siamo contenti di aver chiuso il cerchio riportando alla luce un documento fondamentale che farà sicuramente impazzire i fan degli Skiantos. Per tutti gli altri abbiamo solo una cosa da dire: «largo all’avanguardia».