scott baio happy days

I dischi dimenticati di Scott Baio, il mitico Chachi di Happy Days

Volente o nolente la carriera di Scott Baio è legata al telefilm Happy Days, vero caposaldo della cultura popolare degli anni ’70 e ’80. Nella serie Scott interpretava Chachi, il cuginetto di Fonzie, innamorato di Joanie “Sottiletta” Cunningham (interpretata da Erin Moran) che alla fine sposerà nell’ultima puntata. Un personaggio secondario ma che con il tempo è riuscito a ritagliarsi un proprio spazio nel cuore dei fan o meglio delle fan, con tanto di sfortunato spin off Joanie Loves Chachi (in italiano traformato in Jenny e Chachi) trasmesso tra il 1982 e il 1983 e incentrato proprio sulle vicende dei due fidanzatini (che all’epoca lo erano anche nella realtà) mentre cercano di formare una rock band.

Come racconta lo stesso Scott Baio in un’intervista tutto nacque quando in Happy Days cominciarono a infilare qualche canzone; visto il buon apprezzamento del pubblico e complice lo spin-off che lo vedeva protagonista… Voilà, si materializzò un bel contratto discografico.

scott baio lp 1982A supporto di Joanie Loves Chachi arrivarono così un paio di album distribuiti solo negli Stati Uniti e Canada; purtroppo lo show non decollò mai veramente e, chiusa rapidamente baracca e burattini, Chachi e Sottiletta tornarono per l’ultima stagione a Happy Days giusto in tempo per le nozze.

Di certo se Happy Days non fosse stato una vera e propria macchina da soldi Scott Baio non avrebbe registrato neppure il messaggio sulla sua segreteria telefonica. Una vocina debole, senza colore o sfumatura, memorabile come i maglioncini azzurro confetto di Ricky Cunningham.

Il disco auto-intitolato del 1982 è un soft rock romantico tardo-adolescenziale tirato a lucido e zuppo di ballate che fa sembrare i Bee Hive (quelli del cartone animato) gli Slayer. Ecco quindi che l’effetto sigletta da telefilm è dietro l’angolo (Runnin’ Out of Reasons to Go, Half the World, Looking for the Right Girl) con le varie canzoni che dopo qualche minuto sembrano assomigliarsi un po’ tutte.

Mentre la noia ci tiene compagnia la migliore cura per l’insonnia sono episodi atroci come la tripletta Woman, I Love Only You, When You Find Someone Who Loves You e What Am I Supposed to Do, che onestamente non riesco a capire come qualcuno possa aver pensato non fossero abbastanza indecenti da distruggere sul momento. Per completare la malefatta un paio di cover degli incolpevoli Rick Springfield e Ever-Green Blues (anche se Midnight Confessions fu in realtà portata al successo dai Grass Roots).

scott baio The Boys Are Out Tonight lp 1983Probabilmente condizioni contrattuali capestro obbligarono la RCA Victor a far pubblicare un altro disco a Scott Baio. Non c’è altra spiegazione. Non voglio credere che qualche discografico abbia pensato veramente di poterlo rendere una popstar. Nel 1983 è quindi la volta di The Boys Are Out Tonight e, sorpresa sorpresa, le cose non sono affatto male.

Abbandonate le atmosfere da pacchiane siglette TV arriva finalmente una ventata di freschezza new wave che non sarà originale ma almeno è apprezzabile; qui si pesca a piene mani dai Cars, ma con l’aggiunta un pizzico di rock’n’roll anni ’50 (che sia lo spettro di Fonzie che aleggia in studio o vera passione di Scott Baio non lo sappiamo).

Nessun capolavoro, sia ben chiaro, ma tutto scorre come una cedrata ghiacciata in un pomeriggio d’agosto. I brani originali sono il giusto mix di ruffianeria pop ed energia adolescenziale. Le cover sono tutte più o meno decenti con ripescaggi non casuali di The Dave Clark Five e Johnny Kidd and The Pirates, oltre a quelle di artisti contemporanei come Pointer Sisters, Michael Lovesmith e Racey.

Certo la voce rimane incolore, ma almeno qui raggiunge la soglia della sopportazione e nel complesso il disco è più che decente, non lascia nulla ma scorre via senza problemi, il che per un cantante improvvisato non è poi troppo disprezzabile.

Finito Happy Days finì anche la carriera musicale di Scott Baio che non diventerà mai una star di prima grandezza a Hollywood o in televisione, ma continuerà il suo lavoro di onesto mestierante come attore e regista.

Scott Baio (1983, LP)

Tracce:
A1. Wanted For Love
A2. What Was In That Kiss
A3. Runnin’ Out Of Reasons To Go
A4. How Do You Talk To Girls (Rick Springfield cover)
A5. Half The World
B1. Woman, I Love Only You
B2. When You Find Someone Who Loves You
B3. What Am I Supposed To Do
B4. Looking For The Right Girl
B5. Midnight Confessions (The Grass Roots cover)

The Boys Are Out Tonight (1983, LP)

Tracce:
A1. I’ll Take You Back
A2. Fingerprints
A3. See How The Love Goes
A4. Some Girls
A5. The Boys Are Out Tonight
B1. Can’t You See That She’s Mine
B2. Shakin’ All Over
B3. Heartbreaker
B4. Don’t Talk
B5. She’s Trouble

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!