Home Comica e Demenziale Riz Samaritano - Non Mi Caga Più Nessuno (2009 - CD)

Riz Samaritano – Non Mi Caga Più Nessuno (2009 – CD)

-

Riz Samaritano Non Mi Caga Più NessunoC’era davvero bisogno di un nuovo disco di Riz Samaritano nel 2009?

Impossibile non amare quel suo romanticismo spaccone figlio della rigogliosa Italia post-bellica degli anni ’60 con il cuore nelle osterie di provincia e il cervello in USA a rincorrere il mito di Fred Buscaglione, ma oggi che senso ha un disco nuovo di zecca?

Non è certo un caso che con il boom del www, grazie a un manipolo di appassionati (cui noi ci fregiamo di aver dato un personalissimo piccolo contributo) il nome di Riz è stato doverosamente rispolverato, tanto che negli anni recenti le sue incisioni sono divenute finalmente disponibili su CD (a tempo abbondantemente scaduto) e in rigoroso formato digitale. Questo “Non Mi Caga Più Nessuno” però è impietoso. Un omaggio triste che fotografa un glorioso personaggio dell’Italia underground già oltre il viale del tramonto.

Onestamente Riz non dovrebbe più cantare. Andrebbe benissimo per fare qualche serata in occasioni speciali, magari in compagnia di Clem Sacco, ma fargli incidere un disco alla sua età in queste condizioni è quasi irrispettoso.

Non serve un orecchio assai allenato per capire come il nostro sia completamente fuori allenamento. Il funambolico Riz non ha mai avuto la voce al tungsteno di Carla Boni, preferendo fare il fantasista al microfono, ma quando la benzina finisce la classe non riesce da sola a far vincere la partita. Se poi i compagni di squadra sono delle mezze calzette la missione diventa impossibile.

Ecco quindi che questo “Non Mi Caga Più Nessuno” da omaggio ai fans si trasforma in un discaccio messo insieme alla bene e peggio che ascoltiamo solo per il nome sulla copertina: per ovvie ragioni di budget invece di una band vera e propria troviamo tappeti di sintetizzatori e sezione ritmica sintetizzata con suoni di quart’ordine, le canzoni sono sostanzialmente brutte, senza la tipica sagacia e mordente, stanche ballate (“Una Sigaretta”, “Ricordati Di Rimini”) e umorismo che non fa ridere (“Non Mi Caga Più Nessuno”, “Patacca Cha Cha”). Una Caporetto.

Tra le “bonus track” dell’album non possiamo non segnalare le nuove versioni di vecchi classici come “Whisky Facile” e “Il Dritto Di Chicago” che in questa veste da triste pianobar da “circolo del rubamazzetto”, oltre a fare un po’ incazzare, generano tanta tristezza.

Come ciliegina sulla torta una spregevole cover italianizzata di “Reality”; sì, proprio il tormentone al glucosio firmato da Richard Sanderson per la colonna sonora de “Il Tempo delle Mele”. Ascoltare un Riz Samaritano che dopo una lunga e onorabile (benché poco onorata) carriera sbiascica a fatica “sì, la vita inizia qui, stupendamente qui” non concilia con il mondo.

Evitate questa robaccia e investite il vostro tempo e denaro sulle raccolte di vecchi successi. In ogni caso Riz, noi ti vogliamo sempre bene.


Tracklist:
01. Cesira
02. Il Mago Del Caschet
03. Una Sigaretta
04. Non Mi Caga Più Nessuno
05. Maria
06. Mi Sogno Addosso
07. Patacca Cha Cha
08. Ricordati Di Rimini
09. Brasil
10. Ciao Al
11. Reality
12. Whisky Facile
13. Il Dritto Di Chicago

I più letti di oggi

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI