Home Big della Musica Ringo Starr - I Wanna Be Santa Claus (1999 - CD)

Ringo Starr – I Wanna Be Santa Claus (1999 – CD)

-

Ringo Starr I Wanna Be Santa ClausForse un po’ ingenerosamente Ringo Starr è sempre stato considerato utile nei Beatles come le monete da 1 centesimo di Euro, ma indubbiamente era “il simpatico” del gruppo.

Sorvolando sulla sua altalenante carriera solista (non così catastrofica come spesso la si dipinge) e sulle sue capacità (indubbiamente limitate) mi voglio soffermare su questa simpatica strenna natalizia, un disco coloratissimo e divertente come bene rappresentato dalla copertina e dal titolo.

Immaginatevi un Santa Claus con immancabili occhiali da sole, capelli lunghi, barba incolta e mezzo alcolizzato, in pratica un sopravvissuto alla rivoluzione hippie e beat degli anni ’60, che prima di partire con la sua slitta (rigorosamente un furgoncino Volkswagen riadattato) si mette alla guida di una band di elfi rockettari.

Il caro vecchio Ringo pare davvero essersi divertito un sacco nel reinterpretare i classici natalizi come “Winter Wonderland”, “Rudolph The Red-Nosed Reindeer”, “Blue Christmas”, (riproposta come ballata country & western), “White Christmas” (un reggae hawaiano molto “sottomarino” alla “Octopus’s Garden”) o la beatlesiana “Christmas Time Is Here Again” (pubblicata nel 1967 dai Beatles e distribuita solo attraverso il loro fans club), libero da ogni preoccupazione di carattere filologico.

La voce nasale e per certi versi inconfondibile dell’ex batterista dei fab four rappresenta il solito limite invalicabile (non è mai stata espressiva e non lo sarà mai), ma non si può evitare di battere il piede con l’inedita “Come On Christmas, Christmas Come On”, con un Ringo che pare impegnato a imitare Gary Glitter, o di saltare sulla sedia quando inizia “Pax Um Biscum (Peace Be With You)” chiaramente “dedicata” all’amico George Harrison non solo per il suo incedere indiano, ma anche perché il batterista baronetto gioca ancora una volta a fare l’imitatore (tralasciamo il testo con parti in italiano, francese e spagnolo).

Un disco senza prestese, pimpante e divertente che si lascia ascoltare dall’inizio alla fine, che magari farà storcere il naso ai beatlesiani fondamentalisti, ma che ci mostra un Ringo Starr ancora scoppiettante; davvero un peccato che l’album sia già fuori stampa.

Tracklist:
01. Come On Christmas, Christmas Come On
02. Winter Wonderland
03. I Wanna Be Santa Claus
04. The Little Drummer Boy
05. Rudolph The Red-Nosed Reindeer
06. Christmas Eve
07. The Christmas Dance
08. Christmas Time Is Here Again
09. Blue Christmas
10. Dear Santa
11. White Christmas
12. Pax Um Biscum (Peace Be With You)

I più letti

2 COMMENTI

  1. sarò l'unico ma io adoro ringo. forse perchè è visto come il più "fesso" dei beatles, o forse perchè a pelle mi ispira tantissima simpatia…e non era affatto scarso, anzi (sentire rain e she said she said per credere)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti