Home Comica e Demenziale Powerillusi - Il Nostro Primo 45 Giri / Lato B (Let It...

Powerillusi – Il Nostro Primo 45 Giri / Lato B (Let It Be) (1988, 7″)

Ironia spiccata e gusto musicale sopperiscono ai mezzi limitati in un disco che parla di sé stesso per celebrare il geniale trionfo del metatestuale

-

Powerillusi il nostro primo 45 giri lato bI Powerillusi (pronunciato poverillusi) sono una band di rock demenziale, o cabarock come si definiscono loro stessi, formatasi ufficialmente nel 1987 a Torino, Piemonte, Italy.

Il loro primo lavoro discografico risale all’anno successivo ed è un concentrato di acume pressato ad arte in un unico 7″ rigorosamente con un pezzo per lato. L’impressione è quella di un grandissimo lavoro di sfruttamento massimale delle risorse (a mo’ di suprema arte di arrangiarsi) comprese ironia spiccata e gusto musicale; quanto basta per sopperire alla carente qualità tecnica.

Il nostro primo 45 giri e Lato B sono due brani che parlano di loro stessi. Un discorso metadiscografico con piglio volutamente e spudoratamente didascalico.

Il nostro primo 45 giri, ovviamente sul lato A, descrive se stesso e le proprie intenzioni, diventare un tormentone che «fra vent’anni canteremo ai concerti dopo 5 o 6 bis» ed una rarità «non lo metteremo in nessun long playing così poi diventa raro e se tu lo vuoi avere 100.000 devi sganciare, ammesso che lo trovi». Come avrete già notato «c’è pure l’assolo». Un umorismo un po’ d’altri tempi (anche perché erano altri tempi), ma va bene così; il disco per metà è al completo. Manca solo il lato B.

Lato B avrebbe potuto chiamarsi benissimo Il nostro primo lato B se non fosse esistita la decisiva assonanza con Let It Be dei quattro di Liverpool che fu utilizzata come canovaccio per la stesura del brano riempitivo. E mai aggettivo fu più appropriato: Lato B è intellettualmente onestissima, nata dichiaratamente con il cinico scopo di riempire il disco senza pretese o fronzoli di altro genere. Una canzone cantata a cappella che è un a vera perla:

Siam venuti a registrare il primo singolo ma qui
c’è chi dice adesso fate il lato B.
Ma noi pieni d’entusiasmo abbiam scritto solo un pezzo
e chi c’ha più pensato anche al lato B.
Lato B, lato B, lato B oh lato B,
presto qui c’è un posto, fuori un lato B. 

Nel 1999 il brano Lato B ebbe l’onore di essere pubblicato in Inghilterra nella compilation Exotic Beatles – Part Three, raccolta di brani dei Beatles eseguiti, tradotti e rielaborati da artisti non inglesi. Questo riconoscimento è però niente rispetto a quello che ricevettero in terra natia: nel 1990 presenteranno Lato B su Rai Uno durante il remake di Lascia o raddoppia condotto da Giancarlo Magalli e Bruno Gambarotta.

Un disco che parla di sé stesso. Il geniale trionfo del metatestuale.

I più letti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Cicciolina (Ilona Staller) – Muscolo Rosso (1988, LP)

Se il primo disco di Ilona Staller, pur piacevole, era comunque in linea con il filone pop-disco anni '70, con il suo secondo ed...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

4 COMMENTI

  1. Bella recensione, di cui ti ringrazio (seguo il tuo blog da quando è nato). Mi farebbe piacere mandarti una copia del nostro nuovo album “Il ritorno dei Powerillusi”, su cui potresti sbizzarrirti….se mi mandi un tuo recapito te lo spedisco. Saluti e complimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...