Home Big della Musica Menudo - Viva! Bravo! (1986 - LP)

Menudo – Viva! Bravo! (1986 – LP)

-

Menudo Viva Bravo!I Menudo sono stati una delle primissime boy band di sempre ed uno degli act di maggiore successo in Sudamerica negli anni ’80. Creati nel 1977 dal produttore Edgardo Diaz, dovevano essere una band di eterni giovani; ogniqualvolta i membri  raggiungevano i 16 anni o cominciavano a cambiare voce, avere accenni di barba o semplicemente a crescere troppo venivano sostituiti. Questa trappola malefica ha fatto sì che la band sia tuttora in attività.

Dopo anni di successi in tutto il mondo, ma soprattutto in America Latina e negli States, nel 1983, appena tredicenne, entrò nella band Enrique Martín Morales, meglio noto con il nome d’arte di Ricky Martin, futura star di soap opera e cantante campione d’incassi.

Per darvi l’idea della “Menudomania” basti sapere che i giovanissimi idoli viaggiavano a bordo di un jet privato appartenuto a Richard Nixon (furono la prima teen band a potersi permettere un aeroplano privato) e che partecipavano a trasmissioni TV, film e svariate pubblicità tra cui Pepsi e McDonald’s.

Menudo Viva Bravo!
Un giovane Ricky Martin (a sinistra) con i Menudo

La musica era un bubblegum-pop spesso dal sapore latino senza pretesa, ma con il solo obiettivo di vendere, vendere, vendere. I Menudo registrarono, oltre a una tonnellata di dischi in spagnolo, anche album in portoghese, inglese e… Italiano!

Proprio sull’album in italiano vogliamo focalizzare la nostra attenzione; registrato a metà anni ’80, mostra già elementi più rock (vedi la title track o “Il Primo Amore”) che da li a poco entreranno nel sound del quintetto che assumerà un look più aggressivo.

Il disco è qualcosa di abominevole: un mix pop-dance tra canzoni per bambini (“Viva! Bravo!”, “Acqua candida” e “Vivi la Vita”), musica da villaggio vacanze (“La più carina” e “Al di là che cosa c’é”) e qualche ballata degna della migliore Cristina D’Avena (“Dolci Baci” e “Guardando il cielo ed un gabbiano”). Non aiuta certo la pronuncia spesso imprecisa e incerta e le vocine bianche dei nostri che in più di un’occasione faticano a rimanere intonati.

Menudo Viva Bravo!
Ricky Martin ieri e oggi

Non è difficile capire perché tale maldestro tentativo di colonizzazione italiana sia andato inesorabilmente a vuoto, passando nell’indifferenza generale, e dire che il team degli autori italiani era composto da illustri professionisti quali Paolo Amerigo Cassella (già al lavoro, tra le mille produzioni, sul primo disco di Cicciolina), Lucio Macchiarella (autore tra le altre della mitica sigla di Ken il guerriero), Leonie Gane e Ugo Caldari.

Nonostante la teen band sia ancora in attività dopo aver completamente rinnovato la line up attraverso una speciale trasmissione su MTV intitolata “Making Menudo”, è stato annunciato che la line up più famosa si sarebbe riunita per un tour in America Latina e USA nel 2009 e anche Ricky Martin ha preso parte.

Tracklist:
01. Viva! Bravo!
02. Al di lá che cosa c’é
03. Baci al ciocclato
04. Il primo amore
05. Dolci baci
06. Tu come stai (senza me)
07. Guardando il cielo ed un gabbiano
08. Vivi la vita
09. Sogni
10. Acqua candida
11. Vicino a te
12. La piú carina

I più letti di oggi

5 COMMENTI

  1. beh..io ne so di più. ma non lo dico.c'era di mezzo il mio papà, che ci ha lasciato venerdi scorso…cmq, grazie lo stesso per parlare di qualcosa cui lui prese parte…in un modo o nell'altro me lo fanno sentire ancora "vivo".bacidiana

  2. allora ricky non era famoso ancora allora fece parte dei menudo dopo general hospitalalcuni diaschhi di non grande arrivo maria e lalbum ma poi alcuni dischi alcuni in inglese ha rotto le scatole ed si e scoperto che e gay fatto flop gli ultimi disco non sono granche questo disco e per i bambini non per loro pare una delle canzoni baci fua cantata a sanremo si infatti loro erano ospiti quei pezzi dopo portarono ricky a lasciare dopo facente disco sie esaurito almeno toglie le palleciaoparla italiano adesso ma quella di cantare proprio no

  3. Ricordo molto bene la pubblicità televisiva che venne fatta a questo disco, e ricordo sempre molto bene l’impressione di slavato, di scolorito, di furbesco che alonava quest’impresa. Al confronto ‘Con le mie lacrime’ dei Rolling Stones- con Mick Jagger patetico a pronunciare l’italiano- diventa la Quinta di Beethoven!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI