Home Sesso e Musica Nadia Cassini e Lando Buzzanca - Frittata porno (1978)

Nadia Cassini e Lando Buzzanca – Frittata porno (1978)

Un siparietto coreografico-musicale all'interno della trasmissione Rai Settimo anno che nell'Italia bacchettona di fine anni '70 fece gridare allo scandalo

-

Ho sempre considerato Lando Buzzanca come uno dei migliori attori della sua generazione, purtroppo in Italia non ha mai ottenuto i riconoscimenti che meritava, considerato dai più quasi alla stregua di un caratterista qualsiasi che interpretava l’italiano medio, emigrato e benestante negli anni del miracolo economico.

Nadia Cassini e Lando Buzzanca Frittata Porno 1978
Nadia cassini e Lando Buzzanca nella trasmissione Settimo Anno

Durante la sua lunga carriera è passato dal teatro al cinema finando anche in televisione, dove nel 1978 ha interpretato questo duetto con Nadia Cassini che da lì a breve sarebbe diventata una delle icone del filone comico-erotico made in Italy ricoprendo di solito il cliché dell’ingenua fanciulla adescata (tra le pellicole cult da ricordare L’insegnante balla… con tutta la classe, L’infermiera nella corsia dei militari, La dottoressa ci sta col Colonnello e L’assistente sociale tutto pepe).

La Cassini era famosa per due caratteristiche: il suo fondoschiena, che all’epoca veniva pubblicizzato come il più bello in tutto il panorama femminile mondiale, e il suo caratterino, o sarebbe meglio dire caratteraccio che, insieme alle sue scarse doti artistiche e alla difficoltà ad esprimersi bene in italiano (al cinema era sempre doppiata) bloccarono di fatto la sua carriera.

Frittata porno è un reperto che risale al 1978: si tratta di un siparietto coreografico-musicale all’interno della trasmissione Rai Settimo anno in cui la nostra si esibì con il suo noto fondoschiena coperto solo da un perizioma e da un paio di collant neri che lasciavano ben poco all’immaginazione. Nell’italia bacchettona dell’epoca si gridò allo scandalo anche perchè la canzone conteneva dei doppi sensi non molto sottili e soprattuttutto un finale esplosivo con la parola «porno» ripetuta infinte volte.

Nonostante siano passati più di 20 anni è curioso come basti ancora oggi inserire parole taboo in contesti pop(oplari) per creare, non dico scandalo, ma sicuramente hype (vi ricordate di Pop porno ?)

I più letti

5 COMMENTI

  1. ciao.
    conosco la canzone in merito e sono particolarmente interessato al 45 giri.
    chiunque lo possegga è pregato di mettersi in contatto con me al seguente indirizzo :
    [email protected]
    grazie, davide.

  2. Caro Vikk,
    permettimi di dissentire su alcune tue considerazioni in merito alla Cassini.
    Le sue doti artistiche, che tu definisci scarse, lo sono nè più nè meno come quelle di tante sue colleghe di quegli anni: Carmen Russo, che tu stesso citi, Edwige Fenech, Barbara Bouchet, Sydne Rome, Janet Agren..
    La Cassini ha ottenuto un discreto successo televisivo a cavallo tra i ’70 e gli ’80. Oltre che a “Premiatissima 83”, di cui era protagonista insieme alla Lear, è stata la vedette di “Studio 80” di Antonello Falqui, “Ridiamoci sopra” di Romolo Siena, e ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni di successo come “Settimo anno” (da cui la famosa performance con Buzzanca), “Quantunque io” con Montesano, “Secondo voi” con Baudo, tanto per citarne solo alcune…
    In particolare, se ben diretta, come dal maestro Gino Landi in “Premiatissima”, Cassini è stata in grado di fornire ottime prove da showgirl. I balletti di Nadia a Premiatissima, cosi’ come le canzoni di Amanda nello stesso show, sono dei piccoli gioielli di buona TV, che ti consiglio di guardare.. Certo, come ho già puntualizzato, il merito va attribuito quasi esclusivamente alla genialità e all’inventiva di Landi, ma il risultato è quello che conta..
    Anche Amanda, che mi pare di capire ti piaccia molto, con altri registi non è stata all’altezza delle performances offerte in Premiatissima (basti pensare a “Viva le donne”, per esempio…)
    La Cassini ha un brutto carattere nè più nè meno di tante sue colleghe dell’epoca (e qui mi ri – cito). La Lear, per esempio, ha un carattere molto peggiore del suo. E’ soltanto molto più arguta e intelligente. Ma essere tanto intelligenti e tanto belle insieme è troppo per ogni comune mortale, specie se attricetta o ballerinetta.
    Il nome della Cassini è Gianni, non Gianna. Si, davvero, al maschile (e non per le stesse ragioni della Lear ;-), ma per un bizzarro omaggio del padre al nonno, essendo Nadia figlia unica.
    Come avrai capito, la Cassini mi sta tanto simpatica.
    Un saluto da Salvo.

  3. caro Salvo, grazie per il tuo commento e le tue precisazioni (che ho riportato nel post), con l’occasione l’ho riletto e mi pare di non avere infierito particolarmente sulla Cassini, se non paragonandola ad altre soubrette/attrici dell’epoca che non brillavano certo per doti artistiche al contrario di quelle naturali.

    Vikk

  4. Ciao a tutti.
    Cerco disperatamente la canzone e/o il 45 giri “Frittata porno”.
    Sono disposto a pagare o a scambiare con molte altre rarità trash e di sigle tv di cui sono in possesso.
    Grazie per l’aiuto.

    [email protected]

  5. Beh, mi ricordo della sua interpretazione in io zombo, tu zombi, lei zomba…Eh, che film :D.In quanto al pezzo, un simpatico siparietto (se era uscito come singolo o in qualche modo è stato prodotto il giudizio cala drasticamente).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti