Home Illustri Sconosciuti Kairo: come esportare gli 883 in Messico

Kairo: come esportare gli 883 in Messico

-

Kairo come esportare gli 883 in MessicoLogorati dalla vita moderna? Assillati dal vostro superiore? Non ne potete più di clienti pedanti e maleducati? Se state pensando di mollare tutto e trasferirvi in qualche paese dell’america latina leggete queste righe e potrete trovarvi rapidamente a bere margaritas ghiacciata di fronte all’oceano con un bel malloppo in tasca.

Quello che dovete fare prima di partire è molto semplice: andate nel primo negozio di dischi e comprate l’album italiano più venduto, assicuratevi solo che l’artista in questione sia del tutto sconosciuto al di fuori dei patri confini e poi dirigetevi tranquillamente all’aeroporto.

Una volta arrivati a destinazione mettete insieme tre bellocci o tre procaci fanciulle, a voi la scelta, fate loro ricantare i brani più orecchiabili con il testo rigorosamente in spagnolo, girate un video a basso costo giusto per avere airplay televisivo e con un minimo di promozione vi troverete una hit pronta e confezionata.

Non ci credete? Beh, ascoltate “En Los Espejos De Un Café” e poi chiedete conferma al produttore Gian Pietro Felisatti che, ironia della sorte, ha letteralmente trovato l’America in Messico lanciando una boy band grazie ad una manciata di cover degli 883 principalmente tratte da “Nord Sud Ovest Est”, per tacere dei vari remake sparsi come “I Like Chopin” dei Gazebo, “Le Amiche” di Paolo Vallesi, “Mi Piace” di Leandro Barsotti e chissà quali altre che mi sono sfuggite. Non a caso tutti i dischi sono stati registrati in Italia con l’ausilio di musicisti italiani tra cui Lele Melotti e Paolo Costa.

Kairo come esportare gli 883 in MessicoNonostante la risibilità di queste ultime cover, sono le tracce firmate Pezzali-Repetto che spiccano per essere quasi sempre i brani trascinanti dei vari dischi, la già citata “En Los Espejos De Un Cafe” è una versione cheap di “Nord Sud Ovest Est” con quell’arrangiamento latino che, se dava un tocco esotico al brano originale, qui suona talmente stereotipato da fare quasi tenerezza, “No Nos Rendimos” è una catastrofica versione dance di “Non Ci Spezziamo” in cui semplicemente i Kairo “non ci stanno dentro”. Dall’album best seller del duo pavese non potevano mancare la doppietta “Sei un Mito” e “Come Mai”: la prima diventa “Todo un Mito”, ovvero una versione di terza mano del brano originale, mentre la seconda si trasforma in “Libertad” una tenera ballatona corale da boy band, ovvero una perfetta macchina frantuma cuori di dodicenni.

Chiudono il lotto “Tu Amigo o Algo Más” cover di “La Regola Dell’Amico” praticamente identica all’originale e la devastante “Mi Novia Formal” ovvero “Tieni Il Tempo”, se già il brano originale era un’orgia di arrangiamenti discutibili tra base dance, fiati latini, fisarmonica folk tenuti però insieme solo dalla sapienza artigianale dei produttori, tutto questo suona decisamente scollato e schizofrenico nella versione dei Kairo in cui i fiati hanno la stessa bellezza di una gondola di plastica in bella vista nel vostro soggiorno, la fisarmonica è campionata e tanto per gradire ci aggiungono anche una bella marimba, il tutto su una base pseudo dance di infima fattura.

Visto che nessuno in Italia conosce questa storia noi di Orrore a 33 Giri ci sentivamo in dovere di gettarci a capofitto in questo buco nero della musica, per riportare alla luce tali rarità. Inutile negare che venire a sapere che qualcuno dall’altra parte del mondo si è costruito una carriera grazie a cover dozzinali degli 883 fa un certo effetto, soprattutto alla luce del fatto che nei loro ben quattro album hanno fatto sembrare gli 883 dei giganti musicali, almeno per un attimo.

Discografia:

  • 1994 – Signo Del Tiempo
  • 1995 – Gaudium
  • 1996 – Cara a cara
  • 1996 – Exitos
  • 1997 – Libres
  • 1998 – Pasiones

I più letti

11 COMMENTI

  1. Credo che il discorso iniziale adesso sarebbe un po' difficile vista la ormai facile esportabilita' dei beni/servizi. Scusa, ma davvero non ce la faccio piu' del lavoro che faccio per soli 2000 PLN mensili dove c'e' stata intanto una forte inflazione e con tutti che mi chiedono di fare cose che non capisco 🙁

  2. La base della cover di "Non ci spezziamo" e' la stessa presa dal remix della stessa degli U.S.U.R.A. ;). Sei un mito sembra una mitica versione da piano bar.

  3. Vikk, 2 anni fa era un buon stipendio a Wrocław(secondo me), e pare che molti miei colleghi(dove lavoro io o altre aziende) guadagnino anche meno. Il problema e' che dopo e' arrivato un forte sviluppo che ha alzato di brutto i prezzi, anche degli affitti. Mi acconteterei anche della stessa cifra, onestamente, ma dovrei avere un lavoro un po' piu' tranquillo(business piu' piccoli, non grandi applicazioni, miglior organizzazione ecc….) o che mi permetta di usufruire di particolari servizi che adesso non posso utilizzare perche' lavoro o son troppo stanco. Detto questo chiudo qui perche' siamo gia' fuori tema, ma se vuoi possiamo continuare a parlarne in privato molto volentieri

  4. Grazie per aver aggiunto un po' di polpa ad un ricordo molto flebile: li ho visti su Viva TV (emittente satellitare messicana), in una sezione dedicata a video musicali, nel 1996, mentre ero in trasferta a Stoccarda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti