Home Illustri Sconosciuti I Parlamentari - Cosa Sarà (1995 - CD singolo)

I Parlamentari – Cosa Sarà (1995 – CD singolo)

-

I Parlamentari Cosa SaràLa politica italiana ci ha abituati alle più varie stranezze e ai più insoliti scambi di ruoli: giornalisti che fanno i politici, politici che fanno i presentatori, presidenti che fanno gli operai, comici che si credono politici e politici che sono comici.

Da questa lunga lista non può assolutamente mancare la rarità che vi presentiamo oggi, che rientra nella inedita categoria “politici che fanno i musicisti”; qualcuno obietterà che ci sono almeno un paio di casi documentati di musica in politica (il rinomato dinamico duo Berlusconi – Apicella e il meno noto disco giapponese della Mussolini) ma i fatti parlano chiaro, questi sono in realtà casi di personaggi che erano musicisti (o quasi) e poi sono diventati politici, mentre il disco che oggi vi presentiamo è differente.

“Cosa sarà” (con tanto di lato B “Più forti insieme”), firmato come I Parlamentari è cantato da 37 politici appartenenti a tutti i partiti presenti nel parlamento italiano ed europeo, tra cui spiccano i nomi di Ignazio La Russa e Alfonso Pecoraro Scanio.

Il progetto fu realizzato nel 1995 per una qualche sorta di non meglio identificata beneficenza (c’è di mezzo un Istituto Sacra Famiglia), ma onestamente questo non basta neanche lontanamente a giustificare l’infamia del prodotto realizzato.

Prendete il Marco Masini più ispirato, dategli un sacco di botte in testa con una tastiera midi del 1995, aggiungete i colpi di reni vocali di un gruppo di politici annoiati dall’ennesima finanziaria (e per registrare questa roba devono aver preso i parlamentari più splendidi di tutto il mucchio) e se i tagli all’istruzione vi danno una mano forse otterrete un disco fetente come questo.

In tutto ciò la cosa che più fa riflettere è che dall’unico caso di collaborazione unilaterale di tutti i partiti politici italiani sia uscita questa porcata ignobile.

Cosa Sarà

Cosa sarà, cosa sarà
Che fa nascere una canzone
Cosa sarà, cosa sarà
Che fa crescere un’illusione
Se hai visto il cielo abbracciare il mare
Se conti le stelle ogni notte come me
Ma la mia stella poi qual’è
Cosa sarà, cosa sarà
Che fa vivere o’ sentimiento
Cosa sarà, cosa sarà
Che ti fa restare in piedi
Se credi che per riuscire non ci sono se
Trova la strada che cercavi dentro te
Non sembra vero ora c’è

Prendi le mie mani e poi dammi le tue mani
E’ più facile domani se viviamo a quattro mani
E tu resti insieme a noi
E allora prendi le mie mani e poi dammi le tue mani
E’ più facile domani se viviamo a quattro mani
E tu resti insieme a noi

Cosa sarà, cosa sarà
Che ti fa cambiare il tempo
Cosa sarà, cosa sarà
Che dà sorriso al pianto
Se da questa notte c’è una stella anche per te
Trovi un amico tu che dici che non c’è
Torna il sereno dentro me

Prendi le mie mani e poi dammi le tue mani
E’ più facile domani se viviamo a quattro mani
E tu resti insieme a noi
E allora prendi le mie mani e poi dammi le tue mani
E’ più facile domani se viviamo a quattro mani
E tu resti insieme a noi

Più Forti Insieme

C’è chi ancora fa miracoli
In questo mondo a ostacoli
Chi ha il bastone dei più deboli
E l’anima dei fragili
C’è chi scansa via le nuvole
E asciuga quelle lacrime
Di chi si sente un vuoto a perdere
E sta per svendere la vita
Per chi ogni giorno lotta e lotterà
Con le contrarietà
C’è un nuovo amico che ti aspetta già
Non ti deluderà

Noi, più forti insieme noi,
Riacciendi gli occhi tuoi
E’ un giorno nuovo
Il domani è in volo ed è per noi
Noi, più forti insieme noi
Coi tuoi problemi e i miei
Parlandone si può
Sorriderci anche su
Non servono gli eroi
Ma solo noi
Più forti insieme noi

Le promesse sono inutili
Son fiori che non sbocciano
Sono i fatti che ci muovono
E i grandi muri abbattono
E’ nata una parola magica
La solidarietà
Che mano in mano amico crescerà
Non ci dividerà

Noi, più forti insieme noi
Riacciendi gli occhi tuoi
In alto mare
Toccherà remare
Noi, più forti insieme noi
E’ un’arca di Noè
C’è posto anche per te
Che hai i remi in barca ormai
E non ci credi più
Nelle favole
Ma ti ricrederai
Quando cercherai la mano mia
Saprai che sono qui
Vicino a te, più forti insieme noi

I più letti

2 COMMENTI

  1. Tra l’altro il testo di “Cosa sarà” ricorda (plagia) in più punti i versi dell’omonima canzone di Dalla e De Gregori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti