Home Comica e Demenziale Dan - Trash D'Autore (2007 - CD)

Dan – Trash D’Autore (2007 – CD)

-

Dan Trash D'AutoreLa linea di demarcazione tra “ci sei” e “ci fai” è spesso molto sottile. Oggi parliamo di Dan, al secolo Dante Meschiari: questo splendido cinquantenne romagnolo con l’aspetto di Gianpiero Mughini, l’atteggiamento di Gianni Drudi e la voce di Fred Buscaglione, presentandoci il suo disco dal programmatico titolo “Trash D’Autore” ci fa capire che un bel po’ ci fa, ma in fondo in fondo ci è.

La combinazione fin qui descritta sembra mortale, e in effetti al primo ascolto il disco non solo è all’altezza delle aspettative, ma le supera ampiamente, rivelandosi una splendida sorpresa nella discografia italiana di genere degli ultimi 5 anni.

“Trash D’Autore” è un disco pensato, prodotto e cantato egregiamente, e già questo è un punto a suo favore, oltre che una rarità per la media degli artisti di cui trattiamo su Orrore a 33 Giri, ma le canzoni sono tutte veramente gradevoli: si parte con il ragga-funk “Chi Ruba… In Galera!”, in cui Dan, scimmiottando Buscaglione, accusa con ironia il malfunzionamento del sistema giudiziario italiano; ma è con “Una… Sei Tu” che entriamo nel vivo del disco: usando come pretesto la melodia di “Giro Giro Tondo”, Dan insulta senza mezzi termini una ragazza che se la tira:

Giro giro tondo, casca il mondo,
casca la terra tutto il culo giù per terra,
tu sei come le mosche che volan sulle merde,
e volan sul bidé, e vanno su di te, e volan su di te
perchè una merda sei tu,
perchè una merda sei tu,
perchè una strega sei tu,
che grande diva sei tu, non sei nessuno

“Drin Drin” è una perla interpretata “à la Vasco” che celebra i sogni erotici, bruscamente interrotti dalla sveglia: “Drin Drin, sono le sette, Drin Drin, poche pugnette, Drin Drin, adesso è l’ora, di andare tutti a scuola, cinque minuti dai, cinque minuti ancora, che devo fare un sogno erotico, di quelli che si vede tutto e bene!”.

Senza neanche essercene accorti, siamo già al singolone, “Ivo (Se lo Sapevo)”, classico , ma magistrale, pezzo in cui una conquista estiva si scopre non essere propriamente una donna… “come ti chiami? Ivo! Se lo sapevo non venivo!”; si continua con “Autogestione”, un bel reggae nel quale Dan scarica la frustrazione perchè la sua ragazza non gli si concede più!

Una dopo l’altra si susseguono tracce meravigliosamente ascoltabili come lo ska di “Se Stai Con Me”, lo swing di “Vai Pure Con Chi Vuoi” e il rap di “…E poi… non sono tuo marito”; non può mancare ovviamente la canzone pro-social “Fumati i Miei Baci”, nella quale Dan propone alla sua ragazza di fumarsi i suoi baci piuttosto che le sigarette.

Finale romantico con tre ballads di fila, “Mille Astati d’Amore”, “Carlotta Ascoltami” e “1000 Anni Fa“, tutte ambientate sulla riviera romagnola e dedicate a belle signore non più giovanissime; niente mezzi termini, altro che Gianni Drudi, è Dan il nuovo re dei cascamorti!

Il disco è attualmente in catalogo nei negozi digitali, quindi dategli una chance, merita almeno un paio di ascolti divertiti e una manciata di sane risate.

Classificare sotto “musica da scapoli”.


Tracklist:
01. Chi Ruba… in Galera!
02. Una… Sei Tu
03. Drin Drin
04. Ivo (Se Lo Sapevo)
05. Autogestione
06. Se Stai con Me
07. Vai Pure con Chi Vuoi
08. …E Poi… Non Sono Tuo Marito
09. Fumati i Miei Baci
10. Mille Estati d’Amore
11. Che Notizie Mi Dai
12. Carlotta Ascoltami
13. 1000 Anni Fa

I più letti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Cicciolina (Ilona Staller) – Muscolo Rosso (1988, LP)

Se il primo disco di Ilona Staller, pur piacevole, era comunque in linea con il filone pop-disco anni '70, con il suo secondo ed...

8 COMMENTI

  1. Bhe’ lo e’ anche per noi, assolutamente!

    In realtà Dan è stato “scovato” da Roger, ma come quasi tutto quello che si legge da queste parti si tratta di un lavoro “a due teste”, poco importa chi scrive l’articolo.
    Enjoy!

  2. Pensa Romo che questo tizio è ancora in catalogo anche nei negozi!
    Con un disco del 2002!

    E io che la prima volta che l’ho visto da Ricordi volevo contrattare col commesso per portarlo via a tre euro, con la scusa che “tanto è fuori catalogo…”

    😀

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...