Home Illustri Sconosciuti Colapesce - Fiori o Formiche (2012)

Colapesce – Fiori o Formiche (2012)

-

colapesce fiori o formiche mauro repetto coverNoi di Orrore a 33 Giri siamo legati a doppio filo con il disco solista di Mauro Repetto, ovvero per chi avesse vissuto su Giove negli ultimi 25 anni, l’altra metà degli 883. Non solo è il primo articolo in assoluto che venne pubblicato su queste pagine ma soprattutto è il manifesto del loser nostrano. Nonostante la mano lunga di Claudio Cecchetto, il disco fu un tremendo insuccesso di pubblico e critica per la parte sanguigna del duo pop di Pavia.

Mentre Repetto poneva una pietra tombale sulla sua carriera artistica scomparendo dal radar dei media italiani, Lorenzo Urciullo, oggi coccolato cantautore indie nostrano meglio conosciuto come Colapesce, a metà anni ’90 aveva da poco iniziato le scuole medie nella tranquilla e soleggiata provincia di Siracusa.

A unire un famoso ragazzotto di Pavia e un bambino siciliano ci pensa nel 2012 la cover di “Fiori o Formiche”. Colapesce non è più uno spensierato dodicenne ma un musicista in cerca della propria identità artistica.

In occasione dell’album di debutto “Un Meraviglioso Declino” venne regalato “Nove Cover” per chi pre-ordinava il disco. Un EP che contiene esattamente quello che dice la scritta in copertina: nove reinterpretazioni coraggiose e non sempre centrate che spaziano dai Blonde Redhead ad Antonello Venditti in una sorta di manifesto indie snob.

Tra questi brani troviamo anche la versione riveduta e corretta di “Fiori o Formiche” in quello che sembra una sorta di doppio carpiato di evitabile hipsterismo nostrano, soprattutto memori della sua brutta cover de “Gli Anni” incisa per la compilation-tributo “Con Due Deca”.

Barattata la voce sgraziata e l’elementare arrangiamento acustico dell’originale con un suono post punk plumbeo e basilare la canzone trova motivo di essere in questa nuova veste di ballata nera. Colapesce non è Ian Curtis e non potrebbe esserlo, ma solo un trentenne di oggi con le sue ansie perfettamente rappresentate dal testo sgangherato del brano.

Che sia stata fatto per snobismo, per una scommessa persa con gli amici o per un guilty pleasure poco importa; “Fiori o Formiche” di Colapesce va archiviata direttamente sotto la categoria cover perfetta.

Fiori o Formiche
(Mauro Repetto/Michele Chieppi)

Dio sarà un mattino boom di luce tra mare e sabbia
Dio è un bambino che sta giocando a subbutèo
Blu blu dammi la forza di guardare giù
Blu blu dammi la forza di guardare giù

Dio sarà mia moglie e le sue calze e il suo reggiseno
Dio è una sbronza cazzo oggi se ho lavorato
Stelle: fiori o formiche per voi cosa siamo?
Stelle: fiori o formiche per voi cosa siamo?

Dio sarà un anello di mia figlia al suo matrimonio
Dio è quel momento che ho già visto in un’altra vita
Blu blu dammi la forza di guardare giù
Blu blu dammi la forza di guardare giù

Dio sarà una cena con mio padre e il bene che gli voglio
Dio è il profumo di mia sorella al primo “dormo fuori”
Stelle: fiori o formiche per voi cosa siamo?
Stelle: fiori o formiche per voi cosa siamo?
Stelle: fiori o formiche per voi cosa siamo?
Stelle: fiori o formiche per voi cosa siamo?

I più letti

La sigla italiana di Lamù: un mistero irrisolto (forse)

Il caso della sigla italiana dell'anime Urusei Yatsura, meglio noto ai fan nostrani come Lamù, è uno dei grandi misteri della storia della musica...

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Roberto Angelini – Gattomatto (2003 – singolo)

È difficile parlar male di un bravo artista, ma questa “Gattomatto” riesce a ogni ascolto a mettermi addosso una tristezza impressionante, a cominciare da un...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Le 10 migliori canzoni dei film di Bud Spencer e Terence Hill

Abbiamo perso quello forzuto, grosso e bonaccione nel 2016 mentre quello biondo, belloccio e scaltro ci ha regalato l'ennesima pellicola fatta di cavalcate in...

2 COMMENTI

  1. Il mio ex ragazzo amava chiamare Colapesce con la storpiatura “ciolapesce”; per chi non è di Bari e dintorni, il termine dialettale “ciola”, con accento sulla o, sta ad indicare il pene… tant’è…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero inimitabile minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato é quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...

La crisi tra Stati Uniti e Iran in 10 canzoni

L'inizio del 2020 è stato segnato dall'ennesima crisi politico-diplomatica-economica tra Stati Uniti e Iran, tra nuove preoccupazioni e vecchie tensioni mai sopite. Come sempre,...