Home VIP Canterini Carmen Russo - Io Jane Tu Tarzan / Oh! Jumbo Buana (1989...

Carmen Russo – Io Jane Tu Tarzan / Oh! Jumbo Buana (1989 – 7″)

-

Carmen Russo Io Jane Tu TarzanCarmen Russo ha provato in più riprese a sfondare nel mondo della musica, ma mai con una precisa direzione stilistica, non dico artistica, sembrando sempre un pesce fuor d’acqua. La sua discografia viene ricordata per le copertine ad alto tasso di testosterone e non certo per la musica, che purtroppo non ha un briciolo di personalità, come d’altro canto la sua vocina leggermente insignificante e leggermente stonata, finendo direttamente nel freak show dei “vip canterini dimenticati” senza passare dal Via. C’è da dire che si trova in buona compagnia assieme a gente del calibro di Flavia Vento, Antonella Elia, Raffaella Zardo, Fabio Volo, Platinette o Alessia Mancini; canzoni evitabilissime, ma non brutte abbastanza per risultare quantomeno attraenti.

In realtà se andiamo a scavare tra i microsolchi meno noti della tettuta soubrette un piccolo capolavoro lo troviamo: il 45 giri “africano” “Io Jane Tu Tarzan”, sottoprodotto della trasmissione televisiva omonima, ci regala un noiosissimo lato A (un brano moscio e privo di appeal), ma si salva con un clamoroso lato B “Oh! Jumbo Buana” che con quel suo esotismo da scuola elementare ci regala un distillato di emozioni.

Tamburi africani, effetti ambientali da foresta nera e una base italo disco rubata alla migliore Sabrina Salerno, ma ampiamente fuori tempo massimo (Carmen ti vogliamo bene, ma era il 1989!), il tutto magistralmente prodotto dall’immancabile Cristiano Malgioglio insieme a Enzo Paolo Turchi e solo questo basterebbe ad attirare la nostra attenzione, ma non è finita qui, perché il testo ci regala passaggi memorabili che è giusto condividere:

Aggrapparti ad una liana
l’orizzonte che si spiana
sulla riva i gabbiani
e a due passi il ma-a-re

Ma come? Non eravamo nella foresta? E Tarzan? E le liane? E le scimmie in sottofondo? Invece no! La nostra pensa di essere a casa, sulla riviera ligure, ma continuiamo:

la foresHta danza, libera avanza
verso noi e il cielo bianco

Il cielo bianco? Che stia per nevicare? Ma non eravamo in Africa? Carmen non ti seguiamo davvero! Hai bisogno di aiuto forse? Spiegati meglio! Proseguendo l’ascolto abbiamo qualche dettaglio in più, ma i nostri dilemmi rimango irrisolti e anzi se ne aggiungono di nuovi e più inquietanti:

la mia Africa è l’amore mio
il frastuono il sudore tuo
il mio caldo che scende lento ormai
la mia luce che splende, splende, splende…

OK, forse si tratta di allucinazioni da disidratazione oppure l’effetto collaterale dello stare a stretto contatto con il taglio di capelli di Enzo Paolo Turchi. Non lo sapremo mai, ma questo nonsense con un tocco d’Africa ci piace assai, inutile negarlo. Un fiore nel deserto che avrebbe meritato maggiore fortuna e che anche gli appassionati del genere snobbano incredibilmente con superficialità.

I più letti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Sanremo 1989: l’apoteosi di una catastrofe annunciata

L'edizione del Festival di Sanremo del 1989 rappresenta in modo perfetto lo zenit di tutto quello che il lettore più fedele di Orrore a...

Cicciolina (Ilona Staller) – Muscolo Rosso (1988, LP)

Se il primo disco di Ilona Staller, pur piacevole, era comunque in linea con il filone pop-disco anni '70, con il suo secondo ed...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

5 COMMENTI

  1. occhio però ad un paio di cose:
    – il “look and feel” (come dicono dalle mie parti) del 7” è palesemente afro (vedi il leopardato), tra l’altro la facciata A parla di Jane e Tarzan
    – il ritornello dice “Buana” quindi siamo nel continente nero
    – i tambiuri in sottofondo e all’inizio sono africani e non idios

    Vikk

  2. Giusto.
    Allora: o apriamo un dibattito sui casi di immigrazione Africana in Sudamerica, o proverei a proporre Tanzania e Mozambico.
    In alternativa: Camerun e Ghana meridionale.
    NN so: forse quoterei più i primi due…

  3. questo programma lo ricordo nel 1989 fu un flop anche la donna c,era sebastiano somma allora gia famoso ma che non conoscevo era un attore di fotoromanzi e poi dopo alcune cose cinematografiche fece anche lantagonista di nino d,angelo un breve parte perche poi spari poi zero e altri film fece che pero non fecero successo ha messo anche la sua carriera questo programma oltre a essere noioso e anche stupido lei oggi fa altre cose e fa pena anche il marito mamma mia due senza successo che fanno solo pena solo se si mettono a fare dischi questo e solo una merda ciao

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Raccolta differenziata: i precetti per riciclare la musica italiana

Siamo prossimi al collasso! Ci stiamo distruggendo con le nostre mani. O forse no, perché gli sbalzi climatici, dai più considerati atipici, sono semplicemente...

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...