Home Big della Musica Billy Idol - Happy Holidays (2006 - CD)

Billy Idol – Happy Holidays (2006 – CD)

-

Billy Idol - Happy Holidays (2006 - CD)Il caro vecchio Billy Idol dopo aver flirtato con il punk (come chitarrista nei Chelsea prima e come vocalist dei Generation X poi), dopo essere arrivato in cima alle classifiche di tutto il mondo negli anni ’80 (c’è davvero bisogno di ricordare le sue hit più famose?), dopo l’esperienza fallimentare dell’elettronica (“Cyberpunk”), dopo aver trascoso un periodo di salute precaria tra depressione e droghe che l’ha tenuto lontano dal music business per una decina d’anni, nel 2005 è tornato a rockeggiare a pieni giri grazie al fido compagno Steve Stevens con il disco “Devil’s Playground” e nessuno avrebbe mai immaginato che l’irrequieto Billy avesse in mente di realizzare a ruota un album di cover natalizie!

Non ci è dato sapere che cosa gli sia successo, ma in questo album non c’è spazio per il suo famigerato “rebel yell”, bensì solo per jazzate note di pianoforte (al limite del lounge come su “O’ Christmas Tree”) e chitarre acustiche dove al massimo troviamo un po’ di r’n’r old school mai sopra le righe (“Santa Claus Is Back In Town”, “Run Rudolph Run” e “Jingle Bell Rock”). In generale le rivisitazioni sono più che piacevoli (su tutte “Frosty the Snowman”, “White Christmas”, “Winter Wonderland”, la già edita “Christmas Love” e la splendida “God Rest Ye Merry Gentlemen”) anche se non mancano momenti di stanca dovuti soprattutto ad un mood fin troppo omogeneo e a qualche brano che poteva essere tranquillamente omesso.

Straniante, questo è il termine giusto per descrivere questo disco (dal punto di vista di un fan): senza andare a leggere troppo tra le righe il ghigno ribelle è sempre presente e arrivati alla fine dell’album si ha l’impressione che il primo a non crederci, grazie a Dio, sia proprio il caro vecchio Billy, un Grinch sotto le mentite spoglie di Santa Claus.

Tracklist:
01. Frosty the Snowman
02. Silver Bells
03. Happy Holidays
04. Merry Christmas Baby
05. White Christmas
06. Here Comes Santa Claus
07. God Rest Ye Merry Gentlemen
08. Santa Claus Is Back In Town
09. Let It Snow
10. Winter Wonderland
11. Run Rudolph Run
12. Blue Christmas
13. Jingle Bell Rock
14. Christmas Love
15. O’ Christmas Tree
16. Silent Night
17. Auld Lang Syne

I più letti di oggi

12 COMMENTI

  1. DIO MIO!!! Scopavo come un riccio sulle note di “Eyes Without a Face”, e adesso mi ritrovo il crooner Billy che mi canta la stessa canzoncina del Babbo Natale cinese che ho in salotto!!! Con tanto di Stevie Stevens coi capelli tinti…
    …CAZZO CHE COMMOZIONE!!!
    Grandissimo Billy (acquisto il disco oggi stesso) e grande Vikk per questo bel pugno nello stomaco!
    JJ

  2. Per evitare malignità, preciso che è un Babbo Natale “Made in China” che si agita cantando Jinglebell Rock in versione Jitterbug.
    PS: Ho acquistato l’album di Billy. Spero che tu ne tragga una percentuale pubblicitaria.
    JJ

  3. John per un attimo avevo temuto il peggio 🙂

    Purtroppo non traggo percentuali pubblicitarie, non so quale edizione hai comprato dell’album visto che quest’anno e’ stato ristampato (ma per quale motivo?) con un artwork leggemente differente, in ogni caso questo e’ lo scopo del blog, avvicinare la gente alla musica che deve poter essere ascoltata gratis e, se apprezzata, deve essere pagata (il giusto) comprando il disco.

    Cheerz!

    PS se un musicofilo come te con una sterminata collezione di dischi ha comprato gia’ 2 album suggeriti da me non posso che esserne orgoglioso 🙂

    PPS quando mi farai ascoltare i mortiferi Triangolo?

  4. buffonesco ma simpatico personaggio capace di passare con disinvoltura dalle pose e le smorfiette “da cattivo” (LOL) di white wedding alle sdolcinatezze (ma per fortuna ironiche) da crooner d’altri tempi.
    Vikk ti segnalo se non l’hai ascoltato ancora il recente album di Paul Anka “Rock Swings” (https://www.lastfm.it/music/Paul+Anka/Rock+Swings?autostart)
    Devo dire che con questo disco Paul Anka mi ha piacevolmente sorpresa rivelandosi inaspettatamente credibile come interprete di celebri brani rock in chiave swing, in alcuni episodi più credibile dll’originale, come in “eyes of the tiger”, “it’s my life” e “wonderwall”. Ascoltare per credere!

  5. conosco “Rock Swings” e devo dire che pur avendo rubato l’idea a Richard Cheese il disco è carino… ne riparleremo!
    Cerca nel blog il disco di un altro grande vecchio Pat Boone 😉

  6. Disco simpatico, è due anni che nel periodo natalizio gira nella mia playlist.

    Certo, un Billy Idol che fa il verso a Bublè che fa il verso a Sinatra lascia un pò perplessi…a quando un nuovo “vero” album?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

SEGUICI SU INSTAGRAM @ORROREA33GIRI