Home Comica e Demenziale Betobahia - Patacca Vigliacca (2006)

Betobahia – Patacca Vigliacca (2006)

-

betobahia patacca vigliaccaL’estate arriva come un pugno sullo stomaco accompagnata da tutti i tormentoni da ombrellone, dai balli di gruppo e dal risveglio dell’impulso sessuale della specie “essere umano” che, abbandonata completamente la forma all’infinito “essere”, passa ad un più diretto passato remoto, diventando quindi un “fu umano”. Questi ex umani si ammassano sudati e ripieni di aperitivi nelle spiagge e nelle discoteche, abbandonando ogni forma di dignità, alla ricerca di un oblio che per comodità chiamano divertimento.

C’è un luogo in Italia dove tutto questo è sacro, in cui ogni estate il rito si ripete e si compie la transumanza di impiegati, operai, manager e rappresentanti di aspirapolvere: la Romagna. Luogo di perdizione, di affitti alle stelle e campeggi affollati, di sale giochi ferme al 1993, di cougar in topless, patria del ballo liscio e delle balere, evolute successivamente in discoteche dove scatenarsi su terribili brani latino-americani.

In questo contesto nasce nel 1967 a Cesena Alberto Pazzaglia, che diverrà famoso con il nome di Betobahia. Appassionato di musica latina trascorre molti anni diviso tra la natia Romagna e l’amato Brasile, in cui trasmette per un’emittente televisiva privata il programma Forrò Mania, ma è nel 2004 che arriva il successo vero e proprio con l’incisione dell’album e dell’omonimo singolo “Ciapa la Galeina”, diventato subito tormentone internazionale ballato tuttora nei villaggi vacanze e nelle sagre di paese. Per Alberto è la scoperta della gallina dalle uova d’oro e capisce che cosa bisogna fare per passare beato il resto della propria vita, basta far uscire un tormentone quasi ad ogni estate ed il gioco è fatto.

Per riuscire nell’intento però serve una grande idea e, durante una serata, mentre improvvisava sul palco con l’amico e collega Iuri Bianchi, ecco arrivare la folgorazione: Alberto unisce le due cose che ama di più, la figa e la Romagna, creando il nuovo tormentone che diventerà l’inno ufficiale delle spiagge romagnole, arrivando ad avere addirittura un servizio del TG5 tutto per sé. Esce così nel 2006 “Patacca Vigliacca”. Se vi state soffermando sul significato della parola “patacca” vuol dire che nella vostra regione ha un altro significato o, più semplicemente, non ne ha proprio uno, ma leggendo attentamente lo sforzo poetico di Betobahia sono sicuro che capirete di che cosa stiamo parlando:

Ti cerco per la strada, ti cerco in discoteca
Quando sono con gli amici, quando vado a far la spesa
Sei bella da morire, sei bella da far male
Ti voglio tutti i giorni, mi sento un animale
A me mi piace la patacca! Quella vigliacca!

Ti cerco per l’Italia, ti cerco in Germania
Ti cerco in Brasile, ti voglio nel fienile
Tu sei andata via ed ora vivi dalla zia
Mi hai lasciato stralunato ed ora sono innamorato
A me mi piace la patacca! Quella vigliacca!

Se siete duri di testa e non avete ancora capito il testo, il saggio Betobahia ve lo spiega con le sue parole: “Patacca Vigliacca nasce da uno slogan tutto Romagnolo, espressione di una filosofia allegra e solare che passando da Fellini ai Vitelloni arriva ai giorni d’oggi mantenendo vivo lo spirito di questa magica terra che non stanca mai di stupire e creare nuove mode. Patacca Vigliacca è quella bella donna sciarmosa che strega e attira l’attenzione degli uomini, è la donna che tutti vorrebbero, ma che è difficile da conquistare. Quella che fa soffrire e sospirare i Vitelloni Romagnoli”.

Dal grandissimo successo derivato dalla canzone Betobahia, assieme all’amico Claudio Piselli (a lui un nome d’arte non serviva), organizza il concorso di bellezza Miss Patacca Vigliacca che, legato al concorso La Più Bella di Romagna, ogni anno regala una grande emozione ad una giovane ragazza. Vista la sua doppia vita, quella in Italia e quella in Brasile, Alberto Pazzaglia esporta il concorso di bellezza, creando anche Miss Patacca Vigliacca Do Brasil.

Dal 2006 ad oggi Betobahia ha regalato alle spiagge romagnole e al mondo, ma soprattutto a noi amanti dei balli di gruppo, altri grandi successi che resteranno per sempre nei nostri cuori, canzoni come “Culo”, “Mani al Cielo”, “W la Figa”, “Spalma la Crema”, “La Danza dei Froci”, “Vitamina” e “Muovi la Patata”, creando grande invidia nei suoi colleghi romagnoli, come il comico Giuseppe Giacobazzi, che nella sua “Patacca Rap” copia/omaggia il ritornello di “Patacca Vigliacca”.

I più letti

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Donato Mitola: l’ineffabile cantante di Mai Dire TV

Aggiornamento maggio 2018: Abbiamo avuto conferma da ex colllaboratori di Donato Mitola che purtroppo l'istrionico performer è scomparso qualche anno fa. Siamo ancora alla...

Playlist – Le peggiori canzoni italiane del 2019

Tutto non scorre. Anche il 2019 ci ha presentato puntuali come negli ultimi anni un polpettone di suoni pescati dai soliti plug in di...

2 COMMENTI

  1. Ciaoo a tutti, sono il cantautore Alberto Pazzaglia alias Betobahia. Vorrei fare i miei più sinceri complimenti a Stefano Bissoli autore della bellissima dettagliata recensione e presentazione biografica. Veramente un Grandee !! complimenti di cuore.. ora manca da aggiungere la novità dell’estate 2016 il mio Libro autobiografico con allegato il Cd, dal titolo Ciapa la Galeina Missione Romagna, viaggio artistico fra italia e Brasile.. Ciaoo Stefano.. sei un Grande!! Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...