Home Comica e Demenziale Beppe Grillo - Te La Dò Io l'America (1981, 7")

Beppe Grillo – Te La Dò Io l’America (1981, 7″)

Il comico genovese alle prese con una sigla televisiva dalla verve comica piuttosto scadente

-

Beppe Grillo Te La Do Io l AmericaAll’inizio degli anni ’80, quando Beppe Grillo faceva ancora il comico a tempo pieno ed entrava in una taglia 46, arrivò la consacrazione nazional-popolare grazie ad un semplice spettacolino televisivo in sei puntate.

La formula di Te la dò io l’America (con un tragico accento sul “do”) era piuttosto semplice: mostrare dei filmati sullo stile di vita americano, soffermandosi sulle loro contraddizioni e sugli aspetti più curiosi dei loro usi e costumi. Oggi possono sembrare racconti da libri di storia, ma all’epoca internet non esisteva, molti avevano ancora televisori in bianco e nero e il made in USA si stava cominciando ad abbattere sull’Italia come uno tsunami culturale travolgendo tutto e tutti: dal cinema all’abbigliamento, dagli spot pubblicitari delle reti televisive private alla musica (il periodo filo-americano del giovane Jovanotti, per dirne una), fino ad arrivare al cibo e alle immancabili bibite gassate.

 

Forse per la semplicità dello spettacolo, per l’effetto novità o per entrambi i motivi, lo show fu uno enorme successo, con milioni di spettatori incollati al televisore. All’instancabile comico genovese fu affidata anche l’interpretazione della sigla omonima scritta a sei mani da carpentieri del pop come Alberto Testa (definito il “poeta della triplice ripetizione” in quanto autore dei testi di successi come Grande grande grande e Quando quando quando), il maestro Tony De Vita e un giovane Antonio Ricci.

Il brano (accoppiato alla  solita inutile versione strumentale sul lato B) è una canzoncina rock’n’roll senza pretese che gioca con espressioni gergali, testi di canzoni, nomi di persone famose e città americane, associate a parole italiane spesso fuori contesto. Il risultato, però, non coinvolge né entusiasma, semplicemente perché, nonostante Beppe Grillo cerchi di fare del suo meglio dietro al microfono (la sua voce nera, per quanto amatoriale, non è affatto disprezzabile), la verve comica (peraltro scadente) della canzone non ha nulla a che fare con l’anarchica causticità dell’interprete, qui ingabbiato in tre minuti di nulla.

I più letti

Padre Maurizio – Divertiti di più ma fallo con Gesù (1999, CD)

Di religiosi canterini è piena la discografia italiana, dalle più recenti Suor Cristina e Suor Anna fino alle partecipazioni al Festival di Sanremo con Frate...

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Donato Mitola: l’ineffabile cantante di Mai Dire TV

Aggiornamento maggio 2018: Abbiamo avuto conferma da ex colllaboratori di Donato Mitola che purtroppo l'istrionico performer è scomparso qualche anno fa. Siamo ancora alla...

Nino D’Angelo – Gesù Crì (Let It Be) (1989 – inedito)

Lo sapete, siamo esperti di cover straniere rese improbabili da musicisti italiani. Abbiamo parlato di Marco Masini che ha trasformato Nothing Else Matters dei Metallica...

Le 20 peggiori canzoni di Sanremo

Il Festival di Sanremo è il regno delle polemiche, dei gossip e dei VIP, ma non dimentichiamoci che alla fine tutto gira intorno alle...

2 COMMENTI

  1. Tra l'altro il nostro Beppe non si è limitato a questo solo 45 giri: mi risulta infatti che uscì per la Cinevox anche un LP abbastanza particolare, contenente un suo spettacolo di cabaret registrato dal vivo (un pò come per quelli di Pippo Franco con Laura Troschel sempre di stampa Cinevox, casa discografica specializzata in questo genere di registrazioni negli anni '70).Per i cultori di nicchia ecco tutti i dettagli:Autore: Beppe GrilloTitolo: La Deve Smettere! Formato: LP 33 giriEtichetta: Cinevox RrecordsNumero Catalogo: CAB2006Anno: 1979Made in Italy

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli Recenti

Cab Calloway – Minnie the Moocher (Disco Version) (1978, 12″)

Tra tutte le celebrità che tentarono di rinnovarsi e di trovare un nuovo pubblico durante la discomania alla fine degli anni '70 sicuramente Cab...

Mesopotamia – Vaffanculo (1994, 12”)

Sotto il curioso quanto insensato nome di Mesopotamia si cela uno dei tanti progetti di musica dance italiani spuntati come funghi e durati lo...

Sanremo 1993: l’ultimo vero minestrone festivaliero

E' luogo comune definire il Festival di Sanremo come un minestrone, dove tutto cozza e s'accozza, ma a ben vedere questa essenza si è...

10 imbucati illustri al Festival di Sanremo

L'imbucato è quel favoloso animale sociale che con estrema indifferenza e noncuranza troneggia dove meno te lo aspetti: dalle assemblee di condominio ai consigli...

Plus-Tech Squeeze Box – Cartooom! (2004, CD)

Se in Occidente abbiamo i fanatici di anime, manga e "giapponesate" varie che cercano di rifarsi quanto più possibile ai loro stilemi (chiedere ad...