valerio merola Che Fico Che CamionQuanto sentiamo nominare Valerio Merola probabilmente ci vengono in mente diverse cose: il suo grosso ding dong, lo scandalo di vallettopoli, le sue belle fidanzate, forse anche la sua “La macarena del Merolone” ma certamente nessuno ha l’ardore di associare il presentatore romano al mondo degli autotrasportatori.

Diversamente devono aver pensato gli organizzatori della terza edizione del Riviera Motor Fest, in pratica un raduno di camion, auto tuning, api (?!), auto d’epoca e mezzi militari al placido sole di Riccione: presentatori d’eccezione proprio il nostro Valerio Merola, con l’immancabile “quota figa”, abbondantemente coperta dalle curve di Carmen Di Pietro (una che di body tuning se ne intende). Insomma un bellissimo raduno tra camion, donne, vino e gnocco fritto.

Valerio Merola che fico che camion Tracktour
Valerio Merola si aggira guardingo tra i TIR, sarà alla ricerca di Rosita?

Un evento come tanti, ma che a differenza degli altri ci ha regalato un perla sonica non da poco. Per coronare l’edizione 2016 del Riviera Motor Fest Velerio Merola non solo decide di tornare misteriosamente alla musica, ma va a recuperare la gloriosa “Che fico!” di Pippo Franco adattandone il testo in chiave motoristica. Il risultato? “Che fico, che camion”, ovviamente.

alerio Merola che fico che camion riviera motor fest 2016La caratteristica della musica di Valerio Merola è che il nostro ci mette solo il nome e la faccia guardandosi bene da fare qualsiasi altra cosa se non recitare il titolo della canzone un po’ a casaccio con la sua classica parlata da lumacone.

Per questo ennesimo capolavoro si serve della produzione dei DJ Graziano Fanelli e Paola Peroni, e della voce squillante e anonima di tale Rosita cui, per campare, tocca cantare questa roba. Una pessima celebrazione della vita on the road degli autotrasportatori dipinta con toni da quinta elementare: fare i giramondo, ascoltare la musica, chiaccherare con gli amici, mangiare in trattoria, fare un sonnellinno all’Autogrill ed essere dei sex symbol per le ragazzine (e noi che sottovalutavamo il fascino del TIR sulle giovani donne). Insomma una magnifica vaccata.

Valerio Merola, sempre garanzia di qualità.

Che fico, che camion

Amici!
Che fico, che camion

Che spettacolo
parola di Valerio Merola

Fico, che fico
viaggiare, guidare il nostro camion
per monti e sul mare
portarlo sulla nave o in mezzo alla gente
e rendere sicuro in ogni giorno
più impotante è il nostro mezzo di lavoro.

Che fico guidare
sentendo una canzone
oppure parlare via radio con gli amici
sentirsi felici
e poi fermarsi a pranzo in trattoria
con Rosita che ti fa sentire fico.

Che fico
andare a Riccione a festeggiare
con tutta la banda
cantare ‘sta canzone sentirsi felici
con quelle ragazzine che vedendoti passare
poi sorridono così:

Ma quanto e fico quello lì
ma guarda che magliette che jeans
mi piace un frego quello lì
è un tipo fico, ma proprio fico.

Fico, che fico
giardare, far parte d’altri gay [?]
viaggiare, scoprire
le strade più sicure per nuove avventure
fermarsi all’Autogrill e riposare
e del resto non m’importa proprio un fico.

Che fico
guidare in mezzo a tante auto
in Italia e nel mondo
noi siamo i giramondo la testa a posto
sentir pulsare il ritmo del motore
che ti fa sentire molto molto fico.

Che fico
andare a Riccione a festeggiare
con tutta la banda
cantare ‘sta canzone sentirsi vincenti
con quelle ragazzine che vedendoti passare
poi sorridono così:

Ma quanto e fico quello lì
ma guarda che magliette che jeans
mi piace un frego quello lì
è un tipo fico, ma proprio fico.

Fico, che fico
viaggiare, guidare il nostro camion
per monti e sul mare
portarlo sulla nave o in mezzo alla gente
e rendere sicuro in ogni giorno
più impotante è il nostro mezzo di lavoro (che fico, che camion)

Che fico guidare
sentendo una canzone
oppure parlare via radio con gli amici
sentirsi felici
e poi fermarsi a pranzo in trattoria
con Rosita che ti fa sentire fico.

Che fico
andare a Riccione a festeggiare
con tutta la banda
cantare ‘sta canzone sentirsi felici
con quelle ragazzine che vedendoti passare
poi sorridono così (Che fico, che camion):

Ma quanto e fico quello lì
ma guarda che magliette che jeans
mi piace… sì!

CONDIVIDI
Articolo precedenteMilly Carlucci – Discografia
Prossimo articoloLa storia di “Disco Duck”: una papera in discoteca

Ideatore di Orrore a 33 Giri. Testardo, sarcastico e lunatico. Segni particolari: non sopporta il rock progressivo, la musica latino-americana, il calcio, la televisione e i social network. Ascolta musica a volume troppo alto sin da quando era bambino e si annoia rapidamente. Offrigli da bere e ti sarà amico (almeno fino alla fine della bottiglia).

2 Commenti

  1. AHAHAHAHAHAHAHAH!!!!!!!!!!!!!!! Si vede proprio che il Merolone non se ne intende di autotrasporti, né di autotrasportatori ed autisti!!! I camionisti ed in generale gli autisti sono il sogno erotico di molti gays, che sognano di finire nel retro (cuccetta o rimorchio) a fare e/o farsi fare la festa! 😉 Altro che sogno erotico delle adolescenti!!! 😀

  2. Tra i pornolibretti- per dirla con Ivan Graziani- che circolavano in camerata quand’ero militare c’era anche ‘Il Camionista’: mi sa che Merolone è rimasto a quell’esperienza….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here