AA.VV. - Snoop Dogg Presents: Christmas In Tha Dogghouse (2008 - CD)Se c’è una cosa che non sopporto neppure di spalle sono quei cazzo di rapper che fanno i papponi (o viceversa), molto peggio delle mignottelle che sculettano su MTV sui beat di Timbaland.

Pur non essendo mai stato un fanatico del mondo hip-hop è innegabile l’importanza socio-musicale di band come Public Enemy, Cypress Hill e Run DMC. Purtroppo da metà anni ’90 quello che rimane di quel movimento sono veri e propri “industriali della rima” che si vestono come papponi cocainomani, sfoggiando gioielleria che farebbe imbarazzare anche la mafia rumena e che quando si fanno prendere dal personaggio e giocano con le pistole qualche volta ci restano secchi, diventando poster per adolescenti wannabe (pace all’anima loro, ma alla fine chi se ne frega).

Forse il personaggio più noto di questo circo è Snoop Dogg che tra impegni come produttore, discografico, talent scout, regista, attore e Dio sa cos’altro ha trovato anche il tempo ed il coraggio di presentarci un suo mixtape dedicato al Natale.

Pur con tutto il ribrezzo verso il personaggi in questione l’idea poteva essere buona seppur non originalissima (“Christmas In Hollis” dei Run DMC docet), quando però nell’iniziale “Christmas Intro” il nostro si paragona ad un Santa Clause dell’hip hop che al posto delle renne si fa guidare da dei pitbull, oltre a farci cadere la sacca scrotale, ci mostra chiaramente quale sarà il tono del disco che proseguirà su questi binari sino alla conclusiva “A Pimp’s Christmas Song”, chiara dichiarazione d’intenti.

Santa is in tha house (per nostra sfortuna).

Tracklist:
01. Christmas Intro – Snoop Dogg
02. Xmas on Soul – J. Black feat. Snoop Dogg
03. This Christmas – Tha Dogg Pound feat. Chris Starr
04. A Gift That Keeps on Giving – Damani feat. Chris Starr
05. A New Xmas – Hustle Boyz feat.Uncle Chucc
06. I Miss Them Days – Soopafly
07. A Very Special Christmas – Uncle Chucc
08. Twas the Night Before Xmas – Damani feat. Snoop Dogg
09. My Little Mama Trippin on Xmas – Bad Lucc
10. Just Like Xmas – Half Dead and The Twinz
11. Look Out – Snoop Dogg Kurupt, Daz Dillinger & Nate Dogg
12. When Was Jesus Born? – Lil Gee
13. Xmas Trees – Kurupt feat. Chris Starr
14. Everyday Is Like Christmas to Me – Damani
15. Christmas In the Hood – Daz Dillinger feat. Deacon
16. The Grinch – Bad Lucc
17. It’s Christmas Time – Hustle Boyz feat. Chris Starr
18. Landy in My Egg Nog – Bad Lucc Soopafly
19. Christmas Outro – Snoop Dogg
20. A Pimp’s Christmas Song – Snoop Dogg feat. Bishop, Magic Juan & Jake the Flake

CONDIVIDI
Articolo precedenteAA.VV. – A Froggy Christmas (1996 – CD)
Prossimo articoloAA.VV. – A Rubber Band Christmas (2000 – CD)
Ideatore di Orrore a 33 Giri. Testardo, sarcastico e lunatico. Segni particolari: non sopporta il rock progressivo, la musica latino-americana, il calcio, la televisione e i social network. Ascolta musica a volume troppo alto sin da quando era bambino e si annoia rapidamente. Offrigli da bere e ti sarà amico (almeno fino alla fine della bottiglia).

9 Commenti

  1. "quei cazzo di rapper che fanno i papponi"

    A me non dispiace Snoop. I suo primi dischi (ad.es. doggystyle)a mio avviso non sono male. E' tipico dei rapper (ma non solo dei rapper!!) costruirsi un personaggio. Non voglio dilungarmi sull'argomento ma dico solo che questa cosa di fare i papponi è comunque insita nella cultura americana.

    Sono daccordissimo che 'sta roba del christmas album è una boiata. Ma sono sicuro che anche quest'ennesima porcata sarà stata disco di platino!

    Inoltre credo che negli USA roba così non venga vista come spazzatura!!

  2. Romo i primi album per la Death Row Records erano tutt'altra cosa anche se non è il mio genere di hip hop; sul fatto dei "papponi" ci sono esempi che gangsta rapper che riescono benissimo a doventare papponi da circo (Ice-T).

    In generale tutti gli artisti si costruiscono un personaggio (vogliamo parlare del rock'n'roll?) ma questo è patetico ed insopportabile, roba che le donne-oggetto dei video dei Motley Crue sono nulla al confronto.

    Concordo che negli States dischi del genere non vengano considerati per quello che sono veramente, ma io sono paziente… vedremo quando questa moda passerà 😉

  3. snoop è un grande…ha ragione…nn ci sono piu repper old schoolora sono tutti papponi salvo qualcuno…

  4. E' evidente che la tua conoscenza dell'attuale (e non solo) scena hip hop statunitense si limita ai nomi più mainstream. Mi sembra che esprimere un giudizio univoco su una scena musicale IMMENSA, che conta infiniti sottogeneri (quello gangsta è solo un filone tra i tanti, ma è quello che viene spinto di più dalle radio, mtv ecc. perchè perpetua il clichè del NIGGA ignorante, con cui il pubblico mainstream identifica i rapper e spesso anche gli afroamericani in generale), è sintomo come minimo di chiusura mentale (scrivi che l'hip hop non ti piace e citi i nomi dei pochi gruppi che apprezzi, che guarda caso sono quelli con influenze rock nei beats o nell'attitudine, come se l'unica vera musica fosse il rock e il resto fosse merda, se non è chiusura mentale questa…!). E' come se uno sostenesse che il rock fa schifo dopo aver ascoltato i Tokio Hotel e Bon Jovi e nient'altro, ignorando che esistono anche i Led Zeppelin, gli Who, i Deep Purple e centinaia di altri: un'idiozia!! Ci sono rappers che hanno capacità di scrittura pari o superiori a quelle dei migliori songwriters e produttori che portano avanti sperimentazioni musicali di tutto rispetto. Vuoi qualche nome? Beh, visto che hai un blog suppongo che tu sappia usare internet, quindi vatteli a cercare! Se invece non te ne frega niente non farlo ma smettila di scrivere post sull'hip hop visto che ogni volta che lo fai appare evidente il fatto che non sai di cosa parli!!

    Jacopo

  5. Jacopo,

    senza astio ti invito a rileggere l'articolo: dove diavolo leggi che io mi riferisco, denigrandola, alla scena hip hop in generale?

    Mi pare che l'incipit sia abbastanza chiaro: io mi riferisco proprio a quella scena mainstream che, come dici tu, spinge sul nigga ignorante (per non parlare dei bianchi che gli scimmiottano).

    Sicuramente ci saranno migliaia di rapper con i controcazzi, ma a livello socio-musicale il loro contributo (al momento) è estremamente limitato (dai la colpa a MTV, alle case discografiche, alle radio, a chi ti pare, ma il risultato non cambia) quindi è naturale associare una parte per il tutto (stessa cosa potrebbero dirla gli amanti dell'italo disco o dell'heir metal, giusto per citare i primi due esempi che vi vengono sottomano).
    Per un approfondimento sull'analisi "conflittualità/trasgressione" ti rimando a questo articolo.

    Giusto per la cronaca non mi pare che da queste parti si parli di rock e basta (tra l'altro Who e Deep Purple neanche mi piacciono, fai tu), se noti bene si prendono insulti quando si parla di metal, dance, rap, pop e quant'altro, poi ognuno ha i suoi gusti personali ed è giusto che se li tenga.

  6. VIKK,

    Quando scrivi

    purtroppo da metà anni '90 quello che rimane di quel movimento sono veri e propri "industriali della rima" ecc.,

    implichi che non esista nient'altro al di fuori di quello. Non sarà stata tua intenzione farlo, ma l'impressione che ho avuto leggendo quel passo è stata quella.

    Ho letto l'articolo che hai linkato, e non sono d'accordo con la definizione di "arte" che propone l'autore. Non penso che si debba valutare un'opera d'arte in base al suo impatto socio-culturale ("capacità di coinvolgere una significativa massa di attori sociali") specialmente nel mondo della musica in cui spesso artisti di valore non eccelso hanno maggiore visibilità (e quindi maggiore possibilità di avere questo impatto) di altri che forse sarebbero più meritevoli. Sarebbe una definizione giusta se tutti gli artisti avessero lo stesso pubblico potenziale, ma per il momento non è così, anche se l'attuale fase di crisi dell'industria discografica ed il parallelo boom della distribuzione online della musica fanno ben sperare. In realtà a scegliere non è (solo) il pubblico ma c'è (anche) chi sceglie per esso.

    Quindi, "associare una parte per il tutto" significa accettare a testa bassa le scelte che major, radio ecc. fanno al posto nostro ed è quasi come dire che chi non è mainstream non ha visibilità perché NON SE LA MERITA, e non va quindi neanche considerato.

    Io non sostengo che su questo sito si parli solo di rock (per dirne una, mi hai fatto scoprire Diana Est e per questo ti sarò eternamente grato), ma il fatto che tu abbia citato come unici gruppi hh ad avere avuto un impatto socio-musicale Run-DMC, Public Enemy e Cypress Hill, che sono tra i pochi gruppi hip hop americani che i critici musicali italiani (della stampa musicale generalista, quindi decisamente "rock-oriented") abbiano degnato di qualche considerazione, mi ha fatto supporre che tu nutrissi nei confronti dell'hip hop gli stessi loro pregiudizi. Magari non è così, anzi lo spero!!

    Un saluto e scusa per i toni del commento di ieri che non erano proprio civili,

    Jacopo

  7. Jacopo

    l'articolo linkato è ovviamente solo uno spunto, nemmeno io lo condivido al 100% in quanto inserirei una terza prospettiva spazio-temporale, ma non è questo il caso.

    Il punto focale è la capacità di coinvolgere le masse rompendo i limiti del sistema esistente; i 3 nomi da me citati negli anni d'oro hanno coniugato queste due essenze per creare "arte", oggi Snoop Dogg, 50 Cent & co. pur famosissimi, utilizzano schemi preconfezionati e stereotipati, sono prodotti "commerciali" appunto.

    Il succo del mio discorso era che se il rock è morto (io credo di sì), anche il rap non è messo molto bene.

    Alla prossima.

    V.

    PS poi per tutto il resto si potrebbe discuterne per ore, ma purtroppo per noi il web (e sopratto un blog o un forum) non è una piattaforma socio-comunicativa adatta per questo tipo di approfondimenti.

  8. ma "voi" italiani ke ne volete capire della musika… vi piacciono i sonohra marco carta alessandra amoroso ecc.. da questo si kapisce ke di musika n capite nnt e tutto quello ke non e di vostro gradimento e spazzatura ma andata a f….. vi dovete soo inkinare a gente come reverendo run dei dmc e snoop dogg!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here