Sandra Milo Come Si Fa sigla piccoli fans discoPer chi li ha vissuti da bambino, gli anni ’80 sono stati gli anni della merenda alle 16:00 con Bim Bum Bam, l’epoca in cui si giocava per strada a praticare lo sport del cartone animato di turno (calcio, basket o pallavolo, poco importava) e quando la cosa più figa del mondo era una bicicletta da cross rossa con cambio a 5 marce. Poi alla domenica ci si parava tutti davanti alla TV per una delle cose più agghiaccianti della storia: Piccoli Fans.

Un’epoca passata ormai nella vulgata comune come una sorta di età dell’oro, in cui il benessere sociale (vero o di facciata) trovava un suo corrispettivo e comune denominatore negli spettacoloni televisivi, nei telefilm americani, nei fasti plastificati dei vari Festival di Sanremo in playback, nella leggerezza di Raffaella Carrà o del Drive In. Allo stesso tempo è stata anche un’epoca in cui circolava tanta inguardabile immondizia, ammettiamolo.

Tuttavia Piccoli Fans è stato qualcosa di più: era il trionfo della lobotomizzazione delle giovani menti. Bambini ormai troppo grandi per cantare allo Zecchino d’Oro, ma ancora troppo giovani per poter decidere del loro destino, erano costretti a esibirsi sotto gli occhi premurosi di mamma e papà, interpretando le canzoni dei propri idoli; tutto questo per poter incontrare la popstar preferita a fine puntata.

Sandra Milo Come Si Fa sigla piccoli fans
Sandra Milo negli anni ’80

Qualcuno potrebbe obiettare che oggi abbiamo Antonella Clerici a piede libero, ma quelli attuali sono piccoli mostri assetati di successo e allevati appositamente per la telecamera, mentre i baby concorrenti di Piccoli Fans erano dei poveri malcapitati, terrorizzati più dalle domande della conduttrice (spesso non adatte al pubblico dei più piccoli) che dal microfono e dalle telecamere.

Oggi ci si chiede come fosse possibile tanta amenità e invece fu una stortura andata avanti dal 1984 al 1989 per ben sei edizioni, la prima condotta da Fiammetta Flamini che interpretava la splendida “Fuoco fuoco” come sigla di chiusura, ma il ricordo rimasto impresso nella memoria collettiva è però quello delle edizioni successive presentate da Sandra Milo nei panni di una specie di zia mal conciata, con voce gracchiante e movenze fastidiose.

Piazzata alla guida del programma in un tentativo di rilanciare la propria carriera in fase decisamente calante (grazie a Bettino Craxi, all’epoca amico di letto dell’attrice), non poteva ovviamente mancare di incidere la nuova sigla del programma, quella “Come si fa” che ancora disturba le notti dei quarantenni di oggi.

Ammirevole come la nostra magica amica abbia fatto sfoggio di sé in una canzone intrinsecamente tremenda riuscendo nell’ardua impresa di renderla ancora più impresentabile e stonandola bellamente dall’inizio alla fine, per la gioia dei suoi piccoli fans. Contro cotanto scempio a nulla può il Coro dei Nostri Figli della grande Nora Orlandi che cerca di salvare il salvabile.

Il coro è il protagonista del gradevolissimo lato B: “Il Mondo è tutto una canzone” è una simpatica marcetta senza pretese con un ritornello piacevolmente appiccicoso cantata ottimamente dei bambini. Purtroppo alla nostra Sandra dovevano per forza farle mettere lo zampone ed ecco che anche questa volta riesce a sorprenderci stonando anche la parte parlata!

Un piccolo cimelio dolce-amaro.

Giuseppe Sanna & Vittorio “Vikk” Papa

Come si fa 

Come si fa…
Come si fa…
Io voglio essere un albero di mele
Io voglio andare insieme a Superman

Io andrò a caccia di squali (oh-oh-oh)
Io due computer ugualiIo voglio correre sull’arcobaleno
Io voglio un pappagallo bianco, verde, rosso e blu
Io voglio andare in pensione (oh-oh-oh)
Io diventare un campione

Come si fa [Non è difficile ti riuscirà]
Come si fa [Saremo tutti dei piccoli fan][Sarà tutto… supercantabile
divertente… strapuntellabile
sorprendente… fantasticabile e più
oh-oh-oh oh-oh]

[Soprattutto… sarà più facile
è un sistema… servo-infallibile
ma soltanto… soltanto se lo vorrai…]

Io voglio essere l’agente più segreto
Io voglio solo dormire un po’ di più
Io voglio un cobra corallo [oh-oh-oh]
Io voglio mille fratelli

Io voglio un cucciolo per stare un po’ con lui
Io riparare i lacci per andare dove vuoi
Io voglio un monte di panna [oh-oh-oh]
Io voglio fare la nanna

Come si fa [Non è difficile ti riuscirà]
Come si fa [Saremo tutti dei piccoli fan]

[Sarà tutto… supercantabile
divertente… strapuntellabile
sorprendente… fantasticabile e più
oh-oh-oh oh-oh]

[Soprattutto… sarà più facile
è un sistema… servo-infallibile
ma soltanto… soltanto se lo vorrai…]

[Soprattutto… sarà più facile
è un sistema… servo-infallibile
ma soltanto… soltanto se lo vorrai
soltanto se lo vorrai
soltanto se lo vorrai…]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here