Home » Sesso, Risate e Follia » Comica e Demenziale » Powerillusi – Il Nostro Primo 45 Giri / Lato B (Let It Be) (1988 – 7″)

Powerillusi – Il Nostro Primo 45 Giri / Lato B (Let It Be) (1988 – 7″)

Powerillusi il nostro primo 45 giri lato bI Powerillusi (pronunciato poveri illusi) sono una band rock demenziale, o cabarock come si definiscono loro stessi, formatasi ufficialmente nel 1987 a Torino, Piemonte, Italy. Il loro primo lavoro discografico è un concentrato di acume pressato ad arte in un unico 7″ rigorosamente con un pezzo per lato. L’impressione è quella di un grandissimo lavoro di sfruttamento massimale delle risorse (a mo’ di suprema arte di arrangiarsi) comprese ironia spiccata e gusto musicale, quanto basta per sopperire alla carente qualità tecnica.

“Il Nostro Primo 45 Giri” e “Lato B” del 1988 sono due brani che parlano di loro stessi. Un discorso metadiscografico con piglio volutamente ed ostentatamente didascalico.

“Il Nostro Primo 45 Giri”, nel lato A, descrive se stesso e le proprie intenzioni, ovvero diventare un tormentone che “fra vent’anni canteremo ai concerti dopo 5 o 6 bis” ed una rarità (“e non lo metteremo in nessun long playing così poi diventa raro e se tu lo vuoi avere 100.000 devi sganciare, ammesso che lo trovi”). Come avrete già notato c’è pure l’assolo”. Tutto quadra, il disco per metà è al completo. Manca solo il lato B.

“Lato B” avrebbe potuto chiamarsi benissimo “Il Nostro Primo Lato B” se non fosse esistita la decisiva assonanza con “Let It Be” degli scarafaggi di Liverpool che influenzò divinamente la stesura del brano riempitivo. E mai aggettivo fu più appropriato: il brano è dichiaratamente nato con il cinico scopo di riempire il disco senza pretese o fronzoli di altro genere. Un “a cappella” che è un bijoux:

Siam venuti a registrare il primo singolo ma qui
c’è chi dice adesso fate il lato B.
Ma noi pieni d’entusiasmo abbiam scritto solo un pezzo
e chi c’ha più pensato anche al lato B.
Lato B, lato B, lato B oh lato B,
presto qui c’è un posto, fuori un lato B. 

Nel 1999, come riportato tra l’altro nella loro pagina ufficiale, il brano “Lato B” ebbe l’onore di essere pubblicato in Inghilterra nella compilation “Exotic Beatles III” (compilation di brani dei Beatles eseguiti, tradotti e rielaborati da artisti non inglesi) preceduta da un’introduzione di Sir Paul McCartney. Questo riconoscimento è però niente rispetto a quello che ricevettero in terra natia: nel 1990 presenteranno “Lato B” su Rai Uno durante il remake di “Lascia O Raddoppia” condotto da Giancarlo Magalli e Bruno Gambarotta.

Un disco che parla di sé stesso. Il geniale trionfo del metatestuale.

4 Commenti

  1. Bella recensione, di cui ti ringrazio (seguo il tuo blog da quando è nato). Mi farebbe piacere mandarti una copia del nostro nuovo album “Il ritorno dei Powerillusi”, su cui potresti sbizzarrirti….se mi mandi un tuo recapito te lo spedisco. Saluti e complimenti.

  2. Ma sono fuorissimi, non li avevo mai sentiti! Grazie per questa perla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi