Home » Senti Chi Canta » VIP Canterini » Karim Capuano – Discografia

Karim Capuano – Discografia

Karim Capuano DiscografiaSe come il sottoscritto non avete mai sentito nominare Karim Capuano non preoccupatevi, significa che molto probabilmente siete sani mente. Karim, ex tronista (ma quanto fa ribrezzo questa parola?) in “Uomini e Donne” di Maria De Filippi (2001), ex inutile ospite in diverse trasmissioni televisive del calibro di “Buona Domenica” (2003) e “Domenica In” (2004) ed ex concorrente del reality show “La Talpa” (2004), in realtà nasconde sotto mentite spoglie un amore spassionato per la musica ma, ancora una volta, l’ostracismo delle case discografiche nei confronti dei giovani artisti ha avuto la meglio e ha privato il grande pubblico di un interprete indimenticabile.

Karim – Pallone Marcio (2006 – singolo)

Nel 2006, non vedendo decollare la sua carriera di attore (forse perché non sapeva recitare?), Karim tenta di tornare disperatamente alla ribalta e probabilmente non sapendo dove sbattere la testa debutta nel mondo musicale grazie alla collaborazione della Azzurra Records che gli fa incidere il singolo “Pallone Marcio” con il quale “intende rivolgere un invito a tutti i ragazzi amanti del gioco del calcio a vivere questo sport con allegria, con spensieratezza, andando allo stadio con la voglia di far festa, ballando al ritmo di una scatenata melodia latino americana”. Sfortunatamente nessuno, ma proprio nessuno, ascolta il suo appello al ritmo di nefanda musica da spiaggia impreziosita dalla sua voce al catrame; davvero un peccato perché il testo è di quelli che ti prende per la gola, nel senso che lascia senza fiato per soffocamento da rigurgito alimentare.

Pallone Marcio

Tutto lo stadio viene a ballar con me
Tutta la gente viene a ballar con me
E il Presidente viene a ballar con me
E chi non ballerà
Di certo non saprà che

Quando si fa sera tutto il mondo sta a sperare
Che domani sia un bel giorno ed aspettando va a ballare
Si dimentica il lavoro
Si canta senza frustrazione dai
Rilassati e il tuo corpo sentirà che

Tutto lo stadio viene a ballar con me
Tutta la gente viene a ballar con me
E il Presidente viene a ballar con me
E chi non ballerà
Di certo non saprà che

Fare lallallà può capitare anche a chi studia
Pure a chi ha il diploma o la laurea in Architettura
Sì sì certo
Per quello che non vuol perdere la faccia l’importante è non lasciarsi andare dai
Ma intanto noi siamo qua a divertirci
Noi andiamo forte se non c’è malignità
Dove non ce n’è? Non so
So che tu lo sai
Lo so che tu lo sai

Tutto lo stadio viene a ballar con me
Tutta la gente viene a ballar con me
E il Presidente viene a ballar con me
E chi non ballerà
Di certo non saprà che

Non frenare il tuo istinto naturale
Lascia trasportare la tua mente sopra un’astronave
C’è qualcuno che si arrende e non sa salire su
Ma dipende aspetta il momento ideale
Per lasciarti trasportare
Voglio inventare un modo per farti fantasticare
E viaggerai
Un gran diletto t’inventerai
Ma a più non posso io
Io ti pregherò perchè tu possa ridere un po’
E intanto dico dico dico dico dico faccio
Dico anche il messaggio sì sì sì

Tutto lo stadio viene a ballar con me
Tutta la gente viene a ballar con me
E il Presidente viene a ballar con me
E chi non ballerà
Di certo non saprà che

Tutto lo stadio viene a ballar con me
Tutta la gente viene a ballar con me
E il Presidente viene a ballar con me
E chi non ballerà
Di certo non saprà che

Mi raccomando ragazzi non sprecate tutto!

Karim Capuano – Cosa Ti Resta (2007 – singolo web)

Nonostante la sua prima prova discografica fosse stata un fallimento artistico e commerciale, cocciutamente Karim continua a incidere e pubblica un nuovo brano supportato addirittura da un videoclip che ci mostra perché il nostro non è riuscito a sfondare nel grande (ma anche piccolo) schermo. Fin dalle prime note il clima appare ben diverso dai ritmi latini del singolo precedente, qui i toni sono cupi e Karim sfoggia tutto il suo armamentario di valori tradizionali e maschilisti (“Sei così bella / mi fai morire sai … sei l’uomo tu di casa ormai … mio caro amore sai / sei più bella come donna dai”) su un testo ridondante, dalla metrica casuale e a tratti poco chiaro (“Son convinto di una storia tra noi due / di qualcosa di speciale di noi due” cosa vuoi dire esattamente Karim?), chiedendo alla sua ragazza di poter avere un bambino, ma lei non ci sente perché concentrata sulla sua carriera.

Il plumbeo videoclip che nel finale ha palesi richiami anti-aborto (la piscina rosso sangue, la sua corsa disperata e il tragico pianto finale) in cui il fotomodello di Barletta sfoggia un bel paio di baffi mostrando un’inquietante somiglianza con il Lando Buzzanca dei tempi che furono, esalta l’atmosfera pesante del brano che consiste musicalmente in uno slow-rap costruito su una base elementare dove con la sua voce da orco riesce a stonare dall’inizio alla fine come solo un Mauro Repetto d’annata sapeva fare, creando un piccolo capolavoro underground dell’orrido.

Leggi anche:  Club Maracaibo Vs. Jerry Calà - Non Ce N'è Più (2009)

Cosa Ti Resta

Mondo adulto
ingannato da se stesso
questo mondo che vice nel disprezzo.
Io mi chiedo perchè mai
i miei angeli son diventati guai;
queste curve mozzafiato sono oro
ma v’assicuro non conoscono perdono,
io vi assicuro non conoscono perdono,
queste curve mozzafiato sono oro.

Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
vorrei soltanto che
tu mi dessi un bambino che non c’è.
Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
ma so soltanto che
la carriera è più importante per te.

Son convinto di una storia tra noi due
di qualcosa di speciale di noi due;
il mio rispetto è la tua indifferenza
ti ho già spiegato io non posso starne senza;
cosa capita alla mia metà
e all’amore che non aveva età.
Son convinto di una storia tra noi due
di qualcosa di speciale di noi due.

Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
vorrei soltanto che
tu mi dessi un bambino che non c’è.
Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
ma so soltanto che
la carriera è più importante per te.

Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
vorrei soltanto che
tu mi dessi un bambino che non c’è.
Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
ma so soltanto che
la carriera è più importante per te.

Sei così bella
mi fai morire sai
il tuo schiavo ormai
sei l’uomo tu di casa ormai
il mondo che ci aspetta
a girar contrario infretta
mio caro amore sai
sei più bella come donna dai.

Ti direi qualcosa di importante
ma son convinto la tua mente è già distante,
poi tu pensi al tuo vestito corto
e io guardandoti ho il fare già distorto.

Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
vorrei soltanto che
tu mi dessi un bambino che non c’è.
Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
ma so soltanto che
la carriera è più importante per te.

Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
vorrei soltanto che
tu mi dessi un bambino che non c’è.
Non so cosa ti resta
non so cosa ti piace
ma son convinto sai
questo potere già ce l’hai.

Karim Capuano – Di Sicuro (2008 – singolo web)

Se pensavate che Karim avesse già toccato la vetta dell’inascoltabilità con il singolo precedente, resterete piacevolmente sorpresi dal suo penultimo brano pubblicato. “Di Sicuro” è un singolo pop radiofonico dal piglio chiaramente internazionale con il ritornello in un incomprensibile inglese (e chi vi scrive di pronunce pessime ne conosce, partendo dai “connazionali” irlandesi passando per australiani, indiani e neozelandesi – per tacere degli scozzesi) piuttosto maccheronico che dice all’incirca:

“let me sure it is
important to fight, it is
for myself and for my cure,
everyday I’m fighting you,
for my life,
never and ever…”

Il resto è il solito Capuano-style: voce “piacevolmente” gutturale e a tratti afona che intona le solite rime baciate, rigorosamente stonando anche l’impossibile (ad essere sinceri si nota un leggerissimo miglioramento del nostro o forse si tratta una produzione più curata).

Karim Capuano – The Dream (2011 – singolo digitale)

Gli anni compresi tra il 2008 e il 2011 non sembrano essere molto felici per Karim Capuano. Nel 2008 viene condannato a un anno e 6 mesi di reclusione e a pagare una multa di oltre 2000 € per aver aggredito un tassista a Milano. Nel 2011 invece entra in coma a causa di un grave incidente avvenuto mentre aveva in corpo un tasso alcolico del 1,5%.

Per nostra fortuna questo piccolo incidente di percorso non ferma la carriera musicale di Karim che una volta risvegliatosi dal coma torna nel 2011 con il singolo “The Dream” che segna la svolta EDM, con nuove sonorità ma con il solito testo in inglese che abbiamo imparato ad amare.

Nel 2013 Karim annuncia un libro che raccoglie i suoi momenti più duri, intitolato “Con La Mano Sul Cuore” e scritto con Giovanna D’Urso. Nello stesso anno però finisce di nuovo nei guai con la legge perché stacca a morsi l’orecchio ad un amico e viene nuovamente arrestato. Alla faccia dei rapper che vogliono fare i bad boys. Ora, Karim Capuano non avrà una discografia invidiabile ma perlomeno si è impegnato tantissimo a costruirsi una street cred.

13 Commenti

  1. “let me sure it is,
    important fight it is”

    vikk non hai capito, e’ lo Yoda-style!

  2. “let me sure it is,
    important fight it is,
    for myself and for my cure,
    everyday I’m frighting you,
    for my life,
    never and ever…”

    Vikk, sai che manco da tanto dalla mie amate Hatch End e Colchester…
    Mi traduci tu in Italiano, grazie.

  3. John

    davvero difficile tradurre cercando di dare un senso compiuto anche perchè non sono certo di quello che sbiascica Karim, penso che alla fine dica “fighting” piuttosto che “frighting” (visto che il to fright non esiste), provo a buttarla lì:

    “permettimi di assucurati che è,
    è una lotta importante,
    per me stesso e per la mia guarigione,
    tutti i giorni lotto contro di te,
    per la mia vita.
    mai e poi mai…”

    se ascolti la fine del brano il ritornello è cantato una volta in italiano ed il testo è piuttosto simile al significato inglese.

    cheers!

    V.

  4. Cioè, prima Zequila e poi questo qua…mi hai messo KO…

  5. vikk…stai veramente scavando nel fondo delle casse!

    dove si possono sentire queste hit?

  6. Carissimo, grazie della traduzione! Ora sto veramente meglio .-)))
    ——
    PS: Messaggio x tutti.
    Ieri ho visto “Shine a Light”, il film di Scorsese sui Rolling Stones!
    Al momento può sembrare un pelino noioso, ma a mente fredda è veramente eccellente. E’ uno di quei film che, una volta visti, ti sembrano più belli di giorno in giorno.
    Il montaggio e il sonoro sono veramente magistrali.
    Slantie!

  7. http://www.corriere.it/cronache/08_aprile_20/karim_arrestato_daac130c-0ed5-11dd-b370-00144f486ba6.shtml

    Karim mena un tassista

    è definitivamente sbroccato

    ps. complimenti x il blog 🙂 (in tv si direbbe complimenti x la trasmissione!)

  8. Bravi,complimenti,per fortuna a questo mondo esiste anche gente come voi,merde frustrate incapaci di fare null’altro che criticare i lavori altrui….bravi

  9. Per noi webmasters e persone civili, la peggiore frustrazione è quella di dover prendere atto della miseria di certi interventi.

  10. probabilmente era un commento lasciato dallo stesso Capuano prima di menare il tassista 😀

  11. Vikk, prima ti usavo solo come reference per rintracciare gli anni di certi album – sì, ho Pium Paum sul lettore Mp3, e allora?! 😉 – ma dopo aver letto questo, e osato cliccare sui link… (a proposito: ma in Di Sicuro il coso, lì, Karim, sta facendo il verso a Jovanotti o sbaglio?), ti eleggo definitivamente a sommo.

    Anche se manco dalla Perfida Albione da troppo tempo, ho un dubbio:

    Let me assure/
    it is important (to: si mangia un t’ o qualcosa del genere) fight
    it is (so manca per davvero) for myself and for my cure/
    everyday i’m fighting you….

    E’ ancora la mia tentazione di giustificare tutti, lo so, però qualcuno deve avergliela scritta…. 😉

    Caso Beffardo

  12. Jovanotti con la raucedine e dopo una grave insolazione.

  13. Ho visto il video di "Cosa ti resta?" e mi sorge un dubbio: come può pretendere di volere un bambino da Marylin Manson? 😀 Cazzo, la tipa nel video è uguale a Brian Warner 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi