Home > Sesso, Risate e Follia > Comica e Demenziale > Frank Zappa – Tengo ‘Na Minchia Tanta (1982)

Frank Zappa – Tengo ‘Na Minchia Tanta (1982)

Frank Zappa - Tengo 'Na Minchia Tanta (1982)Frank Zappa è stato e continua ad essere un personaggio incatalogabile, vero e proprio cappellaio matto baffuto del rock’n’roll, musicista onnivoro capace di spaziare a 360° dal rock, alla musica classica, passando il jazz e musica demenziale, senza contare che fu anche un talent scout dal fiuto sopraffino (Alice Cooper, Captain Beefheart, Terry Bozzio, Steve Vai Vinnie Colaiuta…).

Nella sua lunga ed intensissima carriera il nostro non si è mai dimenticato di omaggiare le sue origini tricolori andando addirittura a riesumare le composizioni di un omonimo violoncellista milanese vissuto oltre 200 anni prima, nell’album “Francesco Zappa” del 1984.

L’incontro ufficiale con la musica italiana era avvenuto però un paio d’anni prima, quando, con l’aiuto di Massimo Bassoli (amico, fotografo e biografo dello stesso Frank) incise la sua prima ed unica canzone in italiano, davvero lontana dalle raffinatezze barocche che seguiranno.

Il mood del brano pare subito chiaro sin dal titolo: “Tengo ‘Na Minchia Tanta”, è un rock robusto dai toni dissacranti e volgarotti, con tanto di ricercato retrogusto misogino. Passaggi come “Tengo ‘na minchia tanta, Tengo ‘na minchia accussì / Guarda che se la mangia / E mentre se la sta a pappà / Chiedimi che cosa fa / Se la sta a succhià” lasciano davvero ben poco spazio all’immaginazione, ma la volgarità viene stemperata dal nonsense intrinseco del personaggio che ci regala passaggi come “Devi usare un pollo / Devi usarlo per misurar / Devi usare un pollo / Così me la potrai succhiar”.

Il brano, nonostante fosse poco più che uno scherzo uscito dalla sala d’incisione (difatti non fu mai suonato live e si trova solo nella ristampa di “Uncle Meat” come materiale aggiuntivo), continua a suscitare un certo interesse forse più tra il pubblico alla ricerca di brani “trash” che tra gli afacionados del chitarrista americano.

Leggi anche:  Massimo Boldi - Sei Repellente Elisa / Mangiato Le Mele (1977 - 7")

Tengo ‘Na Minchia Tanta
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Devi usare un pollo, devi usare un pollo
Se me la vuoi tastar.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Devi usare un pollo
Se me la vuoi misurar
Devi usare un pollo
Se me la vuoi tastar.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Guarda che se la mangia
Guarda che se la mangia
Guarda che se la mangia
Guarda che se la mangia
E mentre se la sta a pappà
Chiedimi che cosa fa
Se la sta a succhià.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Devi usare un pollo
Devi usare …se la vuoi misurar
Devi usare un pollo
Se me la vuoi tastar.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Come on baby
Come on baby, suck my fire!
Oh yeah
Guarda che se la mangia
Tengo ‘na minchia accussì.
Guarda che se la mangia
Mentre se la sta a pappà.
Chiedimi che cosa fa
E’ chiaro! Se la sta a succhià
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Guarda che se la mangia
Guarda che se la mangia
E se la sta a pappà.
Darling, darling, darling
Look at your sister
Do something like that, thanks.
Devi usare un pollo
Devi usarlo per misurar.
Devi usare un pollo
Così me la potrai succhiar.
Ooh, you both suckin’ stereo
Jesus
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia accussì.
Tengo ‘na minchia tanta,
Tengo ‘na minchia tanta
Tengo ‘na minchia tanta.

Letture Consigliate

DJ Set Diversamente Belli

11 Commenti

  1. planeta Zappa
    Un planeta y un blog con el nombre de Frank Zappa (3834) Zappafrank Planet number 3834 has been named in honor of innovative rock musician Frank Zappa.
    http://planetazappa.blogspot.com/

  2. Se ti può interessare Zappa ha in catalogo altri due brani (strumentali) dagli eloquenti titoli italiani: “Questi cazzi (sic) di piccioni” e “Dio fa (so they say in Turin)”…
    lele

  3. Una domanda semplice. Cosa rende 'ricercato' il retrogusto misogino del brano?

  4. zappa? apetta che vomito. fatto .adoro prendere a ccmartellate spaccare i suoi dischi .ero piccola se no che goduria insultarlo.spero lo abbiqa preso li da qualquno.sono un genio ironico.che fate censurate l íronia

  5. Oddio Che ignorante "Okkei"!!

  6. Grande Franco…

  7. Scusate, qualche buon anima che spieghi cosa significhi "devi usare un pollo se me lo vuoi tastar"? o.O

  8. non vorrei sbagliare, ma mi pare fosse zappa ad ispirarsi a captain beefheart

  9. Gran pezzo.

  10. il testo di TNMT è nato mentre Zappa ascoltava cosa si dicevano i tecnici che montavano il palco in un concerto che fece a Palermo (se ben ricordo) a fine anni '70 primi '80. I manovali si prendevano in giro in lingua siciliana e Zappa chiese a un collaboratore cosa si dicessero tra loro…dalla "traduzione" di quelle frasi nacque questa pieces moltooo particolare…

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi