Home » Senti Chi Canta » Illustri Sconosciuti » Flying Lesbians – Flying Lesbians (1975 – LP)

Flying Lesbians – Flying Lesbians (1975 – LP)

flying lesbians LP fronteLe Flying Lesbians sono un gruppo musicale che nasce a Berlino Ovest, formato da sei ragazze tedesche e una olandese, lesbiche dichiarate e legate al movimento femminista. Storicamente agiscono intorno alla metà degli anni ’70, periodo in cui il movimento già citato cresce esponenzialmente nella sua seconda ondata storica in tutta Europa, radicalizzandosi in forme più estreme quali il lesbismo. I loro brani affrontano temi roventi, tutti riguardanti la condizione della donna: maltrattamenti, rivendicazioni in ambito lavorativo, problematiche legate alla droga e al riconoscimento sociale dell’amore saffico. Non era ancora maturo il tempo per affrontare discorsi sulle adozioni; tuttavia aspettiamo prima o poi di poter recensire le Flying Adoptions.

Il gruppo assume la sua forma definitiva una volta trovata la batterista, figura all’epoca per niente facile da reperire; la formazione è composta da Danielle De Baat (unica olandese, al basso e voce), Monika Jaeckel (voce e percussioni; unica componente che non abitava a Berlino, deceduta nel 2009 per tumore all’utero), Gigi Lansch (batterista; deceduta nel 2002), Monika Mengel (voce e percussioni),  Cillie Rentmeister (piano, armonica, sintetizzatore e voce; è stata fra le fondatrici del movimento femminista tedesco), Monika Savier (basso e percussioni) e Christel Wachowski (chitarra e percussioni).

Le “lesbiche volanti” si esibiscono esclusivamente per altre donne; gli uomini, definiti i padroni del rock, non sono ammessi ai loro concerti. In generale si scagliano dichiaratamente contro il mondo del rock dominato dall’uomo che (a detta loro) violenta il pubblico con muri di amplificatori e si circonda di groupies per sentirsi onnipotente. Diciamo, non proprio in linea con la filosofia di un’altra interessantissima band di loro coetanee: le GTO’sprovocanti “amichette” del leggendario Frank Zappa.

L’album omonimo delle Flying Lesbians esce nel 1975 e gravita sostanzialmente nella galassia del blues pur offrendo un ventaglio aperto fra la ballata, il folk e la psichedelia. Ciononostante è abbastanza schietto; infatti non parliamo di un kraut-blues sperimentale o di chissà quale azzardo, ma di un onestissimo disco da battaglia, a tratti oggettivamente bello, eseguito da 7 dilettanti e volto a diffondere messaggi e slogan orecchiabili ed incisivi. Non a caso “Frauen Kommt Her, Frauen Erhebt Euch” veniva inneggiata frequentemente durante le manifestazioni per i diritti civili nella DDR, secondo quanto riportato dal sito ufficiale in cui si possono trovare informazioni dettagliate e testi.

L’album, formato da dieci tracce, presenta in copertina (e impresso sul vinile stesso) un simbolo raffigurante una doppia ascia. Sul retro è possibile trovare, in piccolo in basso a destra, una breve spiegazione in lingua tedesca sul significato del suddetto simbolo il quale raffigura la potenza matriarcale nel mondo all’epoca della civiltà minoica. Inoltre il simbolismo della labrys (ascia bipenne) è riscontrabile sin dal paleolitico, inciso su alcune tombe di donne importanti ed è presente anche a Stonehenge.

Ora entriamo nel vivo: è il momento di dare un’ascolto al disco, recuperato da noi fisicamente proprio a Berlino.

“Battered Wife”, brano iniziale, affronta il problema delle mogli maltrattate.  Percussioni nevrotiche, riff cadenzati di chitarra e basso fanno da sostegno a frasi colme di rabbia tipo “l‘ve seen your shit man coming round”.

flying lesbians LP retroDa “Trebermädchen”, il brano successivo, la cosa si fa ancora più interessante: il pezzo si inchioda in testa e risulta musicalmente gradevole, ascoltare per credere. Il bersaglio resta sempre ed inevitabilmente il maschio.

“Arbeitslos” è una sorta di swing che parla di disoccupazione, “Für Frau Doktor A.” allude a problematiche riferite alle carriere professionali e con la già citata “Frauen Kommt Her, Frauen Erhebt Euch”, chiudendo gli occhi si ha quasi l’impressione di trovarsi in mezzo ad un corteo di femministe incazzate.

“I’m a Lesbian, How About You?” apre il lato B con un boogie woogie ballabile e coinvolgente, seguito dalla ballata “Die Bisexualität” e dalla cantilenante “Wir Sind Die Homosexuellen Frauen” (siamo donne omosessuali).

Con “Matriarchats-Blues” si torna al blues figlio di Janis Joplin (fatti gli opportuni distinguo), che esorta a prendere coscienza, serenamente, della propria condizione, perché “denn außer männern haben wir nichts zu verlieren!” (“a parte gli uomini non abbiamo niente da perdere!”). A chiudere degnamente l’album arriva “Shake It Off”, brano riflessivo e malinconico.

Nonostante il loro spirito autarchico, il disco, come da loro stessa ammissione, è stato realizzato grazie anche all’aiuto dei “compagni” maschi i quali hanno dato un fondamentale contributo tecnico, segno che la complementarità è necessaria. I costi di produzione invece sono stati interamente finanziati del movimento femminista, ma non ci fu guadagno alcuno. Dal secondo disco in poi avrebbero dovuto finanziare le lotte per i diritti con i proventi delle vendite, ma il vinile non vide mai la luce e dopo circa due anni intensissimi di concerti, scrissero una lettera rivolta alle compagne per esternare un periodo di crisi creativa.

Il progetto musicale delle Flying Lesbians, fortemente vincolato al collante della lotta di genere, probabilmente era già destinato ad estinguersi in partenza o in qualche modo a seguire le sorti del movimento femminista qualora non avesse avuto lo slancio per reinventarsi. E’ riuscito comunque ad assolvere in parte il suo dovere comunicativo, seppur circoscritto a un breve ma intenso periodo, per poi finire sommerso in un banchetto di dischi usati a Kreuzberg.

Un ringraziamento doveroso da parte nostra va a Vanessa Kley, corrispondente crucca, che ci ha offerto una preziosa collaborazione a completamento di questa piccola ricerca, nel nome della sana informazione.

Tracklist:
01. Battered Wife
02. Trebermädchen
03. Arbeitlos
04. Für Frau Dr. A
05. Frauen Kommt Her (+ Frauen Erhebt Euch)
06. I’m A Lesbian, How About You?
07. Die Bisexualität
08. Wir Sind Die Homosexuellen Frauen
09. Matriarchatsblues
10. Shake It Off

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi