Elton Novara Lei ha perso il contatto con la realtàLa “scena” “indie” “italiana” è ormai stracolma di proposte più o meno interessanti, più o meno originali, più o meno oscene. C’è chi fa canzoni per adolescenti in stile Cioè e le maschera da canzoni strane o pazze, chi parla di cose violentemente geolocalizzate nel tentativo di creare a tavolino instant classic nei quali potersi identificare per almeno 15 minuti, chi invece fa finta di credere nella scena per sfondare e fare i tour nei palazzetti.

Fortunatamente in questo marasma c’è chi non prende tutta la situazione sul serio, e non risparmia nemmeno sé stesso. Stiamo parlando di Elton Novara, chitarrista ben qualificato, frontman pirotecnico, campione di autoconsapevolezza e grandissimo fan dei The Who.

Imparata bene la lezione di Elio e le Storie Tese, Elton Novara fa suo un linguaggio (sia nei testi che nelle musiche) moderno e veloce ma allo stesso tempo volutamente desueto, fatto di riferimenti metatestuali, citazioni varie, gag velocissime e battute fulminanti.

Ne è la riprova il suo disco d’esordio “Lei ha perso il contatto con la realtà” del 2015 che infila una serie invidiabile di canzoni variegate, crea un variopinto mondo costellato di gnomi, vocine e DeLorean e riesce anche a piazzare un paio di singolacci niente male.

Si parte con “Happiness Real Only When Sleeping – Nessuno” dal programmatico ritornello che recita «Ma a me non mi si incula nessuno» per proseguire con “Il tuo iPhone; ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la macchina”, una splendida ballad con sonorità british che parla dell’eterna lotta tra l’uomo e l’iPhone nei pensieri di una ragazza.

Arriva quindi il secondo ritornellone, ancora una volta autoironico, intitolato “Un pesce di nome Elton – Povero Elton”, dopodiché veniamo improvvisamente trasportati negli anni ’70 con “La DeLorean di Elton Novara”; a questo punto Elton si dimostra in grado di scrivere anche brani romantici con l’ultrapop da teenager “Occhi Blu” e con la melodia anni ’90 in stile Hanson di “L’estate dell’amore – Altrui”.

Elton Novara Lei ha perso il contatto con la realtà
Elton Novara dal vivo

C’è spazio anche per la trivialità in “Il prestigioso numero dello gnomo purpureo” (sì, lo gnomo purpureo è quello che pensate voi, o forse no). Chiude il disco “Lascito di un’intossicazione alcolica uguale a molte altre” che completa degnamente il disco con un immancabile assolo del nostro amato sax. Curiosità: il nostro Elton Novara si è tolto un bello sfizio e in questo disco ha chiamato a suonare il tastierista John “Rabbit” Bundrick., uno che ha suonato per The Who, Free e Bob Marley. Così, per dire.

Se vi abbiamo incuriositi abbastanza vi consigliamo di ascoltare anche le pregiatissime bonus track del disco nella versione deluxe, e già che ci siete non perdetevi gli spettacoli live di Elton, specialmente quelli acustici in cui esce fuori il suo impetuoso animo da performer di prima categoria.

Se siete abbastanza degni da sopravvivere ai titoli lunghissimi delle sue canzoni e al fiume inarrestabile di parole dei suoi testi, Elton Novara è un artista consigliatissimo come rimedio alla noia del nuovo panorama musicale italiano.

Tracklist:
01. Happiness Real Only When Sleeping (nessuno)
02. Il tuo iPhone: ovvero come imparai a non preoccuparmi e ad amare la macchina (feat. John “Rabbit” Bundrick)
03. Un sogno di nome Milton
04. Un Pesce di nome Elton (povero Elton)
05. Il mio amico Bertrand
06. La DeLorean di Elton Novara
07. Occhi blu
08. L’estate dell’amore (altrui)
09. Il prestigioso numero dello Gnomo Purpureo (feat. Alan Rossi)
10. Lei ha perso il contatto con la realtà
11. Lascito (di un’intossicazione alcolica uguale a molte altre)

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here