Home » Senti Chi Canta » Meteore » Crazy Frog – Axel F (2005 – singolo)

Crazy Frog – Axel F (2005 – singolo)

Crazy Frog Axel FCrazy Frog, o come partire da un tizio che sa imitare il rumore del motore a due tempi e finire con un abominio da milioni di dischi venduti tra le mani.

Queste sono le umili origini di uno dei fenomeni più incomprensibili degli anni Duemila, una creatura di rara bruttezza e inutilità che ha comunque avuto un successo clamoroso un po’ ovunque, senza neanche avere alcun esperto di viral marketing alle spalle.

Tutto è nato per merito (o colpa) di Erik Wernquist, un animatore e modellatore 3D svedese che un bel giorno del lontano 2003 si è ritrovato nella casella di posta elettronica il file “2TAKTARE.MP3” mandatogli da un amico, contenente l’imitazione di un motore scoppiettante incisa sei anni prima dal diciasettenne Daniel Malmedahl. Colto da un raptus inspiegabile, Wernquist decide di creare un essere digitale in grado, secondo lui, di riprodurre quel verso. Così nell’ottobre 2003 nasce The Annoying Thing (La Cosa Fastidiosa), che viene postato sul suo sito personale e su un forum di grafica 3D. Inspiegabilmente è subito un successo.

Qualche mese dopo Wernquist, ancora stupito per l’improvvisa popolarità della sua creazione, viene contattato dal reparto marketing di Ringtone Europe e Jamster België (oggi divenuti Jamba!, il gigante tedesco dei contenuti per cellulari) determinati ad acquisire il personaggio, rinominarlo Crazy Frog e trasformarlo in una mascotte per reclamizzare le loro suonerie. I download legati all’orrendo coso superano le più rosee aspettative e spingono Jamba! a cucirgli addosso un tormentone musicale: quale miglior modo per fare soldi con facilità?

Per ottenere il massimo risultato col minimo sforzo si decide di puntare sulla cover di un successo elettronico di facilissima presa: “Axel F” di Harold Faltermeyer, meglio nota come il tema di Beverly Hills Cop, rifatta in chiave techno-truzza e infarcita di bassi pesanti, parole inglesi a caso e campionamenti dell’esibizione di Malmedahl. Il pezzo viene messo assieme da diversi produttori tedeschi di musica da discoteca tra cui alcuni membri dei Bass Bumpers, idoli della dance ignorante attivi tutt’oggi. Wernquist viene ricontattato, stavolta per realizzare il videoclip abbinato alla canzone, tramite la sua compagnia Kaktus Film: nel filmato si vede la rana pazza guidare la sua moto invisibile (come nell’antico cartoon Napo Orso Capo), cosa che servirebbe a giustificare il rumore del motore. Da notare come l’essere stia col pisello di fuori tutto il tempo, fatto questo che causò reclami da parte di associazioni di genitori e portò il clip a venire censurato.

Sarà stato per il battage pubblicitario decisamente aggressivo o perché i ragazzini che sperperavano paghette in suonerie erano molti più del previsto, fatto sta che il singolo raggiunse la cima delle classifiche in Svezia, Belgio, Francia, Regno Unito, Irlanda, Svizzera, Turchia, Nuova Zelanda e Australia, mettendosi alle spalle gente come Coldplay, Oasis, Akon, Gorillaz, Black Eyed Peas e Gwen Stefani. Addirittura i francesi, forse per confermare lo stereotipo che li vuole tutti mangiarane, mandarono al numero 1 “Axel F” e subito dopo anche il secondo singolo “Popcorn”, altra storica melodia elettronica saccheggiata dai produttori della rana pazza.

In totale il fenomeno Crazy Frog diede origine a otto singoli e ben tre album di cover (più un’edizione speciale natalizia), l’ultimo uscito ormai fuori tempo massimo nel 2009. Questi dischi sono fatti con lo stampino: si prende qualche canzone celebre, meglio se già un tormentone, la si fa ricantare a qualche vocalist che resterà per sempre senza nome, se ne alza il tasso di tamarraggine al 150% e si butta dentro qualche svogliato “ring ding ding” e “bem bem” giusto per distinguerle da qualsiasi altra raccolta di cover anonima da cestone dell’autogrill. La creazione di Wernquist (che con la parte musicale del progetto non ha mai avuto a che fare) per fortuna ha fatto il suo tempo, ma Jamba!, ora Jamster, prosegue coi suoi piani diabolici, lanciando sempre nuove e più stupide mascotte digitali per prosciugare i portafogli dei teenager.

Axel F

A ring ding ding ding d-ding baa aramba baa baa barooumba

Wh-Wha-Whats going on-on

Ding ding

Lets do the crazy froogg

Ding ding

A Brem Brem

A ring ding ding ding ding
A Ring Ding Ding Dingdemgdemg
A ring ding ding ding ding
Ring ding
Baa-Baa

Ring ding ding ding ding
A Ring Ding Ding Dingdemgdemg
A ring ding ding ding ding
a Bram ba am baba weeeeeee

BREAK DOWN!

Ding ding

Br-Br-Break It

dum dum dumda dum dum dum dum dumda dum dum dum dum dum dumda dum dum

Brem daem

dum dum dumda dum dum dum dum dumda dum dum dum dum dum dumda dum dum

weeeeeeee

A ram da am da am da am da weeeeeaaaaaaaaaaaaaaaa

Wh-Whats Going On?

ding ding

Bem De Dem

ding ding

da da

A ring ding ding ding ding
A Ring Ding Ding Dingdemgdemg
A ring ding ding ding ding
Ring ding
Baa-Baa

Ring ding ding ding ding
A Ring Ding Ding Dingdemgdemg
A ring ding ding ding ding
a Bram ba am baba..

ding ding

Br-Br-Break It

dum dum dumda dum dum dum dum dumda dum dum dum dum dum dumda dum dum

Brem daem

dum dum dumda dum dum dum dum dumda dum dum dum dum dum dumda dum dum

ding ding

Bem De Dem!

3 Commenti

  1. Perché c’è ancora gente che acquista le suonerie su jamba? Oddio non voglio crederci

  2. Pure il “””testo””” avete inserito!! Ahahah

  3. essi un testo difficile da capire come da concepire.. onomatopeico che manco Palazzeschi e Ungaretti quando si scolavano due litri di tinto, e si sfidavano a parole tipo rapper d’ avanguardia, ma biascicavano e solo suoni riuscivano ad emettere.. e voli pindarici tra i ding e i bem.. ma attenzione, si riesce anche a individuare qualche parola in inglish, break down come summa, insomma un testo serio.. andava messo..)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi