Home » Senti Chi Canta » Illustri Sconosciuti » Clara Serina – Astronave Cioccolato (2014 – singolo e audiolibro)

Clara Serina – Astronave Cioccolato (2014 – singolo e audiolibro)

Clara Serina Astronave CioccolatoPer tutti quelli che come me appartengono alla generazione thirty something, cresciuti a pane e anime, non sarà difficile rievocare l’inconfondibile voce nasale, piena di arzigogoli melliflui tanto inutili quanto evocativi di Clara Serina, storica voce femminile (assieme alla sorella Guiomar) del gruppo I Cavalieri del Re, mitologico ensemble fondato da Riccardo Zara, interprete delle più belle sigle dei cartoni animati degli anni ‘80.

Per tutti coloro che invece hanno vissuto l’infanzia in una camera iperbarica, in un polmone d’acciaio, con la testa sotto la sabbia, o privi di una qualsiasi formazione siglo-musicale, o non hanno mai posseduto un televisore (o delle orecchie), perché troppo poveri o troppo brutti, o ancora perché sono attualmente in preda ad un attacco di Alzheimer precoce, o non hanno mai sentito parlare di Google, ricordo che il gruppo è stato uno dei più importanti di sempre per la realizzazione di sigle dei cartoni (Lady Oscar, Devil Man, Chappy, L’Uomo Tigre, Ransie, Yattaman… se non vi dicono nulla andate in cucina e mettete la mano in un frullatore acceso… ora!).

Per tutti gli altri che sanno di cosa sto parlando invece, sarà molto triste dover rendersi conto di quanto il tempo passi davvero in fretta e, purtroppo, in maniera impietosa. Infatti lo scoramento di fronte alla discografia solista della nostra è direttamente proporzionale alla stima di cui godono I Cavalieri del Re: ovvero immensa.

Appare chiaro che dopo l’inaspettato revival nei confronti del gruppo a partire dal 2006, in seguito alla reunion sul palco del Lucca Comics, l’interprete debba essersi sentita galvanizzata.

La nostra non solo ha prodotto “Merry Christmas”, uno degli album natalizi più brutti che la storia della discografia italiana (e non solo) ricordi, ma anche una serie di singoli benefici dalla prevedibilità disarmante, ma andiamo con ordine.

La gemma più sconcertante di tutta la sua discografia è il singolo “Astronave Cioccolato”, raro esempio di come una base in stile musical “Hair” dagli inappropriati risvolti reggae sia totalmente inaccostabile al testo. L’autore deve averlo concepito pensando (o magari sperando) che il pubblico fosse stato ibernato per 30 anni, saltando a piè pari tutta l’evoluzione cantautoriale in Italia, risvegliandosi stamattina nella convinzione che sia ancora il 1981.

Non c’è altra spiegazione perché nulla risulta più datato di questo brano, infarcito di parole quali “tiranno”, “supersonici” (usata ben sei volte in una canzone di 2:30). Ma ecco l’apoteosi del ritornello:

E mangiamo cioccolato
Tutte caramelle e gelato,
ti risvegli come dentro un sogno
non segui più la gravità
E mangiamo cioccolato
anche fuori sei emozionato….

E ho detto tutto.

Nonostante tutto, da bravi nostalgici quali siamo, a Clara perdoniamo tutto, fintanto che ci regalerà le sue melodie senza tempo, facendoci sentire ancora una volta come se fossimo davvero negli anni ’80.

Claudio Suriano

1 Commento

  1. Ho fatto una puntatina su Google prima di scrivere perché non sapevo che la cantante fosse di origine brasiliana: ora ne ho la conferma, anche perché il nome della sorella, Guiomar, è tipicamente brasiliano e molto usato per le ragazze (la prima grande concertista di pianoforte brasiliana si chiamava Guiomar Novaes, ma quando da bambino sentivo i suoi dischi pensavo fosse un uomo, anche perché non c’erano foto sulle copertine).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi