Home » Senti Chi Canta » VIP Canterini » Carlo Conti – Discografia

Carlo Conti – Discografia

Carlo Conti Discografia

L’anno scorso avevamo scoperto che Carlo Conti ha fatto una canzone italo-disco. Quest’anno per non farci mancare niente abbiamo spulciato più a fondo e abbiamo trovato l’intera discografia del conduttore ambrato. Ci sembra quindi opportuno condividerla con tutti voi.

Carlo Conti – It’s Okay It’s All Right (1984 – 7″)

Carlo Conti DiscografiaCarlo Natale Marino Conti (questo il suo nome completo) esordisce nel mondo dello spettacolo poco più che ventenne nei primi anni ’80 come conduttore e DJ radiofonico. Claudio Cecchetto ci insegna che ogni DJ degno di tale nome all’epoca doveva incidere almeno un disco, quindi ecco che nel 1984, a soli 24 anni, Carlo produce e interpreta per la prestigiosa etichetta Carlo Conti (da lui creata ad hoc) il suo primo singolo “It’s Okay It’s All Right”, musicato da Danilo Ciarchi e arrangiato da un giovanissimo Marco Masini.

Il brano parla ovviamente di quanto è bello ascoltare la radio quando c’è il tuo DJ preferito (Carlone appunto) e non a caso viene utilizzato come sigla finale della trasmissione Aloha Disco Show. Il pezzo apre con un intro parlato in inglese, scaldato dalla sensuale voce di Conti, per poi sfociare in una strofa groovettina con piano sincopato e synth a strafottere, spiccando il volo verso un ritornello super accattivante. Mediocre come tutta la sua produzione, ma lodi all’arrangiamento di Masini, che ci fa chiedere perché non abbia continuato su questo stile anziché proporci cover dei Metallica.

Radio Band – Radio rap (1984 – 7″)

Carlo Conti DiscografiaRisale sempre al 1984 la prima apparizione televisiva conosciuta di Carlo Conti, all’epoca in forza alla squadra di Radio Fantasy; con gli altri DJ della Radio fondano la Radio Band e presentano il loro inno ricco di groove “Radio Rap”, che guardacaso affronta la solita tematica dei DJ che ti fanno compagnia.

Nel raro filmato, introdotti dallo stesso Danilo Ciarchi, sono presenti tutti i DJ che interpretano il brano: Carlo Conti, Michele Lopez, Tommy Kelvin, Jody, Davide Sagliocca, Fabrizio Faber, Maurizio Loggia e Valentina, la piccola figlia di Ciarchi. Memorabili le camicie hawaiane, la coreografia dei ballerini ma soprattutto il delirante testo che sfoggia bombe come “è una serata strana questa sera la mia / ti passo un altro disco e in testa nasce un’idea / cantare una canzone a te che stai ascoltando / con tanta simpatia anche se canto stonando / noi siamo dei Disc Jockey dalle mille esperienze / tu ascoltaci guidando per le vie di Firenze / L’oroscopo, notizie, è tardi corro veloce / ma quel che conta è che ti giunga chiara la voce / mi chiedi una canzone ma è degli anni ’60? / ok io ti accontento con Il Cielo In Una Stanza / Ti faccio un bel missaggio Martinelli – Righeira / tu resta qui all’ascolto che ti passa la sera / che voce nella notte senti che fantasia / noi siamo tanti amici trasmettiamo allegria / Savage, Gazebo, Twins, Stallone / rimani in sintonia, non cambiare stazione / la sigaretta accesa si consuma pian piano / ti leggo il notiziario ma mi trema la mano / finisce la giornata, si schiarisce la voce / la Radio Band saluta e manda un ciao veloce” per concludere con i versi incomprensibili della piccola Valentina.

Konty – Through The Night (1985 – 12″)

Konty (Carlo Conti) - Through The Night (1985 - 12")Il 1985 è l’anno di “Through The Night”, di cui abbiamo già parlato, firmato con lo pseudonimo Konty. Sempre scritto da Danilo Ciarchi, il brano segue il trend della seconda metà degli anni ’80 virando lievemente verso sonorità più cupe e meno happy-a-tutti-i-costi.

Ricordiamo sempre con piacere (oltre alla splendida copertina) il fatto che la canzone è arrangiata da Fabrizio Federighi, il quale può vantarsi di aver scritto “Professor of Percussions” di Ilona Staller. Sul lato B un remix di Riccardo Cioni, talentoso DJ e storica nemesi di Claudio Cecchetto, il brano è attualmente l’unico disponibile in commercio negli store digitali.

Carlo Conti – Radio (1986 – 12″)

Carlo Conti DiscografiaNel 1986 Carlo torna ad usare il suo vero nome e pubblica per la Durium il 12″ “Radio” con tonalità sempre più “dark”, forse influenzate dalla new wave italiana del periodo.

Non sembra quinid un caso che il brano sia scritto e prodotto dal mitico Hanno Rinne, che solo l’anno prima aveva partecipato con un assolo di chitarra al brano “Pioggia Di Luce” dei conterranei Litfiba, dal loro primo strepitoso LP “Desaparecido”.

Ecco spiegato perché nella canzone si sprecano percussioni a spron battuto e scuri cori da stadio, sui quali Carlo sciorina il suo sempre mediocre inglese.

L’anno successivo, sulla scia di ciò che gli sembra riuscire bene, Conti cura diverse produzioni italo disco, lanciando una manciata di brani di altri artisti tra i quali ricordiamo “Dancing On Illusion” degli Esprit Nouveau, “5 O’Clock In The Morning” degli Indianapolis e “Take You Home (Tonight)” dei Good Fear.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi