Home » Senti Chi Canta » Big della Musica » Al Bano Carrisi – Canto al Sole (2001)

Al Bano Carrisi – Canto al Sole (2001)

Al Bano Carrisi - Canto al SoleQuel marpione di Al Bano ne sa una più del diavolo, riuscendo sempre a sorprenderci proprio quando pensavamo di averle viste tutte.

Con il nuovo millennio il cantautore/viticultore pugliese (ritratto in un sobrio doppio petto bianco sul retro del CD) ci regala “Canto al Sole”, un album nuovo di zecca a base di pop dal piglio operistico come ormai è d’abitudine.

Non so il perchè, ma non sono rimasto sorpreso dalle perle nascoste che questo lavoro ci regala, a partire dalla title-track, vero e proprio cantico al cosmo o meglio al Sole, appunto, imbevuto di memorabile poetica come: “tu sei come una città, ubriaca di realtà, io non bevo più” e ancora “io amo il cielo blu perchè, di pioggia e freddo non ne posso più”. Formidabile.

Vogliamo poi farci mancare “Lei”? Una spoken song assolutamente priva di alcun pathos, con il nostro intento a declamare le sue liriche come se stesse leggendo le istruzioni di montaggio di un comodino dell’Ikea, con tanto di cori in sottofondo che fanno tanto “orgasmo song”.

Dopo qualche sbandata etnico-spagnoleggiante, dance e pseudo reggae ecco che non mancano le visioni mistiche che si dividono tra il serio (“Il Paradiso Dov’è”) ed il faceto (“Il Mito” dedicata alla casa automobilistica di Maranello con tanto di immancabili effetti ambientali da gran premio). A cavallo delle due possiamo collocare idealmente “Angelo Raffaele”, brano da inferno dantesco diventato l’inno dell’omonima casa di cura milanese grazie, o a causa, dell’amicizia che lega la voce di Cellino San Marco al fondatore Luigi Maria Verzè.

Leggi anche:  Scialpi - Non Ti Amo Più (Je T'Aime... Moi Non Plus) (Serge Gainsbourg cover) (2005 - singolo digitale)

Tra tanta grazia elargita con ammirabile generosità doveva scapparci assolutamente un “pezzone” e puntualmente all’appello troviamo “Volare”; non una semplice cover di Domenico Modugno, bensì una geniale reinterpretazione (a suo modo). Per tre minuti Al Bano (armato di vocoder) vola pindaricamente sulle spiagge di Montego Bay, accompagnandosi ad un ignoto sparring partner dall’accento caraibico, impegnato a riempire i vuoti con un infimo ragamuffin su un tappeto elettronco in levare. La quintessenza del kitsch; cosa possiamo chiedere di più?

Ancora una voltra, se ce n’era bisogno, Al Bano si mostra artista versatile e funanbolico, vero companatico per le nostre orecchie.

Volare

Angelo Raffaele

Tracklist:
01. Canto Al Sole
02. E’ Come Musica
03. Lei
04. Cos’è L’amore
05. La Canzone Di Maria (gypsy version)
06. Libertà
07. Un Amore Per Sempre
08. Il Mito
09. Volare
10. Piazza Grande
11. Bianca Di Luna
12. La Canzone Di Maria (reggae version)
13. Angelo Raffaele
14. Il Paradiso Dov’è

Letture Consigliate

7 Commenti

  1. Noo Al bano che riceve un trattaento "autotune" in "volare" è veramente il massimo!

  2. ElisaLaMcBull

    Sto in fissa completa con Volare raggamuffino!

  3. è sì, questa versione di Volare spacca

  4. Quest'uomo è completamente privo del senso della misura. Lo amo.

    Paolo

  5. Ma, "Piazza Grande" come l'ha fatta? In chiave Metal con Jennifer Batten alla chitarra?

  6. no John, si è accontentato di farne una versione dance

  7. ‘Bianca di luna’ era il lato B del singolo ‘Io di notte’, il suo secondo singolo per la EMI, immediatamente prima di ‘Nel sole’ che fece gli sfracelli ben noti. Chissà come suona adesso il brano…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie di terze parti. Per accettare clicca su OK o prosegui la navigazione in altra maniera. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi